23 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

ALLIEVI, MISSIONE COMPIUTA - Nella "battaglia del Vasi", prova di carattere dei rossoblù di Nunzio Midili che domano la Nuova Rinascita.

22-02-2014 08:30 -
16´ Pino (n.6) sta per calciare la punizione che si stamperà sulla traversa pattese

CAMPIONATO REGIONALE ALLIEVI - GIRONE C - 22^ GIORNATA - 9^ DI RITORNO
GLIACA DI PIRAINO (ME) - Campo Sportivo "Enzo Vasi" - sabato 22/2/2014 - ore 17,30



NUOVA RINASCITA -2
TORREGROTTA - 2


MARCATORI: 1´ p.t. Avellino (NR), 2´ s.t. Sapienza (T), 14´ s.t. Masi (NR), 17´ s.t. Sittineri (T)

NUOVA RINASCITA: Casilli, Mita, Masi, Calderone, Lupica, Lionti, Avellino, Muscarà (25´ s.t. Cultrona), Accordino, Nicolosi, D´Angiolella
a disp.: Vercelli, Accetta

TORREGROTTA:Villani, Mondo, Mamola (28´ Trovato), Cattafi, Puleo, Pino, Romeo (38´ s.t.Pruiti Ciarello), Falcone, Crimaldi, Sittineri, Sapienza
a disp.: Cerasuolo, Schillaci
all.: N.Midili

ARBITRO: G.nni PARATORE di Messina

NOTE: Spettatori un centinaio circa con nutrita rappresentanza ospite. Serata fresca con abbondanti scrosci di pioggia durante l´intero arco della partita.

ANGOLI:4-3 per la Nuova Rinascita (p.t.2-2)
AMMONITI: 32´ p.t. Mita (NR), 35´ p.t.Pino (T), 29´ s.t. Sittineri (T)
RECUPERO: 2´ + 4´
OFF-SIDES: 1-1 (p.t.1-1)


Emozioni a getto continuo, pali, traverse, tensioni (a volte anche eccessive...ndr) in campo ed in tribuna e quattro gol.
C´è stato di tutto (e forse anche di più) nel 2-2 maturato ieri sera a Gliaca di Piraino tra gli Allievi Rregionali di Nuova Rinascita ed i ragazzi de Torregrotta che tornano dall´Enzo Vasi dell´impianto pirainese con un punto di quelli che fanno classifica, permette di raggiungere quota 20 e consente di proseguire la lenta ma sicura marcia verso la permanenza, contro la formazione pattese di Nunzio Canduci che riponeva negli 80´ del Vasi, le speranze di agguantare una penultima posizione che già nel pomeriggio, saputo della vittoria esterna del Riviera Nord nel derby col Curcuraci, incominciava a diventare impresa disperata.

Che si trattasse di una partita sicuramente non facile a dispetto dell´ultimo posto della squadra di casa, era ampiamente prevedibile, così come era nella logica delle cose attendersi una Nuova Rinascita che scendesse in campo disposta a tutto pur di conquistare i tre punti in una partita nella quale i destini delle due contendenti erano legati a doppio filo. Corsa per la permanenza diretta per il Torregrotta, bagarre per evitare la retrocessione diretta per i biancoazzurri di casa.
Merito pertanto ai ragazzi rossoblù, di essersi comportati caparbiamente e col coltello tra i denti, senza essersi disuniti soprattutto dopo il gol a freddo, giunto dopo 34" dal fischio d´inizio del direttore di gara, che aveva incanalato il match subito in salita.

La gara, giocata dinanzi ad un numeroso pubblico ed in una serata piovosa che ha reso il clima già di per sé teso, ancora più da battaglia agonistica senza esclusione di colpi, come dicevamo, parte subito con i padroni di casa che sbloccano il risultato quando ancora il cronometro non ha ultimato il suo primo giro di lancette.

E´ infatti Avellino per la Nuova Rinascita che ricevuta palla all´altezza dei 25 metri sulla sinistra e liberatosi dalla marcatura ancora in fase di assestamento, indirizza di precisione all´incrocio dei pali alla sinistra di Villani.

