04 Dicembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

BUONA PROVA NONOSTANTE IL RISULTATO - Arena e Giglio giudicati tra i migliori dei 22 in campo.

04-02-2013 11:30 -
Giovanni Arena in azione tra alcuni avversari del Rocca


Seconda sconfitta interna consecutiva per il Torregrotta, la quarta negli ultimi 360´, ma ancora una volta voti tutt´altro che mediocri per i rossoblù scesi in campo ieri contro il Rocca. Naturalmente non si tratta, né si potrebbe trattare di valutazioni sopra le righe, ma nello stilare le pagelle, il corrispondente della Gazzetta del Sud ha in buona parte fotografato la partita, "premiando" la squadra di casa ed evidenziando la prova tutt´altro che priva di sbavature degli ospiti che al Comunale, hanno sì disputato una gara accorta e, soprattutto nel primo tempo sorniona, ma hanno dimostrato di soffrire la disposizione tattica con la quale Enzo Borelli per oltre due terzi di gara aveva messo sotto scacco l´undici nebroideo.
La palma dei migliori nelle file torresi, va dunque a Giovanni Arena, ancora una volta onnipresente (anche se la "cattiveria agonistica" dei primi minuti aveva fatto temere il peggio...ndr) e Giglio, che ha concluso claudicante il match, ma sempre puntuale e preciso nelle sue chiusure.

Non sono state da meno dal punto di vista dell´intensità e dell´efficacia, le prove di Rocco Pino (peccato per l´ammonizione...ndr), Ciccio Romeo, Beppe Borelli e, per la mezz´ora in cui è stato in campo, Giovanni Cambrìa, che aveva confermato il suo attuale buon stato di forma.
Sufficienza piena per il giovane portiere Domenico Cambrìa, che gol a parte ed un´improvvisata quanto avventurosa uscita nel primo tempo, se l´è cavata egregiamente nelle rare occasioni in cui i bombardieri in maglia bianca a scacchi azzurri hanno provato ad insidiarlo nel secondo tempo, visto che se nel primo fosse rimasto negli spogliatoi, non se ne sarebbe accorto nessuno per via della pochezza del gioco offensivo ospite nei primi 45´ quando il Rocca ha tentato con dei velleitari tiri dalla lunghissima distanza, di impensierire l´attenta retroguardia rossoblù.
Giudicate da "6" le prove di tutti gli altri, compreso il tandem avanzato che come sempre, svolge una mole di lavoro ed un movimento continuo su tutto il fronte, non indifferenti, senza riuscire però a concretizzare a dovere.

Provando a dare infine una chiave di lettura al "5" assegnato al signor Inzerillo, si può ipotizzare che la valutazione del corrispondente sia dettata da una non sempre corretta applicazione di un identico metro di giudizio di alcuni falli nel corso dell´intero arco del match, con il fischietto palermitano intento a sventolare cartellini gialli come fossero coriandoli (forse in tema col periodo...) nei confronti dei giocatori di casa.
Siamo convinti però che al di là di certe valutazioni che restano pur sempre soggettive ed insindacabili e sulle quali è inutile soffermarsi più di tanto, il voto scaturisca dall´esiguo recupero concesso (solo 2 minuti). Sarà infatti pur vero che nella ripresa si è assistito a sole due sostituzioni, ma è altrettanto innegabile che, al di là se la rimonta rossoblù si fosse materializzata o meno, alcune prolungate interruzioni per contrasti di gioco, ne avrebbero richiesto almeno il doppio.

I VOTI DEL TORREGROTTA

D.CAMBRIA 6
CUCE´ 6
GIGLIO 7
PINO 6,5
F.ROMEO 6,5
G.BORELLI 6,5
MANGANO 6
ARENA 7
G.CAMBRIA 6,5 (30´ IMPALA´ 6)
SCILIBERTO 6 (73´ ARICO´ 6)
SAPORITA 6

I VOTI DEL ROCCA CAPRILEONE

ADAMO 6
FAZIO 6
CURASI´ 5 (60´ Al.TRUGLIO 6,5)
GIACOBBE 6,5
VENEZIA 5,5
ZINGALES 6
MANIACI 7
MARGO´ 6
CICIRELLO 5,5
IUCULANO 5,5
ONOFARO 5,5

ARBITRO: INZERILLO di Palermo 5,5

Fonte: Gazzetta del Sud

Realizzazione siti web www.sitoper.it