28 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

4-1 AL DEBUTTO, 11 ANNI DOPO IL CASTELDACCIA - Statistiche e curiosità in "salsa rossoblù" dopo la prima di campionato.

11-09-2017 13:50 -



CIN CIN AL CAMPIONATO

Il Torregrotta torna a vincere la prima di campionato a distanza di 4 anni dalla precedente, risalente all´8 settembre 2013, quando al "Comunale", Scilberto all´86´ e Alessandro Isgrò (ancora lui...) al 90´ realizzarono l´uno-due che mise k.o. il Pistunina nella gara d´esordio vinta col più classico dei punteggi (2-0).


4-1 ALLA "PRIMA", 11 ANNI DOPO IL CASTELDACCIA

Spulciando negli archivi dei precedenti 14 campionati di Promozione disputati, c´è un´altra vittoria per 4-1 nel turno inaugurale. Si tratta della prima giornata del campionato 2006/07 (quello per intenderci concluso con la retrocessione in Prima Categoria dopo il play-out con la Borgatese) ed era anche in quella circostanza un 10 settembre, quando a cadere sotto i colpi della formazione tirrenica all´epoca allenata da Giovanni Giorgianni, fu il Città di Casteldaccia. l


CON LA FIUMEFREDDESE L´ULTIMO 4-1 CASALINGO

Il 4-1 messo a segno dai rossoblù di Beppe Borelli ieri pomeriggio ai danni del Merì, torna al "Comunale" nel frattempo ribattezzato "Pietro Gangemi" a quasi tre anni e 9 mesi di distanza dall´ultima vittoria casalinga con identico punteggio.
Era infatti il 26 gennaio 2014, quando la doppietta di Saporita al 20´e 31´ e le realizzazioni di Ruggeri (48´) e Aricò (76´), regolarono la Fiumefreddese che in quel pomeriggio in riva al Tirreno andò a segno solo dagli undici metri con Romano al 69´.


CON LA ROSA DI BARCELLONA, BILANCIO IN PERFETTA PARITA´

Grazie al successo di ieri, il bilancio con il signor La Rosa, arbitro del match col Merì, diventa in parità. Si trattava della sesta gara dei rossoblù diretta dal fischietto barcellonese e con la vittoria di Vinci e compagni, lo "score" è di 3 affermazioni torresi e altrettante sconfitte. Confermato quindi il "trend" che vuole le partite mai concluse in parità.


L´ASSISTENTE CARUSO, PORTA-FORTUNA DI ISGRO´

Si chiama Giuseppe Nazareno Caruso e oltre a svolgere il ruolo di assistente arbitrale, sembra sia il porta-fortuna di Alessandro Isgrò, il 21enne attaccante originario della frazione torrese di Scala, autore della tripletta che nella ripresa ha permesso al Torregrotta di avere la meglio sul Merì. L´assistente della sezione barcellonese, che ieri ha agito sotto la gradinata, era presente (arbitro l´ennese Gangi) anche il 27 febbraio 2016 al "Lentini" di Mistretta, in occasione dell´importantissima affermazione rossoblù in terra nebroidea per 1-0, decisa da una zampata della giovane punta al 90´.


Realizzazione siti web www.sitoper.it