11 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

"...E ALLORA COMINCIAMO A VUOTARE IL SACCO..." - Lettera aperta del presidente Nino Sindoni all´Amministrazione Comunale dopo gli ultimi grotteschi accadimenti al Comunale.

11-10-2012 16:30 -
Nino Sindoni, dal 1989 presidente dell´ASD Torregrotta
Prima o dopo doveva accadere, diciamolo francamente, e se non è avvenuto prima, lo si deve solo alla ferma volontà del presidente dell´ASD Torregrotta, Nino Sindoni, che di fronte a decisioni a volte "cervellotiche" e senza il minimo fondamento di carattere cognitivo di una materia complessa ma semplice al tempo stesso, regolamentata com´è dalle Norme Federali della FIGC e del CONI, aveva sempre saggiamente preferito la strada della "non belligeranza", "giocando in difesa" giusto per restare in tema calcistico, confidando che il tempo sarebbe stato galantuomo ed il silenzio avrebbe finito col pagare.
Così non è stato e di fronte all´ultimo atto di "prevaricazione", quale può essere considerato, la minaccia di chiusura dei cancelli del campo sportivo, in un tranquillo mercoledi pomeriggio, durante l´allenamento di Giovanissimi ed Allievi con le rispettive famiglie ed in prossimità del "cambio" con la Squadra Maggiore, il numero uno del sodalizio torrese, ha ritenuto di dare un segnale forte, che faccia comprendere che se fino ad oggi non si era esposto con simile veemenza, era solo perché sperava che 40 anni di storia del calcio torrese, vissuta interamente al servizio e per il bene della collettività, avrebbero avuto il loro peso.
Parimenti, il segnale partito questa mattina, con la "lettera aperta" di cui alleghiamo il testo integrale, vuole essere il modo attraverso il quale il massimo esponente dell´AS, intende svegliare le coscienze di quanti (e non sono pochi), all´interno della stessa Amministrazione Comunale, sanno di poter contribuire ad evitare quello che, perdurando le condizioni insostenibili degli ultimi 8 anni, diventerà nostro malgrado, l´inevitabile, mandando in fumo 40 anni di onorato servizio per una crescita sana dei giovani della nostra comunità.

Il testo della lettera aperta indirizzata al Signor Sindaco, alla Giunta ed al Consiglio Comunale di Torregrotta, depositata questa mattina al protocollo del palazzo comunale:

In relazione alle recenti vicende che hanno vista coinvolta l´associazione sportiva da me rappresentata, la presente per esprimere il più profondo rincrescimento per il reiterarsi di episodi che, senza voler fare del gratuito vittimismo, continuano ad avere come bersaglio l´ASD Torregrotta.
Una storia di ripicche e vendette "personali e/o trasversali", iniziata poco meno di una decina di anni fa, quando "qualcuno" aveva promesso ai suoi amici che avrebbe fatto scomparire l´AS Torregrotta, con un accanimento contro il sottoscritto ma soprattutto contro l´associazione sportiva che mi onoro di rappresentare da quasi cinque lustri, del quale faccio fatica a comprenderne motivazioni che si possono ricercare solo nel "non esserci" mai messi a disposizione della politica, avendo sempre l´onestà e la dignità di non aver mai chiesto nulla a titolo personale, lottando sempre per il rispetto e la salvaguardia di quanto è testimoniato da 40 anni di storia fatta di attestati e riconoscimenti per un´attività svolta applicando rigorosamente le regole di disciplina sportiva, assicurando tutti i nostri tesserati, garantendo loro l´idoneità alla frequentazione ed alla formazione per una sana crescita nel sociale ed infine gareggiare in osservanza alle regole che la gerarchia della FIGC e del CONI, organi sovrani, ci impongono.

E´ di questi giorni, la decisione assunta dall´Assessore allo Sport, di autorizzare l´accesso all´impianto sportivo Comunale di Viale Europa, solo previo versamento dei diritti di concessione previsti da un regolamento a modesto parere dello scrivente, iniquo ed irriguardoso soprattutto verso le famiglie degli oltre 200 nostri tesserati che ci onoriamo di rappresentare, grazie ad un´attività sociale, stabilmente radicata nel territorio da quasi 40 anni.
Alla comunicazione del provvedimento di cui sopra, avvenuta per le vie brevi (a voce), lo scrivente, nell´adeguarsi, chiedeva tuttavia che lo stesso gli venisse notificato nelle forme previste e tutelate dalla Legge (per iscritto), ricevendo un perentorio diniego.

La fase successiva, prevedeva la chiusura dei cancelli dell´impianto medesimo alla fruizione della Prima Squadra, nonostante a quell´ora (le 17 circa) si registrasse già la presenza di numerosi tesserati del settore giovanile, in fase di allenamento alla presenza delle rispettive famiglie, situazione questa che soltanto grazie al buonsenso dei presenti, si è evitato potesse degenerare, con un conseguenziale danno d´immagine per tutti, Amministrazione Comunale "in primis", dimenticando che proprio il Regolamento di accesso ed uso dell´impianto sportivo Comunale contiene i punti cardine volti a garantire e salvaguardare quelle Società sportive che lavorano per far crescere i giovani e potarli a disputare campionati importanti, tutelando le squadre affiliate alla FIGC in ordine di importanza...proprio il Regolamento sul quale "qualcuno" ci ha giocato nel modificarlo, facendo scomparire i punti fondamentali di cui sopra, alla resa dei conti, finendo col penalizzare sistematicamente, chi si distingue nel panorama nazionale, regionale e provinciale, come fa da tempo immemore la nostra Associazione.

