31 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA METTE IL BAVAGLIO ALLA PRO MENDE - Gara generosa e ordinata degli uomini di Peppe Borelli che impongono il nulla di fatto

20-09-2014 19:30 -
CAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE C - 2014/15 - 3^ GIORNATA DI ANDATA
SANTA LUCIA DEL MELA (ME) - Comunale "G.Scirea" - sabato 20/09/2014 - ore 15,30



PRO MENDE - 0
TORREGROTTA - 0



PRO MENDE: Messina, Mazzù, La Maestra (63´ Giunta), Manna, Barca, Mataj, Bartuccio, Giorgianni (70´ Cirino), Battaglia, Calabrese (63´ Schepis), Zullo 6.
All. Granata

TORREGROTTA: Bucca, Bonaffini, Cucè A., Bertino (59´ Saporita), Merlino, Irrera, Aricò, Cacciotto, De Salvo, La Spada, Bombaci.
All. Borelli

ARBITRO: Lorenzo FRAGALA´ di Acireale

ASSISTENTI: Giulio SORACE e Simone NAPOLI di Catania


Nulla di fatto al "Gaetano Scirea" per l´attesissimo derby di Promozione tra Pro Mende e Torregrotta che tornava dopo oltre 6 anni. 0-0 fu allora, nell´ultimo confronto disputato in Prima Categoria e identico risultato è maturato questo pomeriggio ai piedi del castello tra due compagini in salute ma che hanno finito però col risentire della temperatura decisamente al di sopra delle medie stagionali, che ha condizionato le operazioni in campo.
Ne è scaturito un pareggio che ha accontentato tutti, in virtù di 90´ giocati a viso aperto su ambo i fronti seppure all´insegna della massima correttezza in campo e sulle gradinate gremite da oltre 300 spettatori (a Santa Lucia del Mela, contrariamente a Torregrotta, si gioca "a porte aperte"...ndr)

Pochi i tiri diretti verso lo specchio delle due porte, con Messina e Bucca, i due estremi, praticamente inoperosi se non per qualche intervento su conclusioni dalla distanza. Due le azioni dubbie nel corso della ripresa, una per parte, condite dalle vibranti proteste dei due clan.
La prima è a favore dei rossoblù che reclamavano per un intervento irregolare ai danni di Saporita, ritenuto dall´arbitro fuori dall´area di rigore lucese e punito con un calcio di punizione che non sortiva effetto alcuno.

Veementi a loro volta le proteste giallorosse per un atterramento dubbio di Schepis all´interno dei 16 meri, sul quale il direttore di gara non ravvisava però gli estremi della massima punizione optando per la simulazione dell´attaccante locale.

L´occasione più nitida per il gol è di marca torrese, quando poco oltre la metà del tempo, un´incursione di Saporita metteva Aricò tutto solo davanti alla porta avversaria, con conclusione che si perdeva però fuori dallo specchio.




Realizzazione siti web www.sitoper.it