23 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

AGGANCIO IN ALTA QUOTA, MISSIONE COMPIUTA... - Castelbuonese-Sporting Taormina al comando. Santangiolese e Città di Milazzo insistono. Nelle retrovie vittoria scaccia-crisi per il Torregrotta.

21-10-2013 07:00 -


Aggancio perfettamente riuscito, quello operato sabato pomeriggio dalla Castelbuonese nella giornata in cui lo Sporting Taormina ha dovuto riposare per allineare il proprio calendario a quello dei madoniti. Castelbuono fa festa anche con la squadra di Ciccio Nardi, al suo primo successo in campionato. Se le due palermitane hanno buoni motivi per sorridere, non altrettanto si può dire per le due etnee del girone B di Promozione che solo per il rotto della cuffia e grazie ad un recupero "extra-large", evitano un doppio k.o.
Comincia a far sentire il fiato sul collo delle battistrada, il Città di Milazzo, mentre la Santangiolese prosegue nella sua marcia spedita ed imbattuta e, alla vigilia del proprio turno di riposo, consolida l´attuale terzo posto in graduatoria.
Nelle retrovie della graduatoria, detto già del Castelbuono 1975, fanno bottino pieno anche Torregrotta e Sinagra che allungano il passo e lasciano sensibilmente attardate, Ghibellina, Atletico Villafranca e Riviera Messina Nord.

22 le reti realizzate nelle 7 partite in programma, nessun 0-0 in un turno caratterizzato da 4 vittorie casalinghe, due esterne ed il rocambolesco pari tra Randazzo e Ciappazzi.
Due i rigori concessi dai direttori di gara, di cui uno realizzato ma non decisivo (La Guzza della Fiumefreddese a Sant´Angelo di Brolo) e l´altro fallito da Cortese (Mamertina) ma poi corretto in rete dal compagno di squadra Truglio.

Nel sabato degli anticipi, i riflettori erano puntati sul Marullo dove con una gara priva di sbavature, la Castelbuonese doma il volenteroso Ghibellina e accaparrandosi l´intera posta in palio, completa l´inseguimento al primo posto, obbligando l´undici messinese alla quarta sconfitta interna su altrettante gare disputate a Bisconte.

Va al Sinagra il derby dei Nebrodi contro la Mamertina che con un solo punto negli ultimi 270´ rallenta vistosamente la propria marcia. Marandano al terzo centro in campionato, apre le marcature di un Castelbuono determinato a cogliere il primo successo in Promozione contro un Riviera Messina Nord che sulle Madonie trova disco rosso e che condivide adesso l´ultimo posto della graduatoria con l´Atletico Villafranca che cede l´intera posta in palio al Torregrotta che al termine di una settimana difficile, torna dal "Fagnani" dopo tre sconfitte consecutive, ad una vittoria esterna che mancava dal 9 marzo scorso (Cus Palermo-Torregrotta-1-3) che non risolve i problemi di classifica dei torresi ancora quintultimi, ma può rappresentare l´inizio di un nuovo ciclo.

Minuti della ripresa decisivi in tutte e tre le gare giocate domenica pomeriggio, dove non si è segnato alcun gol nel corso dei primi 45´.

E´ successo a Sant´Angelo di Brolo, dove la locale formazione di mr.Palmeri continua a mietere consensi e vittorie. Questa volta a farne le spese è stata la Fiumefreddese che riesce a pareggiare i conti dagli undici metri, ma non resiste al ritorno di fiamma dei padroni di casa che con Di Giorgio e Gullà (nuovo capocannoniere insieme al milazzese Hien ed al messinese La Speme del Pistunina), confezionano il 3-1 finale.

La Ciappazzi spumeggiante e padrona del "San Giacomo" di Castiglione di Sicilia, ritrova i ruggiti del suo Leone, ma le bollicine di una vittoria da rilancio per i termali, hanno il gusto amaro della beffa che si materializza nel prolungamento del recupero sul campo di un mai domo Randazzo che trova in un difensore, Trazzera, l´uomo della Provvidenza, che mette a segno la zampata del definitivo 2-2 sui titoli di coda.

E´ sufficiente infine una punizione in avvio di ripresa calciata da Bartuccio e corretta dalla barriera, per regalare al Città di Milazzo la terza vittoria consecutiva che lancia i mamertini all´inseguimento del tandem di testa e interrompe la serie-si di un coriaceo Pistunina.

Tra i cannonieri, si forma un terzetto al comando con 4 centri, composto da Gullà (Santangiolese), Hien (Milazzo) e La Speme (Pistunina).
A quota 3 un nutrito drappello di 14 giocatori con 3 reti ciascuno, tra i quali il rossoblù Rasà, che giunto a campionato iniziato (esordio contro la Castelbuonese), viaggia all´interessante media di una rete a partita e realizza a Villafranca Tirrena il primo gol decisivo della sua stagione con il Torregrotta.

Realizzazione siti web www.sitoper.it