A questo proposito, corre obbligo sottolineare e porre all´attenzione dei nostri Amministratori e Consiglieri Comunali, ricordando a quelli presenti da vecchia data e rendendo edotti i neo-insediati, che presso i locali del Comune, tanto nel 2010, che nel 2011, hanno avuto luogo parecchie riunioni, presiedute sempre dal Sig.Sindaco Dott.Antonino Caselli, al fine di trovare un accordo di massima per chiudere il contenzioso apertosi tra l´Ente e l´AS Torregrotta, dopo un protocollo d´intesa tra lo stesso Sindaco Caselli ed Antonino Sindoni n.q. di Presidente dell´associazione, sottoscritto il 30 ottobre 1999, protocollo d´intesa che è stato disatteso a causa del "veto" posto da "qualcuno" che non è difficile individuare e nonostante tutti, ivi compresi i legali di ambo le parti, più volte presenti alle riunioni, fossero d´accordo.

In pratica, l´AS Torregrotta non chiedeva altro che un riconoscimento per i tanti anni di custodia e manutenzione eseguite nell´impianto, sì a spese proprie ma a beneficio del Comune. Tentativo che il solito "amico" , in nome della sua ormai palese avversione nei confronti dell´AS, ha fatto fallire, dimenticando che un amministratore comunale o, peggio, Assessore al ramo, dovrebbe tutelare e fare gli interessi della comunità, rispettando la normativa e le regole imposte dalla Costituzione Italiana e non preservando solo le amicizie, danneggiando quel che di buono c´è e si potrebbe migliorare .

Inoltre, relativamente all´argomento "contributi", si fa presente che ogni anno e in particolar modo dal 2004 ad oggi, l´AS Torregrotta ha sempre esibito la documentazione richiesta, debitamente depositata all´ufficio protocollo, senza aver mai ricevuto un euro, né tanto meno alcuna dignitosa comunicazione in riscontro, indice questo di scarsa considerazione nei nostri confronti, laddove invece hanno beneficiato altre società sportive o gruppi culturali, dei quali andrebbe verificato se siano in regola ad esercitare la propria attività in un impianto pubblico o sul territorio comunale che sia e tutto ciò contravvenendo ai principi basilari in materia di erogazione dei contributi per le Società Sportive Comunali, che prevedono la suddivisione dei medesimi, sulla base di ben precise graduatorie di merito e relativi punteggi, dei quali con ogni probabilità, dal 2004 ad oggi non si è tenuto minimamente conto, seguendo viceversa criteri "personali" e "ad hoc", che a questo punto sarebbe opportuno pubblicizzare per ragioni di trasparenza.

Questi e molti altri episodi, sono lo specchio di una situazione divenuta ormai insostenibile e che, a partire dal mancato riconoscimento dell´opera di custodia e manutenzione all´interno del Campo Sportivo, svolta dalla nostra associazione per 18 anni, proseguendo con la mancata erogazione di contributi dal 2004, per passare poi all´ìmposizione del versamento della tassa di concessione per la disputa delle gare e degli allenamenti di Prima Squadra e delle formazioni del Settore Giovanile Scolastico, fino ai giorni nostri, con la mancata messa in sicurezza dell´intero impianto (in base a precise regole Federali) e l´assegnazione del medesimo orario a due scuole calcio, mette una volta di più in evidenza, la volontà di un solo sparuto gruppo dell´attuale maggioranza che, forte dei suffragi delle ultime consultazioni Comunali, intende attraverso una serie di "angherie" ai nostri danni, dare definitivo compimento ad un disegno politico emerso 10 anni fa e nonostante la buona volontà mostrata dagli altri componenti il Consiglio Comunale e la Giunta, ivi compresa la palese volontà del Primo Cittadino, di voler trovare una soluzione a questa poco dignitosa disputa.

Auspico pertanto che, alla luce di quanto descritto, vengano valutate tutte le misure necessarie per consentire all´ASD Torregrotta, di continuare a svolgere la propria attività nel sociale sul territorio, confidando nel buonsenso di tutti affinchè si comprenda che i consensi dell´ultima tornata elettorale di cui il gruppo capeggiato dall´Ass.re al ramo va fiero, non rappresentano certamente la volontà degli elettori di porre fine ad una realtà che da 40 anni opera fattivamente ed incessantemente nel sociale, dando lustro anche fuori dai confini provinciali e regionali, al nome di Torregrotta, ma vogliono rappresentare la volontà dei cittadini di garantire equità, trasparenza e giustizia nell´amministrare il bene pubblico, evitando ogni e qualsiasi forma di abuso di potere.

Restiamo come sempre a disposizione per un tavolo di lavoro, al quale chiarificare in serenità e senza pregiudizi alcuni le rispettive posizioni, al fine di concertare le possibili soluzioni da adottare, ma va da sé che, perdurando tale situazione, non escludiamo una comunque dignitosa uscita di scena, i cui responsabili avranno un nome e cognome e per la quale, a parte i voti sbandierati, non potranno andare fieri nel confrontarsi con la cittadinanza e con chi ha realmente a cuore le sorti di Torregrotta.


Antonino Sindoni
n.q. Presidente ASD Torregrotta Calcio


Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account