25 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

AL TORREGROTTA NON RESTA CHE FARE I CONTI CON LO "SPREAD" - La sconfitta col Castelbuono complica i piani dei rossoblù. Da stasera si prepara l´anticipo di Sinagra.

11-03-2014 07:00 -
Una fase della partita di andata tra Torregrotta e Sinagra, terminata 2-2
Pagata (con gli interessi) la prima rata del "dopo-Milazzo" con la sconfitta casalinga di domenica pomeriggio contro un ordinato e cinico Castelbuono, bravo a finalizzare gli unici due errori "gravi" della volenterosa ma pur sempre rabberciata retroguardia rossoblù retta da un Borelli versione muraglia cinese, si va avanti spostando le attenzioni sul prossimo impegno in calendario con il count-down che adesso segna il "-4" ed una situazione di classifica che, con i madoniti di Nardi ed il Randazzo virtualmente fuori dalla mischia, lascia a Torregrotta e Fiumefreddese l'ingrato compito di controllarsi alle spalle dal ritorno di un Riviera Messina Nord, calendario alla mano ancora non del tutto "out" e che dovendo rendere visita a Saporita e compagni nella giornata conclusiva, va tenuto nella debita considerazione .

Obiettivo in casa rossoblù, a questo punto della stagione, mantenere inalterato lo "spread" (termine per decenni conosciuto solo nell'ambito dei mercati finanziari e delle borse ma ormai di moda in tempi di crisi economica) dei 10 punti dalla terzultima, provando perché no, a chiudere anzitempo la pratica anche se non sarà per nulla facile visti i "clienti" in lista d'attesa da qui e fino al termine della stagione regolare .

Si comincia, anzi si ri-comincia con il Sinagra e si apre con la consueta seduta del martedi a ranghi ridotti per via dell'impegno pomeridiano dei 10 "under" facenti parte del gruppo della Prima Squadra, per il Torregrotta che si ritroverà dalle 18 al Comunale a poco più di 48 ore dalla sconfitta interna subita ad opera del Castelbuono, passato per 2-1 su di una compagine che pur con tutte le assenze di rilievo, ha comunque retto il confronto con l'undici palermitano al punto che se la gara fosse terminata sul risultato di parità, non ci sarebbe stato nulla da obiettare.

Vero è che sul piano dell'organizzazione del gioco e dell'iniziativa, il Castelbuono è apparso più in palla soprattutto nella ripresa, ma va dato comunque atto che nei 90 e passa minuti in cui si è dipanata la partita, i ragazzi in casacca rossoblù hanno dato tutto quel che era nelle loro possibilità con Giunta che ha dovuto fare i classici salti mortali dovendo sopperire alla contemporanea assenza di 7 giocatori (Bertino, Irrera, Impalà, Pirrone e Scibilia in difesa, Sciliberto a centrocampo e Ruggeri in avanti).

Da ciò ne è scaturita l'accettazione incondizionata del risultato maturato, quasi una malcelata rassegnazione per una sconfitta da più parti annunciata che però è evidente che non deve diventare un alibi nel prosieguo della volata finale che propone a stretto giro, sabato, l'ultimo anticipo stagionale per i rossoblù, ospiti sabato 15 del Sinagra, la disinvolta e perché no, brillante matricola allenata da mr.Andrea Ioppolo che si avvia a concludere con una tranquilla permanenza, tra la legittima soddisfazione dell'entourage nebroideo e dei propri sostenitori, questo primo torneo di Promozione.

La settimana di avvicinamento alla gara, si svilupperà secondo lo schema tradizionale nonostante l'anticipo di 24 ore, con Giunta e l'attento preparatore atletico Bonarrigo, a dirigere la preparazione al match per il quale sono attesi al rientro, Ruggeri dalla squalifica per un turno ed i difensori Scibilia e Pirrone, resisi indisponibili nell'ultima uscita di campionato.
Si preparerà con cura una trasferta, quella del "Barone Salleo", dalla quale i rossoblù, nonostante le difficoltà derivanti dalla forza e dalla carica agonistica di un avversario che non vorrà fallire l'appuntamento dinanzi ai propri tifosi, dovranno cercare di non tornare a mani vuote.

Realizzazione siti web www.sitoper.it