23 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

DA SANT´ANGELO DI BROLO, UNA CARTOLINA CON TANTI SORRISI - Dopo il signicativo pari del "Caldarera", il Torregrotta torna in campo stasera in vista del derby con l´Atletico Villafranca.

04-02-2014 06:00 -
Saporita in azione nei pressi dell´area di rigore della Santangiolese

Qualcosa è cambiato. Dopo un lungo periodo di cosiddette "vacche magre"e archiviata in fretta la vittoria netta ed inequivocabile, ma che al tempo stesso e vista la consistenza dell´avversario, poteva lasciare spazio a qualche dubbio, ottenuta due domeniche addietro contro la Fiumefreddese, la cartolina che giunge da Sant´Angelo di Brolo è quella di una squadra viva, che anche di fronte alle avversità più o meno contingenti o dell´ultimora (vedi l´indisponibilità di Sciliberto, out alla partenza per la gara) dimostra di non avere timori reverenziali e che dopo alcune partite di "adattamento", Giannicola Giunta, subentrato alla guida tecnica alla 14^ di andata, con l´indispensabile aiuto di Pippo Bonarrigo, sta gradatamente trovando la quadratura del cerchio.
I 97 minuti del "Caldarera" infatti, hanno fatto denotare come il Torregrotta, abbia giocato una discreta gara, imbrigliando i quotatissimi avversari per buona parte del match.

C´è stata, è vero, la solita ingenuità difensiva che poteva costar caro anche in questa circostanza (l´episodio del contatto dubbio in area tra Impalà e Pizzuto, sul quale il direttore di gara ha ritenuto ci fossero gli estremi della simulazione da parte dell´attaccante santangiolese), ma tolta quella e andando a fare un veloce riavvolgimento del nastro della partita, Giunta è stato poco impegnato, anzi le conclusioni dirette verso lo specchio della porta si possono davvero contare sulle dita di una mano, lasciando per il resto il campo ad uno sterile possesso palla dei locali che si sono dovuti affidare a conclusioni velleitarie o iniziative evanescenti, prontamente rintuzzate dalla diga rossoblù.

Positivo il modulo difensivo adottato dal tecnico, con tutti e quattro i componenti la "linea Maginot" composta da Scibilia, Irrera, Impalà e Cucè a lottare su tutti i palloni catapultati negli ultimi 25 metri ed il resto della squadra, dove senza fare torto ad alcuno si è potuta apprezzare anche la prova di un quasi esordiente, classe ´96, Tindaro Romeo, a fare da argine con giocate non spettacolari ma efficaci a lanciare in profondità per un Ruben Saporita che da solo ha fatto ammattire l´intera retroguardia biancazzurra.

Ottimo il lavoro svolto dal centrocampo, con La Spada e Cambrìa soliti infaticabili lottatori insieme al già menzionato Romeo.
Bene anche le punte in appoggio a Saporita, Isgrò e Ruggeri che hanno svolto il compito assegnato loro con pochissime sbavature ma tanta intensità.

Con queste prerogative ed una crescita corale, soprattutto dal punto di vista del morale, ben evidenti e che fanno ben sperare per una positivo finale di stagione, la squadra si ritrova questa sera al Comunale per avviare la settimana di allenamenti che accompagnerà i rossoblù all´appuntamento di campionato di domenica prossima, quando i battenti dell´´impianto di Viale Europa, si apriranno per ospitare il fanalino di coda Atletico Villafranca, per un derby nel quale con ogni probabilità, la squadra biancoverde profonderà ogni residua energia per uscire indenne e mantenere ancora accesa la fiammella della speranza di evitare la retrocessione diretta che di giornata in giornata si profila sempre più minacciosa all´orizzonte.

Per l´undici torrese, l´impegno, sulla carta abbordabilissimo , in realtà nasconde proprio per i motivi anzidetti, parecchie insidie e sarà compito del tecnico e dei "senatori", condurre la squadra al delicatissimo appuntamento in calendario, mantenendo altissima la concentrazione. I risultati dell´ultimo turno infatti, con le vittorie del Randazzo ai danni del Pistunina e del Ghibellina contro la Ciappazzi, hanno dimostrato una volta di più come nella fase discendente della stagione, i valori assoluti delle squadre vengano spesso stravolti e disattesi dalle opposte esigenze di classifica, ragion per cui, il Torregrotta è chiamato a pigiare sull´acceleratore ed imprimere alla propria marcia, i giri necessari per iniziare in maniera continua e sicura, la risalita definitiva.
Ci saranno da valutare le condizioni di Squadrito, il centrocampista di Venetico, rientrato in campo dopo l´ultimo infortunio patito a Mili Marina col Pisunina e uscito claudicante nei minuti di recupero del match di Sant´Angelo.

Rientreranno a far parte della rosa, i due ´94 Mangano e Pirrone che andranno a rinfoltire rispettivamente il centrocampo e difesa della squadra di Giunta.
Per il resto, non dovrebbero registrarsi ulteriori novità, con l´attesa per il rientro in gruppo di Simone Isgrò, Ivan Mento e Gregorio Battaglia.
Sarà la solita settimana di allenamenti articolata su quattro giornate, con il martedi ormai consacrato alla juniores e che vedrà quindi in campo alla sera, il solito gruppo dei "senior". Da domani (mercoledi) in avanti, programma tradizionale, che scandirà l´attesa per un derby che il Torregrotta non vuole e non può assolutamente fallire.

Realizzazione siti web www.sitoper.it