18 Giugno 2019

A CACCIA DELL’ACUTO SUL CAMPO DELLA CAPOLISTA – A Pedara, Borelli ed i suoi ragazzi rendono visita alla prima della classe.

11-01-2019 17:30 - PROMOZIONE 2018/19


Trasferta da brivido in tutti i sensi, considerata anche l’ondata di freddo che sta sferzando la Sicilia in questi giorni, per il Città di Torregrotta che domani pomeriggio si appresta a rendere visita in quel di Pedara all’attuale capolista del girone nell’anticipo della seconda di ritorno.
Compito arduo, quello che attende i ragazzi di Peppe Borelli, chiamati a respingere gli assalti di uno Sporting che vorrà riscattare davanti al proprio pubblico, la sconfitta di sette giorni fa nel derby con l’Aci S.Antonio per mantenere posizione e distacchi immutati rispetto alle più immediate inseguitrici, Città di Mascalucia in primis.
Si ripete così a distanza di 8 mesi e mezzo, una sfida che se allora, il 29 aprile 2018, disputatasi al “La Carlina” di Trecastagni, valse la permanenza degli etnei in Promozione e spense i sogni di salvezza di un Torregrotta sia pur solo temporaneamente retrocesso, questa volta sul “green” di Pedara, vede le due compagini posizionate agli antipodi della graduatoria e smaniose di far punti per il raggiungimenti dei rispettivi opposti obiettivi.

Alla sfida alle pendici del vulcano, Battaglia e soci arrivano all’indomani della sofferta ma non per questo meno meritata affermazione casalinga sull’ostico Città di Misterbianco, una vittoria servita sia sul piano del morale del gruppo che su quello pratico, per accorciare il distacco dalle concorrenti più immediate. Il calendario però non dà tregua e nel chiedere continuità di risultati alla formazione tirrenica, lo fa sul campo e nel momento meno propizio, vale a dire proprio nel catino della capolista “arrabbiata”.

Alla vigilia di una delle trasferta più dure che attendono i rossoblù nel girone di ritorno, Borelli ha tuttavia una speranza: quella di poter andare in campo liberi e senza eccessive pressioni psicologiche, consapevoli che all’appuntamento di domani, la squadra arrivi vogliosa di dare seguito al match di domenica scorsa e fare una prestazione importante contro un avversario che già da solo dà motivazioni a sufficienza per entrare in campo concentrati sin dal calcio d’avvio.
In tema di convocazioni, il tecnico torrese, pur tra le difficoltà legate ad un impianto di illuminazione letteralmente dimezzato e divenuto improvvisamente inadeguato per sostenere le consuete sedute serali di allenamento, ha preparato al meglio i prossimi 90’ in programma. Unica novità di rilievo, l’assenza tra i convocati del centrale difensivo "ex-Igea" Gabriele Di Stefano, ancora non ripresosi dai malanni che hanno caratterizzato questo scorcio iniziale del nuovo anno.
L’appuntamento per tutti è alle 11,30 dal piazzale antistante il “Gangemi” con una certezza: serviranno undici gladiatori per uscire indenni dall’arena della capolista.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]