28 Giugno 2022
NEWS
percorso: Home > NEWS

CAPITOLO PROMOZIONE RINVIATO AGLI ULTIMI 90´ - Risultati come da pronostico. In coda, il Riviera Messina Nord fa compagnia a Ghibellina ed Atletico Villafranca e retrocede.

31-03-2014 06:00 -
Alessandro Aricò festeggiato dai compagni dopo aver realizzato il 2-2
Tutto quasi perfettamente da copione nella penultima giornata del Girone B e verdetto promozione rinviato agli ultimi 90 minuti della stagione regolare nei quali troverà risposta anche l'interrogativo se si disputerà il primo turno dei play-off.
Sta di fatto che ancora una volta, dopo lo scorso campionato, la promozione in Eccellenza si deciderà al fotofinish, con non poche chances di un finale affidato all'affascinante ma pur sempre crudele soluzione allo spareggio.

Dove invece è tutto deciso è nella zona bassa della classifica, nella quale si conosce anche il nome della terza retrocessa in Prima Categoria, il Riviera Messina Nord, che soccombendo nella "battaglia" infinita del "Bonanno" contro la vice-capolista Castelbuonese al termine di una gara tiratissima e nella quale l'undici messinese era riuscito a riequilibrare il match, ha mantenuto inalterato il distacco di 13 punti dalla Fiumefreddese e, per effetto della regola dei 10 punti di margine, non disputerà il play-out con gli etnei retrocedendo direttamente al piano inferiore.

Nel sabato degli anticipi, detto della Castelbuonese, riuscita a cogliere la vittoria che serviva per mantenere vive le possibilità di vittoria finale del girone, la capolista Sporting Taormina ha svolto diligentemente il proprio compito, incamerando l'intera posta in palio e l'ottava vittoria consecutiva, superando la Fiumefreddese e dando così appuntamento ai suoi sostenitori al turno di chiusura quando a Sant'Angelo di Brolo sarà necessario inanellare la nona per approdare in Eccellenza.

Proprio la Santangiolese, espugnando al termine di un'emozionante altalena di gol il "Barone Salleo" del Sinagra, continua a credere nella possibilità di un play-off contro il Città di Milazzo che da par suo, attende la ripresa per realizzare le due reti al già retrocesso Ghibellina, che permettono ai mamertini di restare a +7 dai nebroidei. Una vittoria, quella del Milazzo, firmata da due "ex-rossoblù", Rasà e, allo scadere con il portiere Stefano Bucca, che con un rinvio dalla propria area, ha sorpreso il proprio collega dirimpettaio.

Nell'ultimo degli anticipi, la Mamertina si congeda dal proprio pubblico, impattando 2-2 con il Torregrotta, un risultato che se alla squadra di Massimo Bontempo (nella foto) è servito per raggiungere la fatidica quota 40 e puntellare il sesto posto, ai rossoblù tirrenici ha giovato per certificare con un risultato utile la permanenza diretta con un turno di anticipo.

Nelle due gare domenicali prive di riflessi per la classifica, il Castelbuono liquida nei primi 20 minuti la pratica Atletico Villafranca, mentre a Mili Marina, Pistunina e Ciappazzi chiudono con la sagra dei gol (4-2), con i rossoneri di casa che terminano al quinto posto alla vigilia della trasferta proibitiva sul campo della Castelbuonese, mentre la Ciappazzi, che riposerà nel turno conclusivo, termina ufficialmente la propria stagione a quota 32.

Realizzazione siti web www.sitoper.it