30 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA PICCOLO E FRAGILE SALUTA LA COPPA ITALIA - "Manita" della Tirrenia al "Gangemi". Di Manzella il gol della bandiera. E nel prossimo week-end parte il campionato...

03-09-2017 19:50 -
La punizione calciata da Milanese (col n.6) da cui scaturirà il gol di Pitrone






COPPA ITALIA PROMOZIONE – "MEMORIAL O.SIINO" – 32MI DI FINALE – RITORNO
TORREGROTTA (ME) – Campo Sportivo Comunale "P.Gangemi" – Domenica 3/09/2017 ore 16



TORREGROTTA – 1
TIRRENIA CALCIO – 5


MARCATORI: 6´ Pitrone (TI), 31´ Celaj (TI), 72´ e 75´ Aloe (TI), 78´ Laquidara (TI), 87´ Manzella (TO)

TORREGROTTA: Vinci, Mondo, Mamone, La Spada (60´ Di Pietro), Arizzi (70´ D´Angelo), Merlino, Isgrò (86´ Caselli), Sindoni, Marchese, Sittineri, Manzella
a disp.:
all.: G.Borelli

TIRRENIA CALCIO: Bucca (70´ Ragusa), Buta (70´ Schepis) Pandolfo (46´ Laquidara), Biondo, Scolaro, Milanese Ruggeri, Celaj, Schepisi, Pitrone (57´ Aloe), Formica (70´ Mandanici)
a disp.: Agolli, Mazzu´
all.: P.Bitto

ARBITRO: Pasquale Christian NETO (Messina)
ASSISTENTI: Marco CHILLE´ (Messina) e Giuseppe TORRE (Barcellona PdG)

ANGOLI: 5-4 per la Tirrenia (p.t.3-1)
RECUPERO: 1´ + 3´
AMMONITI: 28´ Schepisi (TI) per simulazione, 41´ Arizzi (TO) per gioco falloso
OFF-SIDES: 1-1 (p.t.1-0 per il Torregrotta)



Il giovanissimo Torregrotta di Beppe Borelli, esce al primo turno dalla Coppa Italia. Questo il responso dei 180´ della doppia sfida con la Tirrenia Calcio che, già messa una seria ipoteca alla qualificazione con il 2-0 della settimana scorsa a Giammoro, ha bissato il successo dell´andata con un punteggio che non ammette discussioni, chiudendo ogni possibile discorso qualificazione già dopo la prima mezz´ora di gioco, quando la compagine allenata Paolo Bitto, viaggiava già su un più che rassicurante doppio vantaggio firmato dalle reti di Pitrone e Celaj.

Per i rimaneggiatissimi rossoblù, già privi degli indisponibili fratelli Cambria e del difensore classe ´99 Carmelo Giorgianni, (quest´ultimo dopo aver rimediato quattro punti di sutura al labbro superiore nell´amichevole di giovedi con l´Acr Messina per via di una gomitata dell´aitante debuttante biancoscudato di origini pisane, il 23enne Francesco Colombini...ndr), si è trattato della classica gara ad handicap, nella quale alla condotta di gara sin dall´inizio apparsa fin troppo timorosa e costellata dai tipici errori di inesperienza di una squadra con un´età media dell´undici iniziale di appena 18 anni e 9 mesi, ha fatto riscontro un avversario che ha imposto sin dal calcio d´avvio il maggiore tasso tecnico e una maggiore dinamicità, capitalizzando i "regali" rossoblù sia in fase di disimpegno che in quella di impostazione e si deve ad un attento Vinci se con alcuni interventi decisivi ha evitato ai suoi un passivo che avrebbe potuto assumere proporzioni ancora più pesanti.

Chiusa la parentesi del torneo tricolore, anche per questa stagione archiviata già al primo turno, finito il tempo degli esperimenti, il campionato è ormai alle porte (martedi sarà varato il calendario) e nel prossimo week-end si comincerà con la prima giornata, ma è evidente che occorrerà reperire alcuni elementi che oltre ad infoltire la rosa, possano dare maggior consistenza nelle zone nevralgiche del campo.

La cronaca dei gol:

Al la Tirrenia conquista una punizione dai 18 metri circa. Da posizione leggermente decentrata sulla sinistra, Milanese lascia partire un pallone che si stampa sul palo alla sinistra di Vinci. Sul ritorno della sfera in campo, Pitrone si avventa come un falco e ribadisce in rete da pochi passi portando gli ospiti in vantaggio.
E´ il 31´ quando la formazione di Paolo Bitto mette in cassaforte la qualificazione grazie a Celaj che riceve un assist in profondità da Buta e da posizione angolata sulla sinistra, trova la coordinazione per calciare un diagonale che batte Vinci per la seconda volta.
Al 72´, dopo una fase di gioco nella quale il Torregrotta aveva cercato di insidiare la porta difesa da Bucca, andando vicina alla marcatura con Isgrò, gli ospiti recuperano palla in fase difensiva sulla propria trequarti. Sugli sviluppi, la palla giunge sul versante opposto al neo-entrato Aloe che controlla e dal vertice alto di sinistra dell´area di rigore, insacca nell´angolino più lontano dove Vinci non può arrivare.
Il Torregrotta sbanda sotto l´imperversare delle manovre ospiti e sugli sviluppi di un corner, tre minuti più tardi è ancora Aloe che tutto solo riceve palla ai 18 metri e rasoterra insacca alla sinistra dell´estremo torrese.
A completare la cinquina, arriva al 78´ la punizione calciata dal lato corto dell´area di rigore rossoblù da Laquidara che beffa la barriera e indirizza sul palo più vicino, dove Vinci smanaccia senza però riuscire ad impedire che la sfera concluda la sua corsa in fondo alla rete.
Tardiva la reazione torrese con Sittineri che dapprima all´82´ serve Isgrò in corridoio con tiro di quest´ultimo che trova pronto alla deviazione il subentrato Ragusa e poi con lo stesso n.10 rossoblù che col mancino conclude da fuori costringendo il pipelet ospite al salvataggio in angolo.
A premiare questa fase di gioco di marca torrese, arriva il gol della bandiera, firmato da Manzella che all´87´ si incunea tra le maglie della retroguardia avversaria e ricevuto un profondo rasoterra da Sindoni, realizza rendendo vano l´estremo tentativo di Ragusa per il definitivo 1-5.
All´89´, ancora sulla verticale Sindoni-Manzella, il portiere ospite nega la soddisfazione della seconda realizzazione, smorzando d´istinto la conclusione ravvicinata del n.11 torrese, di quel tanto da consentire il recupero della sfera proprio all´altezza della linea bianca.


Realizzazione siti web www.sitoper.it