04 Dicembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

A QUESTA JUNIORES PIACE SOFFRIRE - Gli "under" di Nunzio Midili, vanno all´intervallo sul 3-0, poi subiscono il ritorno della Pro Mende. Termina 3-2 e si vola al comando del girone.

04-02-2014 22:00 -

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES - FASE PROVINCIALE - GIRONE A - CP.MESSINA
13^ GIORNATA - 4^ DI RITORNO
TORREGROTTA(ME) - Campo Sportivo Comunale - martedi 4/2/2014 - ore 15




TORREGROTTA - 3
PRO MENDE - 2


TORREGROTTA: Vinci, Bertino (32´ Pirrone), Previti, Merlino (46´ T.Romeo), Cattafi (55´ Mangano), Pino, Ruggeri, Cacciotto, Sittineri, Morasca (68´ Falcone), A.Isgrò
a disp.: Villani, E.Romeo
all.: N.Midili

PRO MENDE: Stracuzzi, De Gaetano, Impalà, Lipari, Cambrìa (62´ Nicotina), Mazzù, Trifirò, Ficarra, Schepisi, Cirino (10´ Mancuso), Donato (2´ Saija, 74´ Pastrorelli)
all.: F.Zullo

ARBITRO: G.ppe MERENDINO

MARCATORI: 4´ Ruggeri (T), 22´ Merlino (T), 45´+1´ Isgrò (T), 51´ Trifirò (P), 83´ Schepisi (P)

ANGOLI: 3-1 per la Pro Mende (p.t.2-0)
AMMONITI: 26´ Cacciotto (T), 83´ Impalà (P) e Vinci (T), 87´ De Gaetano (P)
OFF-SIDES: 4-1 per il Torregrotta (p.t.4-0)
RECUPERO: 2´ + 2´

C´è mancato poco che si materializzasse una beffa di dimensioni colossali al Comunale di Torregrotta, dove questo pomeriggio la formazione locale di Nunzio Midili ha prevalso di strettissima misura sulla solita, indomita e caparbia Pro Mende di Franco Zullo, nella quarta di ritorno del girone A Juniores.
Dopo un primo tempo disputato "sopra le righe" e chiuso avanti per 3-0 infatti, l´undici torrese ha letteralmente tolto il piede dall´acceleratore nella ripresa, concedendo l´iniziativa ai giallorossi ospiti che, accorciate le distanze ad inizio ripresa e portatisi sotto ad una manciata di minuti dalla fine, hanno tenuto in apprensione il clan rossoblù fino al triplice fischio del signor Merendino, per un 3-2 che, sofferto per il secondo tempo disputato, ma indubbiamente meritato per quanto visto nell´arco dei 90 di gioco, permette alla formazione del presidente Sindoni di conquistare, complice la rovinosa sconfitta casalinga patita ventiquattro ore prima dal Rometta ad opera di un Riviera Messina Nord da tenere d´occhio, il primato in solitaria nel girone, con due lunghezze di vantaggio sui romettesi e tre sui rivieraschi, prossimi ospiti al Comunale tra due settimane.

Esce comunque dal campo a testa alta la formazione luciese che, rispettando la consolidata tradizione dei derby con il Torregrotta, profonde tutte le energie in corpo fino all´ultima goccia di sudore, giocando una gara garibaldina e senza timore reverenziale verso i più quotati avversari.
Purtroppo a guastare il pomeriggio calcistico in riva al Tirreno, si registra l´infortunio dopo appena 100 secondi dal fischio d´inizio, occorso al giocane attaccante ospite, Marco Donato, classe ´94 che in scivolata in area locale in un duello in velocità con il rossoblù Bertino, poggiava in maniera errata il braccio sul terreno. Gioco fermo per oltre 20´, in attesa che i sanitari del presidio del 118 locale provvedessero a condurre lo sfortunato giocatore al "Fogliani" di Milazzo dove gli è stata riscontrata una lussazione al gomito destro che ha richiesto l´applicazione del gesso, in luogo dell´inizialmente temuto intervento chirurgico, che aveva tenuto in apprensione ambedue i clan.
Al bravo e sfortunato Marco, giungano da parte dell´ASD Torregrotta in tutte le sue componenti, gli auguri più affettuosi per una pronta guarigione e di poterlo presto rivedere in campo con la gloriosa maglia giallorossa luciese.

