23 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

AVANTI CON ENZO BORELLI. IL TORREGROTTA FA QUADRATO PER SUPERARE LA CRISI - Vertice squadra-tecnico-società al Comunale.

15-10-2013 21:47 -
Il confermato tecnico del Torregrotta, Enzo Borelli


Malgrado la buona volontà, non si è riusciti ancora a mandar giù il boccone amaro di domenica pomeriggio e della prestazione imbarazzante sotto tutti i punti di vista di una squadra alla quale non si chiede certamente la luna sotto forma di un campionato da vertice, ma che avendo a riferimento gli obiettivi societari, ha palesato confusione un po´ in tutti i reparti, con un attacco con pochi rifornimenti (e anche quei pochi, sono stati banalmente gettati alle ortiche...ndr), un centrocampo a corto di idee ed una difesa sotto pressione.

Aveva lasciato ben sperare, ad onor del vero, il promettente inizio gara con la Santangiolese, paradossalmente in controtendenza con il trend dell´ultimo periodo che ha visto i rossoblù partire sempre col freno a mano tirato per poi dare il meglio di sé nella ripresa, ma l´improvviso 0-1 dopo 17´ ha prodotto il black-out di una reazione che non c´è stata, come se la squadra fosse già rassegnata all´andazzo del periodo, salvo riprendersi dal torpore quando era però ormai troppo tardi.
Volendo trovare qualche nota positiva, per quanto tutto resti relativo, vanno elogiate le prove singole dell´esordiente Carrozza e di Rasà. Per il difensore, alla sua prima in Promozione e con il delicato compito di coprire il fronte sinistro dell´attacco ospite, va detto che non ha avvertito alcuna emozione del debutto, giocando tutti e 90 i minuti con sufficiente personalità. L´attaccante, arrivato alla vigilia del match con la Castelbuonese e costretto a guardare la partita con la Fiumefreddese dalla panchina per i postumi di un infortunio, ha confermato senso della posizione e fiuto del gol, andando a segno per la seconda volta nelle due occasioni in cui ha timbrato il cartellino delle presenze.

Certo, la squadra è giovane e rinnovata nei ruoli cardine ed ha avvertito in mezzo al campo, l´assenza per squalifica di un mastino del calibro di La Spada che contro la Santangiolese ha scontato la seconda ed ultima giornata di stop del Giudice Sportivo, ma questa non è sicuramente l´unica causa della pesante caduta di una squadra che gioca con l´ansia e la paura di sbagliare ed il cui nervosismo in mezzo al campo ha avuto nell´espulsione di Salvatore Scibilia e l´ammonizione di Beppe Borelli, gli eventi simbolo (e buon per Nanìa che il signor Selmi abbia sorvolato su qualche scaramuccia iniziale con il suo avversario diretto...ndr).

Cosicchè questa sera, il Presidente rossoblù Nino Sindoni e la dirigenza, hanno tenuto a raccolta tecnico e giocatori nello spogliatoio per un inusuale martedi sera di inizio preparazione, volto ad affrontare tutti insieme l´emergenza e cercare di capire, guardandosi negli occhi, quali siano le cause di questa involuzione, soprattutto dal punto di vista dell´atteggiamento in campo della squadra, con l´obiettivo di voler uscire al più presto da una situazione che anche se nel calcio nulla è scontato, è per certi versi inverosimile.
Un´ora e mezza di confronto nel chiuso dello spogliatoio, durante le quali sono state analizzate le possibili cause di un avvio di stagione che da promettente come si era prospettato, è andato via via peggiorando con tre sconfitte di fila che, malgrado si sia provato a gettare acqua sul fuoco, non hanno aiutato di certo a rasserenare.

Alla fine, è prevalsa la linea della continuità, con la società che ha fatto scudo attorno ad Enzo Borelli e con la squadra che dopo il "redde rationem" di un chiarimento rivelatosi costruttivo, si è schierata anch´essa a fianco del tecnico, uscendo dal faccia a faccia ulteriormente responsabilizzata per ritrovare al più presto e sin da sabato pomeriggio nel delicatissimo derby a Villafranca Tirrena, il piglio battagliero necessario per raddrizzare una stagione iniziata già in salita per una squadra che non finiremo mai di dirlo, non consideriamo da zona play-out, bensì qualitativamente composta da giocatori in grado di dire la loro in un girone ampiamente alla loro portata.
Domani la parola passerà nuovamente al campo e si tornerà a parlare di tattica ed atletica per cominciare a preparare a dovere l´anticipo del "Fagnani".

Realizzazione siti web www.sitoper.it