22 Ottobre 2021

DIMENTICARE PEDARA E PUNTARE AL MASSIMO…PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI – Il Città di Torregrotta con l’acqua alla gola, chiede strada al tranquillo Giardini Naxos

19-01-2019 11:45 - PROMOZIONE 2018/19




Quintultimo appuntamento casalingo per il Città di Torregrotta (seguiranno quelli col Ciclope Bronte il 3 febbraio, con Villafranca Messana il 24 febbraio, Sporting Viagrande il 3 marzo e Gescal il 31 dello stesso mese) che dopo la piccola iniezione di fiducia nella domenica dell’Epifania contro il Città di Misterbianco e la disattesa conferma col rovinoso 1-5 di Pedara nel quale probabilmente si è toccato il punto più basso di queste ultime due stagioni, si appresta a ricevere la visita di un Giardini Naxos il cui 2019 è iniziato in sordina, col pari casalingo (1-1) di domenica scorsa contro l’Aci S.Antonio, cui ha fatto seguito mercoledi il 2-4 rimediato a Bronte nel recupero della prima di ritorno.
Quattordici i punti il divario tra le due compagini, con gli jonici di mr.Brunetto che tra alti e bassi, occupano stabilmente un tranquillo centro-classifica con i 22 punti della propria dotazione che alla lunga dovrebbero metterli al riparo da ogni sorpresa negativa visto il rassicurante +9 dall’Academy San Filippo.
Mestamente a quota 8, nel fondo della classifica se si eccettua l’ormai escluso Fiumefreddo, per il Città di Torregrotta la gara di domani è un’altra di quelle dove concedere ancora una volta il passo all’ospite di turno significherebbe, con le restanti 11 giornate da disputare (4 in casa e 7 fuori), complicarsi ulteriormente il cammino.
Si impone quindi una gara accorta e nella quale sarà importante entrare in partita determinati sin dal calcio d’avvio. Non sarà per niente facile per mr.Borelli, all’80ma “tormentata” presenza sulla panchina della Squadra Maggiore rossoblù (10 vittorie, 15 pareggi e 54 sconfitte nelle 79 precedenti ivi comprese le 8 della fase iniziale della stagione 2014/15), che dovrà fare a meno del centravanti Rosario Rasà, caduto ingenuamente nella trappola del nervosismo nel corso del primo tempo della gara di Pedara col risultato ormai già ampiamente compromesso e che costringerà il trainer di origini capitoline a rivedere l’assetto del reparto offensivo. Non sarà del match anche Gabriele Di Stefano per il protrarsi dell’indisponibilità dovuta ad infortunio. Mancherà infine in distinta, il capitano della scorsa stagione, il 22enne torrese Alessandro Isgrò’ (lo scorso anno 11 reti...ndr) che tornato in campo nel derby di fine anno con l’Academy dopo essersi fratturato il polso a Bronte, lascia la maglia rossoblù per emigrare al nord per motivi di lavoro.
Questi pertanto i convocati per domani pomeriggio (calcio d’avvio alle 14,30, arbitro il barcellonese Milone – gara a porte chiuse), con il consueto appuntamento per la diretta “live” a partire dalla 14,25. Sperare in una prova coraggiosa degli undici in casacca rossoblù non è utopistico. Un risultato positivo permetterebbe al gruppo di riprendere ossigeno in vista dell’insidiosissima trasferta del 27 a Carlentini. Diversamente le cose si complicherebbero maledettamente anche in ottica play-out.

PORTIERI
RAGUSA (01) - ROTELLA (00)

DIFENSORI
CASALE – CASELLI (01) - CUTTONE (01) - FERLAZZO (01) - MERLINO (99) – SOFIA

CENTROCAMPISTI
ALESSANDRO – BATTAGLIA –BALLARO’ – IANNELLO - LA SPADA (01)

ATTACCANTI
ABATE (01) - ANTONAZZO (01) – BRIGANDI’ - SITTINERI

INDISPONIBILI: ARIZZI (01) – DI STEFANO
SQUALIFICATO: RASA’
DIFFIDATI: BATTAGLIA - IANNELLO



Realizzazione siti web www.sitoper.it