30 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

DALLA VITTORIA DELLA SPERANZA A QUELLA DEL RILANCIO - Dal gol-vittoria di Rocco Pino nel 2002 a quello di Salvatore Leo nel 2015. I precedenti rossoblù al "La Carlina" di Trecastagni.

15-09-2017 05:00 -
Una veduta dello stadio "La Carlina" di Trecastagni



Edizione n.4 del doppio confronto fra Trecastagni e Torregrotta, che dopo essersi inizialmente affrontate per due stagioni in Eccellenza nei campionati 2002/03 e 2004/05, si incrociano in Promozione a distanza di tre stagioni dall´ultimo precedente, relativo al campionato 2014/15.

Il bilancio delle 6 sfide disputate è al momento favorevole ai torresi, usciti sconfitti in due circostanze, prevalendo in ben 4 occasioni, due delle quali proprio al "La Carlina", teatro del match di domenica pomeriggio, dove il 5 ottobre 2014 ottenne contro l´Aci Sant´Antonio che per via dell´indisponibilità del proprio rettangolo di gioco, scelse il manto erboso di Trecastagni quale campo neutro, un rocambolesco pareggio per 3-3, sempre con Peppe Borelli in panchina, contrassegnato da 5 reti negli ultimi 20´ di gara (36´ Russo per i locali, 72´ Ruggeri e 76´ Sciliberto per il sorpasso tirrenico, 79´ Pagini per il 2-2, 86´ Irrera che firmava il nuovo vantaggio torrese e definitivo e beffardo pari etneo ancora con Russo al 91´).

Tornando ai confronti in casa del Trecastagni, la "prima volta" del Torregrotta al "La Carlina", fu baciata dalla buona sorte, considerato che il 10 novembre 2002, al suo primo campionato di Eccellenza, dopo un primo tempo equilibrato e che lasciava presagire un nulla di fatto, l´undici torrenico trovava al 34´ della ripresa il gol-vittoria. A realizzarlo l´allora 23enne Rocco Pino, torrese purosangue della frazione Scala e grazie a quella vittoria, il Torregrotta lasciava il "fanalino" di coda all´Acicatena, causando nel contempo le dimissioni del tecnico etneo Moschetto, anche se a fine stagione non riuscì ad evitare la retrocessione per mano del Palazzolo nel play-out di Enna.

Nel secondo match a Trecastagni, il 19 febbraio 2005, una prova generosa e dalle buone trame di gioco della squadra impelagata nelle sabbie mobili della bagarre per la permanenza e da poche settimane affidata ad Antonio Alacqua, resero difficile la vita della formazione allenata da Tosto che soltanto allo scadere del primo tempo avrebbe sbloccato il punteggio con Ranno.
Nella ripresa, il maggiore tasso tecnico ed un avversario smaliziato, presero decisamente il sopravvento, facendo sì che i padroni di casa pervenissero al raddoppio con un preciso diagonale di Peri al 18´, sfiorassero il tris a metà ripresa dagli undici metri con Fama che respinge il rigore calciato da Scalia per atterramento di Peri ad opera di Molino ed infine mettessero il sigillo con lo stesso Scalia che riscattava l´errore dal dischetto con un´azione individuale, conclusa deponendo in rete da pochi passi dopo uno slalom tra un paio di avversari.
Con quel risultato il Trecastagni, grazie alle concomitanti sconfitte di Camaro (0-2 col Villafranca) ed Acicatena (1-2 a Palazzolo), saliva al quarto posto, dietro la capolista Comiso, il Misterbianco e lo stesso Villafranca, mentre il Torregrotta, tredicesimo con 25 punti, vedeva allontanarsi il terzetto Palazzolo-Mascalucia-Scordia, che vincendo i rispettivi incontri con Acicatena, Leonzio e Tortorici, scavava il solco decisivo che avrebbe condannato i rossoblù al play-out di Taormina con lo Scordia che avrebbe sancito la nuova retrocessione.

Infine il precedente più recente, quello del 14 febbraio 2015, quando uno "splendido" Torregrotta, con una partita esemplare impreziosita dall´imperioso colpo di testa di Salvatore Leo su punizione "pennellata" da Andrea Irrera al 23´ del primo tempo, sbanca il "La Carlina" e nel week-end di Carnevale, indossati i panni del corsaro, fa saltare la santabarbara di un Trecastagni vice-capolista ma in quel periodo in crisi d´identità e reduce da una settimana burrascosa, iniziata all´indomani della clamorosa sconfitta etnea col Randazzo e che, proseguita con le dimissioni del tecnico Barbagallo, sfociò in quel pomeriggio in cui con ogni probabilità, il blitz torrese segnava il "break" decisivo per la corsa all´Eccellenza dello Sporting Taormina riaprendo totalmente la corsa play-off e, soprattutto, lanciando l´undici rossoblù di Giannicola Giunta, che a metà girone di andata era penultimo in classifica, verso un clamoroso sesto posto finale.



TRECASTAGNI-TORREGROTTA,...FINORA E´ ANDATA COSI´...


ECCELLENZA 2002/03

10/11/2002... TRECASTAGNI - TORREGROTTA - 0-1 79´ R.Pino
09/03/2003... TORREGROTTA - TRECASTAGNI - 1-0 68´ Baccarini



ECCELLENZA 2004/05

24/10/2004... TORREGROTTA - TRECASTAGNI - 3-0 4´, 31´ e 55´ su rig. Belfiore
19/02/2005... TRECASTAGNI - TORREGROTTA - 3-0 44´ Ranno, 63´ Peri, 90´ Scalìa



PROMOZIONE 2014/15

25/10/2014... TORREGROTTA - TRECASTAGNI - 0-2 80´ Balsamo, 85´ Giardina
14/02/2015... TRECASTAGNI – TORREGROTTA – 0-1 23´ Leo


GIOCATE: 6
VITTORIE TORREGROTTA: 4
PAREGGI: 0
VITTORIE TRECASTAGNI: 2
RETI TORREGROTTA: 6
RETI TRECASTAGNI: 5

A TRECASTAGNI

GIOCATE: 3
VITTORIE TORREGROTTA: 2
PAREGGI: 0
VITTORIE TRECASTAGNI:1
RETI TORREGROTTA: 2
RETI TRECASTAGNI: 3

Realizzazione siti web www.sitoper.it