23 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

A QUESTO TORREGROTTA MANCA SOLO IL...GOL - Ripresa della preparazione questa sera per i rossoblù dopo la sfortunato pomeriggio di Fiumefreddo. In arrivo l´imbattuta Santangiolese

08-10-2013 12:00 -


Si torna al vecchio "clichè": tanto lavoro in mezzo al campo, i complimenti degli addetti ai lavori e...un pugno di mosche in mano.
E´ il pensiero che ricorre frequentemente, all´indomani del viaggio a vuoto in quel di Fiumefreddo, una partita dalla quale, per quello che si è potuto vedere, era lecito attendersi un finale diverso, ma trasformatasi al triplice fischio del siracusano Matarazzo, in una trasferta, l´ennesima, all´insegna dei rimpianti.

"La vittoria del cuore", era l´inizio del commento alla gara, con cui il quotidiano locale in edicola ieri mattina, celebrava la sofferta vittoria della Fiumefreddese e che rende bene l´idea dei 90´ vissuti domenica pomeriggio che, nel day-after hanno lasciato spazio a nostro modo di vedere la situazione e senza nulla togliere ai meriti dell´agguerrito undici di Bucciarelli, a poche ma ben precise considerazioni.

La prima è che la gara disputata con la Castelbuonese prima della sosta, dovrebbe essere stata solo un episodio e non un campanello d´allarme. Il match del "Rossi" infatti ha visto un Torregrotta che colpito a freddo, è stato tutt´altro che arrendevole, anzi piuttosto propositivo tenendo per lunghi tratti in pugno il pallino della contesa e andando vicinissimo alla segnatura in molteplici circostanze, non riuscendovi per imprecisione o per la bravura del portiere etneo Sommese, giudicato il migliore dei 22 in campo.
La seconda è che, sarà pur vero che siamo appena alla quinta di andata, ma la squadra mostra rispetto ad altre del lotto, un ottimo passo e dal punto di vista atletico una condizione pressocchè invidiabile.
La terza, ma non è una bocciatura, quanto una semplice constatazione in attesa di tempi migliori, è che ancora una volta i fatti hanno evidenziato come manchi per il momento agli attaccanti rossoblù quello che in questi casi viene definito il "killer instinct", cioè la capacità di concretizzare le occasioni a volte anche colossali, che turno dopo turno si riesce a costruire.

Nulla comunque è perduto e il tempo consentirà alla giovane squadra torrese, di crescere e maturare e, perché no, al tecnico di trovare la quadratura del cerchio, sperando nel recupero di tutti gli effettivi e puntando ad un immediato ritorno alla vittoria che, come si sa, è sicuramente la miglior cura per tutti i problemi (presunti e reali) e ridà fiducia e soprattutto punti in classifica, che di questi tempi valgono molto più dei complimenti ricevuti.
Non sarà facile naturalmente, perché il calendario propone un avversario certamente non dei più facili (ammesso che quest´anno ne esista qualcuno facile) e questa sera Enzo Borelli e Pippo Bonarrigo riprenderanno a dirigere gli allenamenti della squadra in vista del ritorno al Comunale domenica pomeriggio contro la sorprendente ed ancora imbattuta Santangiolese, protagonista di un ottimo avvio di campionato e ringalluzzita dal pari imposto alla Castelbuonese.
Saranno da valutare le condizioni di Rasà, l´attaccante costretto domenica a dare forfait a pochi minuti dal fischio d´inizio a causa del riacutizzarsi del dolore alla caviglia. Per il resto, il tecnico capitolino dovrà valutare le soluzioni migliori per sopperire alle assenze di La Spada (che sconterà l´ultima delle due giornate di squalifica) ed Impalà (espulso al "Rossi" per fallo da ultimo uomo). Nella lista dei diffidati, inoltre, a Nanìa, questa volta indenne da cartellini gialli dopo l´iniziale 3 (cartellini) su 3 (partite giocate), si è aggiunto capitan Borelli (fallo di mano ravvisato su conclusione avversaria).
La settimana procederà tradizionalmente con le quattro canoniche sedute. Per la serata di giovedi infatti, sembra tramontata l´ipotesi di un´amichevole con una squadra di Prima Categoria, che a meno di novità farà propendere per una sgambatura a ranghi misti.

Realizzazione siti web www.sitoper.it