Al 4´ una combinazione veloce tra Crimaldi e Romeo, mette il giocatore torrese nelle condizioni di battere a rete, ma il tiro forte ed insidioso non sortisce effetto alcuno.
Al 16´ il Torregrotta va vicinissimo al pari su calcio di punizione di Pino che dal limite lascia partire un destro terrificante che si stampa sulla traversa e rientra in campo con Casilli, il portiere locale ormai fuori causa.

Al 26´ sul secondo corner a favore, la Nuova Rinascita potrebbe raddoppiare in un´azione convulsa all´altezza dell´area piccola torrese e nella quale la sfera, inizialmente deviata di testa da un difensore rossoblù sul palo sinistro, come impazzita danza pericolosamente nell´area piccola e come una pallina da flipper finisce tra i piedi di due attaccanti pattesi che a porta sguarnita non riescono ad insaccare.

E´ il 35´ quando su retropassaggio al portiere giudicato volontario dal signor Paratore, il Torregrotta beneficia di un calcio di punizione indiretto in area dei locali, ma questa volta Pino non sfrutta a dovere l´opportunità, calciando alto sopra l´incrocio alla sinistra di Casilli.

Al 39´ancora la Nuova Rinascita si presenta dalle parti di Villani con Avellino che da posizione defilata sulla sinistra non trova l´angolo giusto, mandando sul fondo.

Al rientro dagli spogliatoi, il Torregrotta si presenta più determinato e raggiunge il pari al 2´ sugli sviluppi di una punizione calciata da Pino dalla trequarti locale. La sfera piomba in area avversaria dove Sapienza in corsa sul versante più lontano del fronte d´attacco torrese, non manca l´appuntamento con il tiro che gonfia la rete della Nuova Rinascita e ristabilisce l´equilibrio.

Al 7´ ci prova Accordino per i padroni di casa, ma il tiro da posizione centrale e vantaggiosa, termina la sua corsa a lato alla sinistra di Villani.

Al 14´ la Nuova Rinascita si riporta avanti col punteggio. Calcio d´angolo battuto dalla destra e, sullo spiovente che giunge nell´area piccola, capitan Masi non ha difficoltà a svettare e di testa battere per la seconda volta Villani.

Tutto da rifare quindi per il Torregrotta che però non si perde d´animo e replica immediatamente tre minuti più tardi quando su calcio di punizione fischiato all´altezza dei 20 metri leggermente decentrati sulla destra per intervento falloso ai danni di Trovato, il tiro di Sittineri inquadra lo specchio e con l´ausilio del velo dello stesso Trovato, beffa Casilli, mandando il pallone ad adagiarsi alla destra del portiere.

La Nuova Rinascita accusa il nuovo pari degli ospiti e nei minuti conclusivi è il Torregrotta a salire in cattedra cercando il colpo del k.o. contro un avversario che di minuto in minuto appare sempre più sfiduciato e sulle ginocchia.

Ben tre le occasioni per i rossoblù. Al 34´ con una fuga di Sapienza sull´out di sinistra e conclusione che supera Casilli ed attraversa pericolosamente l´intera area piccola terminando fuori di un soffio e nei minuti di recupero con una punizione calciata da Sittineri dai 30 metri e sulla quale Casilli interviene come può e con un tentativo di Romeo poco entro l´area in diagonale al volo, con palla che sibila sulla traversa.
L´ultima opportunità porta ancora la firma di Sapienza che in contropiede si presenta dinanzi all´estremo difensore locale. Sembra fatta, ma il tiro in corsa dell´attaccante rossoblù finisce sull´esterno della rete alla destra di Casilli.
Giusto così, il pari premia entrambe le squadre per gli sforzi profusi, ma se in casa torrese è accolto con legittima soddisfazione ed avvicina sempre più al traguardo, per la coraggiosa e caparbia Nuova Rinascita, ha il peso di un macigno che potrebbe aver segnato definitivamente la sfortunata stagione dell´undici pattese che con 6 punti dal penultimo e 7 dalla terzultima, si aggrappa ad un miracolo per cercare di evitare la retrocessione.

In casa rossoblù manca ancora poco, ma guai a considerarsi già al sicuro perché il calendario non concede distrazioni. Sabato pomeriggio infatti, al Comunale, è di scena il derby con i forti "cugini" del Valle del Mela.

Realizzazione siti web www.sitoper.it