Ripreso il gioco con notevole ritardo rispetto alla tabella di marcia, dopo soli 2´ i rossoblù sbloccano il risultato con Ruggeri che riceve palla smarcante al centro da Sittineri e libera il destro che si insacca sotto la traversa della porta ospite.
Al 14´ su un errato disimpegno in fase difensiva, Schepisi ruba palla all´altezza della trequarti torrese e si invola verso l´area di rigore in posizione leggermente decentrata sulla sinistra, concludendo però alto in corsa sull´accenno di uscita di Vinci.
Al 16´ è Cacciotto a farsi vivo dalle parti di Stracuzzi sugli sviluppi dell´unico corner calciato dai rossoblù. La staffilata del giocatore di origini messinesi, costringe il portiere ospite ad un difficile intervento in tuffo sulla sua destra.
Al 22´ arriva il raddoppio. Nasce ancora una volta sull´asse Ruggeri-Sittineri, con quest´ultimo che giunto quasi sul fondo, porge arretrato per l´accorrente Merlino che piazza il "piattone" destro ad insaccarsi nell´angolino basso alla destra dell´incolpevole Stracuzzi.
Cinque minuti più tardi, lo Pro Mende potrebbe riaprire il match su un calcio di punizione dalla trequarti di campo rossoblù tutto spostato sulla destra. Sullo spiovente, Schepisi, lasciato solo, stacca di testa da pochi passi, ma trova un Vinci superlativo che d´istinto ed in bello stile, chiude la saracinesca con un tuffo sulla sua sinistra.
Il primo tempo scorre piacevolmente e con i rossoblù che praticano una fitta ragnatela di fraseggi che disorienta gli ospiti e porta spesso gli avanti rossoblù negli ultimi 16 metri dove le copiose conclusioni a rete meriterebbero miglior fortuna. Tuttavia nel primo dei due minuti di recupero concessi dal signor Merendino, arriva il giusto premio con un micidiale contropiede nato da un calcio d´angolo ospite, sul quale Ruggeri innesca il velocissimo Isgrò che si decentra sulla sinistra ed infila un diagonale che conclude la propria corsa nell´angolo più lontano della porta difesa da Stracuzzi, per un 3-0 sul quale si chiude una prima frazione da applausi.

L´entusiasmo per il bel gioco espresso nei primi 45´, produce però effetti negativi tra le file torresi, con la squadra di Nunzio Midili, che commette l´errore di rientrare in campo già paga del risultato. La conseguenza che ne deriva è una scarsa determinazione che consente alla Pro Mende già dopo 6´ dall´avvio, di accorciare le distanze con Trifirò che riceve un pallone in profondità sulla destra ed entrato in area batte Vinci con una conclusione che si insacca alla sua sinistra tra palo e portiere.
Gli ospiti prendono coraggio e provano a riaprire le sorti del match con una punizione di Ficarra dai 20 metri, sulla quale Vinci si produce in un altro intervento plastico sulla sua destra, abbrancando la sfera in volo con presa sicura.
Il Torregrotta si rende davvero insidioso solo al 63´ con Morasca che tenta la soluzione vincente con un destro "a giro" che manda la sfera a fare la barba al palo alla sinistra di Stracuzzi.

Il finale è tutto di marca ospite, con una fiammata all´82´ quando Nicòtina servito a due passi da Vinci, viene provvidenzialmente anticipato al momento di concludere a rete da Romeo che salva in angolo, sugli sviluppi del quale, Schepisi stavolta anticipa tutti e di testa corregge il traversone alle spalle del portiere torrese, portando il risultato sul 3-2 che non si schioderà più fino al triplice fischio con il quale il signor Merendino manda tutti negli spogliatoi.

Si archivia dunque la quarta di ritorno, con il Torregrotta che torna in vetta. Lunedi 10, ad attendere la nuova capolista del girone, ci sarà al "Ciantro" un agguerrito Città di Milazzo, per il primo severo banco di prova che dovrà dire se la nuova capolista del girone A, soffre di vertigini.


LE FOTO DELLA PARTITA - CLICCA QUI)

Realizzazione siti web www.sitoper.it