12 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IN SPIAGGIA CON NOI... - 3^ puntata - IGEA VIRTUS - TORREGROTTA - 1-0.

03-07-2013 04:30 -
CAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE B - 8^ GIORNATA
BARCELLONA P.D.G. (ME) - Stadio "S.D´Alcontres" - giovedi 1/11/2012 - h.15,00


IGEA VIRTUS - 1
TORREGROTTA - 0


Marcatore: 92´ rig.Amante (I)

IGEA VIRTUS: Pontillo, Mataj (70´ Adamo), Fagone, Mondello, Ravidà, Rappazzo, Ruggeri (87´ Castellino), Caccamo (58´ Siragusano), Amante, Pandolfo, Genovese

A disp.: Fazio, Lo Monaco, P.Iannello, Biondo
All.: P.Ferrara

TORREGROTTA: Caragliano, Giogianni (22´ Arnò), Cucè, Giglio, DF Scibilia, Borelli, Andaloro, Iorio, G.Cambrìa, F.Scibilia (55´ I.Iannello, 79´ Impalà), Saporita

A disp.: D.Cambrìa, Pirrone, Grosso, Sciliberto
All.: E.Borelli

ARBITRO: L.Polizzi di Palermo
ASSISTENTI: S.Tomaso e A.Calderone di Messina

NOTE: Terreno di gioco in buone condizioni. Giornata soleggiata. Spettatori 300 circa

CORNER: 5-4 per l´Igea Virtus (p.t.1-3)

RECUPERO: 2´ + 7´

AMMONITI: 14´ Mondello (I), 25´ Saporita (T), 36´ D.F Scibilia (T), 50´ Cucè (T), 60´ Iannello (T), 62´ Pandolfo (I), 66´ Iorio (T), 90´ Borelli (T)

ESPULSI; 49´ Giglio (T), 72´ Ferrara (all.Igea)

OFF-SIDES: 1-1

Come perdere una partita, dopo aver rischiato poco o nulla contro un avversario che ha impegnato Caragliano solo con sporadiche quanto velleitarie conclusioni e dopo aver avuto tre nitide occasioni da rete, giocando l´intera ripresa in inferiorità numerica (di cui nessuno si è accorto...ndc), con un´espulsione "invertita" e con un calcio di rigore in pieno recupero, nato da una rimessa laterale battuta con eccessiva disinvoltura...
E´ sicuramente la legge (non scritta) del calcio, che punisce allorquando si dilapidano le opportunità avute, pagando poi con l´unico vero tiro diretto verso lo specchio della porta da un´Igea Virtus oggi messa severamente in difficoltà da un Torregrotta che non si è tirato indietro, rispondendo colpo su colpo e che ha giocato una partita ordinata ancorchè "scellerata" in fase realizzativa, che fosse finita ai punti, avrebbe senza ombra di dubbio legittimamente premiato l´undici rossoblù.
I tre punti invece vanno alla compagine di Pasquale Ferrara, che continua la propria marcia verso la vetta della classifica, mentre al Torregrotta (un punto negli ultimi 270´ disputati), a parte i complimenti per quanto fatto vedere in campo, non resta che recitare il classico "mea culpa".

Poche le occasioni segnate sul taccuino. La cronaca del derby, infatti, è alquanto scarna e per i padroni di casa, si può riassumere in un tentativo dopo appena 6 secondi di gioco(!!!), quando sul calcio d´avvio, l´Igea si è letteralmente catapultata verso i 16 metri avversari, con un´azione rapida e ben congegnata che ha messo Genovese nelle condizioni di calciare a rete, mandando però la sfera sul fondo. Per il resto, poco o nulla da segnalare sul fronte igeano, con tentativi senza pretese, ad opera dei vari Mondello, Amante e Genovese.
Accade invece che è il Torregrotta a far venire i brividi sulla schiena della tifoseria barcellonese.
E´ infatti il 30´ quando Francesco Scibilia, innesca sulla destra Saporita che fatto fuori il marcatore diretto, si accentra e quasi dal limite indirizza verso il sette alla destra di Pontillo, bravo nella circostanza a intercettare, deviando in bello stile in angolo.
L´Igea sbanda e capisce che stavolta dovrà riunciare alle "scorpacciate" di reti dei turni precedenti. Di contro il Torregrotta sale in cattedra ed al 38´, ancora Francesco Scibilia pennella questa volta un preciso traversone dalla sinistra, sul quale si avventa Saporita che all´altezza del dischetto e con Pontillo in uscita, controlla ma tira addosso al portiere che d´istinto salva in corner.
Chiusa la prima frazione con una punizione al 47´ e tiro da dimenticare di un deludentissimo Mondello (notatosi ad onor del vero, più per i chili di troppo che per le sue giocate...ndc), la ripresa si apre con uno degli episodi chiave del derby, allorquando sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina a favore dei barcellonesi, Ravidà e Giglio entrano in contatto, con il n.5 igeano che rifila una testata al debuttante centrale difensivo rossoblù.
La segnalazione del signor Tomaso, che richiama l´attenzione del direttore di gara, sembra il preludio dell´espulsione per il giocatore locale, come temuto dai compagni di squadra, ma incredibilmente e dopo un fitto ma breve conciliabolo, Polizzi estrae il cartellino rosso nei confronti del n.4 rossoblù che lascia i compagni in inferiorità numerica dal 49´.
Il resto della ripresa non fornisce molti spunti di cronaca, se non l´allontanamento dalla panchina al 72´ dell´allenatore igeano Ferrara e il Torregrotta seppure in inferiorità numerica, non mostra di soffrire più di tanto, anzi, all´86´ ha l´opportunità per sbancare il "D´Alcontres" ancora una volta con Saporita, che ben imbeccato da un preciso lancio del neo entrato Impalà, "ubriaca" il malcapitato difensore avvesario e sull´uscita di Pontillo, con un tocco felpato di esterno destro, manda la sfera incredibilmente a lato, ricacciando in gola, l´urlo del gol.
Allo scadere del 90´, come nei migliori thrilling, l´episodio decisivo. Amante recupera un pallone all´altezza dei 16 metri sulla sinistra ed entrato in area, sull´opposizione di Borelli, finisce a terra. Polizzi indica il dischetto e lo stesso Amante, con un tiro forte e centrale che si insacca appena sotto la traversa, manda in paradiso i suoi, condannando il Torregrotta ad una beffa atroce.



PER VEDERE LE FOTO DELLA PARTITA, CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account