14 Giugno 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

JUNIORES, VITTORIA CON QUALCHE AFFANNO DI TROPPO - Gol-partita di Romeo in avvio di ripresa. Rossoblù sciuponi. Marino salva il risultato nel recupero.

21-10-2015 20:00 -
47´ Romeo ha appena realizzato il gol che decide il derby

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES 2015/16 - FASE PROVINCIALE D.P.MESSINA - GIRONE A
1^ GIORNATA
TORREGROTTA (ME) - Campo Sportivo Comunale - mercoledi 21/10/2015 - ore 15


TORREGROTTA - 1
SPORTSOCCER MILAZZO - 0


RETE: 47´ Romeo (T)

TORREGROTTA: Marino, Mondo, Isgrò, Maisano, Giorgianni, Falcone, Cutugno, Sittineri (85´ Lisa), Trovato, Campanella (87´ De Vita), Romeo (66´ Irrera)
a disp.: Villani, Merlino
all.: G.Nastasi

S.S.MILAZZO 1937: Russo A., Russo G., Saltalamacchia (59´ Gitto), Motta (90´+1´ Materazzi), Fleres (76´ Maiorana), Giunta, Casale, Feltrin, Giardina G. (56´ Sottile C), Cambrìa, Sottile A. (90´+1´ Giardina R.)
a disp.: Spada, Capone
all.: E.Vecchione

ARBITRO: Vito Rizzo (Messina)

ANGOLI: 7-4 per il Torregrotta (p.t.5-3)
AMMONITI: 41´ Giorgianni (T), 78´ Isgrò (T), 82´ Sittineri (T)
RECUPERO: 0´ + 6´
OFF-SIDES: 2-0 per il Torregrotta (p.t.1-0)

Grazie ad un gol realizzato in apertura di ripresa da Emanuele Romeo a conclusione di una velocissima ripartenza dalla linea mediana avviata da Sittineri e sviluppata da Trovato, il Torregrotta Juniores riesce ad avere la meglio sia pure di strettissima misura su un indomito Milazzo che dopo un discreto avvio di gara ed una ripresa nella quale è stato quasi costantemente in balìa delle folate offensive torresi, ha sfiorato allo scadere del recupero un pari che solo un ottimo Marino con un prodigioso intervento sotto la traversa, ha impedito che si materializzasse per quella che alla luce delle numerose occasioni create da rete dalla squadra di Peppe Nastasi, sarebbe stata un´autentica beffa.

Inizia così con un beneaugurante successo, la stagione 2015/16 degli "under19" con il neo-mister Peppe Nastasi che bagna con i tre punti, la sua prima panchina ufficiale. All´undici ospite di Enrico Vecchione, l´onore delle armi per aver tenuto comunque aperta una gara che alla resa dei conti si è rivelata molto più difficile del previsto, in virtù della tenace opposizione dei mamertini del presidente Miroddi, favorita da un approccio non del tutto convinto della formazione di casa, che peccando a volte di leziosità in fase di impostazione e di sufficienza in quella realizzativa, ha finito col mettere a rischio un risultato ampiamente alla portata di capitan Isgrò e compagni.

La cronaca:
Partono bene gli ospiti che al 5´ sfiorano il vantaggio con Feltrin che raccoglie una prima provvidenziale respinta di Marino su uno spiovente dalla sinistra deviato di testa da un difensore torrese e indirizza verso lo specchio dove lo stesso Marino alza deviando in angolo. Sugli sviluppi del calcio dalla bandierina, Giacomo Giardina tutto solo dal limite, chiama l´estremo difensore del Torregrotta ad un nuovo intervento risolutivo

Il Torregrotta stenta ad entrare in partita ma al 12´ si rende ugualmente pericoloso con Romeo che scattato sul filo del fuorigioco, viaggia verso la linea di fondo ma giunto nei pressi della porta ospite, non trova nessuno dei suoi pronto a seguire l´azione.
Al 16´ ci prova Maisano al termine di una veloce triangolazione, con tiro che lambisce il palo alla sinistra del portiere milazzese.
Al 32´ dal quarto corner per il Torregrotta, lo spiovente di Falcone giunge a Cutugno che di testa manda la sfera ad incocciare la base superiore della traversa della porta difesa da Russo.
Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni da una parte e dall´altra, con il Torregrotta che appare giù di tono e privo di idee.

