19 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

CASTELBUONESE, L´ALLUNGO E´ SERVITO. - I madoniti piegano di misura un buon Ghibellina, mentre a Mili Marina, al Pistunina vengono i...cinque minuti e il Città di Milazzo va k.o.

10-02-2014 07:30 -
Aricò gira di testa il corner calciato da Cucè. E´ il 2-0 del Torregrotta nel derby.


Tutto, o quasi, come previsto nel girone B di Promozione. Avevamo parlato alla vigilia di un turno che sembrava essere favorevole alla Castelbuonese che complice lo stop imposto dal calendario allo Sporting Taormina, cercava l´allungo nel match casalingo con il Ghibellina. Così è stato. E che allungo! Oltre agli jonici, anche il Città di Milazzo versione "samurai" con il suo "harakiri made in Mili", è stato bloccato, dando così l´opportunità alla capolista madonita di portarsi a +3 dallo Sporting ed a +5 dagli stessi mamertini.
Azzardato ipotizzare se si possa parlare o meno di una fuga decisiva, tanto più che la storia più e meno recente di questi campionati, ha riservato finali di stagione decisi sul filo di lana, certo è che con quasi alle porte il "faccia a faccia" del "Failla", in programma il 23 febbraio tra Castelbuonese e Città di Milazzo, la 7^ di ritorno potrebbe essere ricordata come la giornata della svolta.

Diciassette le reti complessivamente realizzate, di cui 11 dalle squadre ospitanti, un solo ma pesantissimo successo esterno, cinque affermazioni casalinghe ed un pari tutt´altro che anonimo, il bilancio del turno disputato nel week-end appena trascorso.

Nell´unico anticipo della giornata, il Riviera Messina Nord si vede sfumare al 93´, tre punti di platino nel confronto diretto con il Castelbuono che al "Bonanno" strappa invece un pari che lascia dietro i messinesi.

Il programma domenicale era incentrato sul big-match di Mili Marina, dove il Città di Milazzo va all´intervallo sul doppio vantaggio, prima che al Pistunina vengano i cosiddetti "cinque minuti", tanti quanti ne sono bastati alla squadra di Nello Miano, per ribaltare le sorti dell´incontro, vendicare sportivamente la cocente eliminazione in coppa del mercoledi e riprendere il cammino interrotto col Randazzo la settimana scorsa, costringendo Accetta ed i suoi, ad incassare dopo 8 turni, la terza sconfitta in campionato.

Nel frattempo, sulle Madonie, il Ghibellina tiene validamente testa e resta in partita fino alle battute conclusive della gara, ma alla fine deve piegarsi alla Castelbuonese che prosegue nella sua striscia consecutiva di vittorie interne (10) e impone l´alt all´ex-Torregrotta, Ciccio Monaco e soci che restano così fermi a quota 10.

Torna al successo la Santangiolese, che con una rete in avvio di ripresa, espugna Fiumefreddo e mantiene salda la quarta posizione, costringendo la Fiumefreddese ad un nuovo pericoloso stop, il settimo nelle ultime 8 partite giocate.

La Ciappazzi versione casalinga, si conferma ancora una volta poco ospitale ed alla distanza riesce ad avere la meglio sul discontinuo Randazzo. Nel derby dei Nebrodi, è Onofaro in pieno recupero a far esplodere di gioia i suoi e a gettare nello sconforto il clan del Sinagra, regalando alla Mamertina altri tre punti che avvicinano la squadra di Massimo Bontempo alla permanenza, lasciando dietro l´undici di Ioppolo che adesso comincia a vedere le avversarie nello specchietto retrovisore.

Al Comunale infine, bomber Aricò non perde il vizietto e con una rete per tempo trascina il Torregrotta che prosegue la prepotente risalita, aggiudicandosi il derby con un Atletico Villafranca combattivo e che pur facendo registrare la settima sconfitta consecutiva (nuovo record negativo stagionale), ha dimostrato anche sul sintetico di Viale Europa che la Cenerentola del girone B non ha assolutamente voglia di lasciare il campo alle "sorellastre".

Realizzazione siti web www.sitoper.it