20 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

A PASSO DI "OLA", ABBATTENDO I MURI DEL PASSATO – I rossoblù viaggiano ad una media punti superiore rispetto alle squadre del 2001/02 e 2003/04.

04-04-2016 17:30 -



Il metro di paragone erano state finora quelle due squadre così ravvicinate nella collocazione temporale, quanto distanti per struttura, l’una, quella del 2001/02 di Salvuccio Rao, appena tornata dalla Prima Categoria a trovarsi inaspettatamente catapultata in vetta al girone B di Promozione nel quale avrebbe dovuto disputare una stagione di transizione ma che alla fine avrebbe trionfato tagliando il traguardo con tre turni di anticipo davanti al S.Agata. L’altra, quella del 2003/04 di Antonio Alacqua, nata subito per far bene e che diede vita ad un emozionante duello con la Pro Mende, risolto solo allo spareggio con la vittoria dei lucesi e con il Torregrotta che dopo aver perso anche il play-off (0-1 anche qui col S.Agata a Gliaca di Piraino), approdò per la seconda volta in Eccellenza dalla “porta secondaria” del ripescaggio.

In entrambi i casi, con 30 gare disputate, ci si era fermati a quota 62 punti, ad una media di 2,07 punti per gara, che aveva fatto entrare le due formazioni torresi nella galleria delle migliori di tutti i tempi.
Ma i record, si sa, sono fatti per essere battuti e d’ora in avanti, al di là di quello che potrà essere l’epilogo di questo elettrizzante campionato giunto a 180’ dalla conclusione della stagione regolare, a distanza di poco più di due lustri, ecco che crolla anche questo record societario, con Giannicola Giunta ed i suoi ragazzi, a piantare il proprio vessillo più in alto di tutte le squadre che l’avevano preceduti.
63 punti, uno in più rispetto a quelli già menzionati, peraltro ancora suscettibili di miglioramento, con una media di 2,42 su 26 gare disputate per di più in un campionato a 15 squadre. Questo il cammino della vice-capolista del girone B che rispetto ai due squadroni del passato ha senza tema di smentita, una maggiore costanza di risultati.
Lo dice il numero di sconfitte nelle stagioni prese in esame. Sei, di cui due in casa, quelle del 2001/02 (con Rometta Marea, Mistretta, Patti, Interclub e il doppio confronto col S.Agata), addirittura 8, di cui una sola nel Comunale fresco di manto in sintetico, quelle del 2003/04 (con Mamertina, S.Agata, Lipari, Real Messina, Villafranca, Real S.Pietro e i due match con la rivale Atletico Pro Mende), stagione questa nella quale il Torregrotta non conosceva mezze misure (appena 2 i pareggi su 30 gare).
Una sola finora la battuta d’arresto nel campionato in corso, quella sul campo del Barcellona il 21 novembre scorso (1-2).

Con il 3-2 di sabato sul Camaro, inoltre, è stato raggiunto il numero di vittorie in un solo campionato della formazione 2001/02 (19) e si punta adesso ad eguagliare il record storico assoluto del 2003/04, distante una sola lunghezza.

Ritoccato il numero di vittorie consecutive tra le mura amiche. Resisteva dal 9 dicembre 2001, quando grazie all’1-0 sull’Interclub di S.Teresa di Riva per la 14ma di andata, i rossoblù del presidente Sindoni giunsero al settimo pieno consecutivo casalingo. La vittoria di Sciliberto e compagni di sabato pomeriggio è l’ottava di una serie avviata il 29 novembre 2015 col 2-1 sulla Jonica. Ultima compagine ad essere uscita indenne dal rettangolo di gioco di Viale Europa, il Città di Mistretta l’8 novembre.

Resiste ancora, il top delle reti realizzate (60 con Alacqua nel 2003/04), destinato forse a crollare anch’esso, considerato che il numero delle marcature attuale è di 58. Dove finora la squadra di Giunta va già meglio rispetto alle due precedenti è nelle reti incassate (20 contro le 23 del 2003/04 e le 24 del 2009/10).
In tema di reti, doveroso accenno a Rosario Rasà, dominatore incontrastato della classifica cannonieri con 24 reti messe a segno, ad una media di poco superiore al gol a partita (1,05), avendole realizzate in 23 presenze. Il 25enne attaccante della vicinissima Venetico, ha infatti saltato i match con la Santangiolese (3-1 alla 3^ giornata), con il Città di Mistretta (1-1 in casa alla 9^) e alla 13^ la trasferta del Marullo in casa del Camaro (1-1).
I nero-verdi peraltro, contro cui sabato ha messo a segno la settima doppietta stagionale cui si aggiunge il “triplete” ai danni del Città di Messina, erano una delle tre squadre contro le quali quest’anno non era andato ancora a bersaglio. Restano dunque indenni per questa stagione, le porte di Acquedolcese e Città di Mistretta.

CLICCA QUI PER CONSULTARE LA TABELLA AGGIORNATA

Realizzazione siti web www.sitoper.it