Al rientro dagli spogliatoi però, la squadra di Nastasi pigia subito sull´acceleratore e pressa i portatori di palla avversari. Nasce così il gol che decide il match, quando non sono trascorsi neppure 2´ dal calcio d´avvio e Sittineri intercetta un disimpegno del centrocampo mamertino, innescando la corsa di Trovato che si invola sulla fascia destra e giunto quasi sul fondo mette a centroarea un pallone invitante sul quale Romeo anticipando il diretto marcatore, tocca d´esterno mettendo fuori causa il portiere.

Galvanizzato dal fulmineo vantaggio in avvio di ripresa, il Torregrotta assume il pallino del gioco e sfrutta gli ampi spazi concessi dalla retroguardia milazzese, sfiorando ripetutamente il raddoppio.
Si comincia al 54´ con una veloce ripartenza di Trovato che serve in area Romeo, la cui conclusione viene controllata con non poche difficoltà dal portiere.
Cinque minuti più tardi, una combinazione al limite dell´area di rigore mamertina tra Trovato e Sittineri, porta quest´ultimo al tiro, ma il sinistro del n.8 torrese fa la barba al palo alla destra di Russo e si perde sul fondo.

Al 61´ il raddoppio sembra cosa fatta quando dalla trequarti Sittineri lancia Trovato sulla corsia di destra. Lo sgusciante attaccante torrese vede smarcato in area Romeo e serve un assist sul quale il centravanti arriva con perfetta scelta di tempo ma da pochi passi conclude debolmente, consentendo al portiere di accartocciarsi a terra e bloccare.

Al 73´ gli ospiti tentano di rendersi pericolosi su calcio di punizione battuto da Claudio Sottile, con Marino che è ben piazzato e fa sua la sfera.
E´ il 79´ quando Campanella serve Sittineri all´ingresso dell´area di rigore in posizione decentrata sulla sinistra. Il tiro in corsa del mancino rossoblù indirizzato sul primo palo, termina però sull´esterno della rete.

Doppia opportunità per chiudere il match all´84´ con Campanella che giunto in area si vede chiudere lo specchio della porta da Antonio Russo e Sittineri che sugli sviluppi dell´azione, riceve palla all´altezza quasi del dischetto, fa fuori con una finta il proprio avversario e di sinistro conclude di precisione verso l´angolo basso alla destra del portiere che si distende in tuffo e con la punta delle dita salva in angolo.

All´89´ l´ultima azione da rete del Torregrotta porta la firma dei due neo-entrati classe 2000, De Vita e Lisa con tiro dai 16 metri di quest´ultimo che sorvola di un soffio la traversa.
Allo scadere del recupero, il Milazzo beneficia di un calcio di punizione dai 22 metri da posizione invitante, del quale si incarica alla battuta il n.7 ospite Casale che costringe Marino ad un difficile quanto risolutivo intervento, sventando in angolo l´ultima insidia e consentendo ai suoi di portare a casa la vittoria e iniziare così nel migliore dei modi, la nuova stagione.

L´appuntamento adesso è per martedi 27 al "Giovanni Celeste" di Messina, dove Maisano e compagni renderanno visita al Forza Calcio Messina reduce dal pirotecnico 5-3 sul campo del Don Peppino Cutropia. Nelle altre due gare del girone, pareggio con due reti per parte tra San Filippo del Mela e Città di Messina, mentre al "Terre Forti", vittoria di goleada (7-1) del Città di Villafranca sul malcapitato Comprensorio del Tirreno.

Realizzazione siti web www.sitoper.it