30 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

E.BORELLI: "LA COMPATTEZZA DEL GRUPPO SARA´ LA NOSTRA ARMA VINCENTE" - Intervista al tecnico dopo Cefalù.

22-02-2013 11:30 -


Timone più che mai saldamente in mano ad Enzo Borelli, all´indomani della settima sconfitta consecutiva del Torregrotta che ha fatto piombare la squadra in zona play-out. E´ questa la nota saliente del dopo-Cefalù, che ha confermato la piena fiducia della società nei confronti del tecnico capitolino, cui spetterà il compito di continuare a pilotare la formazione rossoblù al raggiungimento dell´obiettivo permanenza, possibilmente senza dover passare dalle "forche caudine" di uno spareggio-salvezza.
E´ l´occasione per fare due chiacchiere con il tecnico, per analizzare a mente serena il momento della squadra e le prospettive future.

Mister, dopo sette sconfitte consecutive, il campionato osserva una brevissima sosta...

B - Una pausa direi benvenuta alla luce della situazione in cui ci siamo ritrovati in questo ultimo periodo e che ci consente di recuperare, se non tutti, sicuramente almeno i due terzi dell´organico.

Il ciclo di ferro proposto dal calendario, ha fatto parecchi danni dal punto di vista della classifica...Alla fine del girone di andata, dopo la vittoria di Termini Imerese, la squadra era sesta in graduatoria a 2 punti dai play-off. Adesso si ritrova 11^ e ad oggi salva solo in virtù del +11 dal terzultimo posto (Collesano).

B - Purtroppo i numeri in questo momento non ci sono di conforto. Il calendario non ci ha aiutato per niente, mettendoci dinanzi a tutte le formazioni di testa del girone in rapida successione, anche se bisogna riconoscere che l´unica partita nella quale ci siamo trovati davvero in difficoltà in questa fase, è stata quella di domenica scorsa contro l´Igea Virtus che però, se avessimo messo dentro la palla dell´1-1 nel primo tempo con Aricò, avrebbe potuto cambiare l´inerzia del derby. Cefalù poi non fa testo anche se pur nella sconfitta, ho avuto risposte importanti e tratto indicazioni tattiche utili per il prosieguo del campionato.

In questa particolare fase del campionato, come ti definiresti: preoccupato, contrariato o sereno?

B - Premetto che perdere non fa mai piacere, neppure in circostanze come quella di mercoledi perché sono del´idea che si scenda in campo per ottenere il massimo a prescindere da chi giochi, tuttavia se devo definire il mio stato d´animo, dico senza esitazioni "sereno", sia perché la fase critica del calendario è terminata e dovremmo cominciare a respirare un po´, sia perché in proiezione futura, ho avuto la conferma della compattezza del gruppo e per gruppo intendo sia quelli che sono scesi in campo a Cefalù, che gli assenti.

In che senso?

B - E´ una sensazione che ho provato durante l´intero arco della partita. In campo c´erano gli undici che hanno disputato la trasferta più incredibile cui abbia partecipato in oltre quarant´anni di carriera, ma idealmente, erano supportati dai compagni assenti che ci hanno tempestato di telefonate durante tutti i 90 minuti per sapere come andasse. E´ sintomo di grande coesione di un gruppo nel quale ho sempre creduto e che si trova a lottare per evitare i play-out solo per la presenza dell´imponderabile del calcio e, senza voler puntare il dito su alcuno, per la mancanza di uno stoccatore d´area di rigore che concretizzi la mole di lavoro del centrocampo e degli esterni. Per questo, già alla ripresa del campionato contro l´Equipecomprensorio, ho in mente qualche novità da apportare nello schieramento da opporre ai palermitani.

Dalla prossima in calendario quindi, vedremo un Torregrotta pronto a rialzare la testa?

B - Certamente...d´altronde senza nulla togliere a quanti sono scesi in campo a Cefalù, il fatto di recuperare almeno 7 degli assenti di mercoledi, non può non farmi essere fiducioso a patto che....

A patto che?...

B - Che non ci si conceda distrazioni e si affrontino gli avversari di turno con il giusto approccio mentale senza guardare alla classifica della squadra che abbiamo di fronte. I ragazzi dovranno essere incisivi e soprattutto concreti se vogliamo regalarci un finale di campionato in discesa.

Stasera frattanto la squadra si ritroverà al Comunale per riprendere la preparazione in vista dei prossimi impegni in calendario. Fatta eccezione per Checco Scibilia che ha pagato con 4 turni di squalifica (+1 per l´ammonizione in quanto già diffidato) le plateali proteste nei confronti del palermitano Vivoli in occasione del derby contro l´Igea Virtus, dovrebbero tornare a lavorare col resto del gruppo i vari Arena, Borelli, Caragliano, Cocozza, Giglio, Mangano e Pirrone. Saranno da valutare le condizioni di Aricò (out alla fine del primo tempo domenica scorsa) e Pino che nella seduta di martedi ha accusato problemi al ginocchio destro.
Saltata con ogni probabilità l´amichevole in fase di allestimento per domani (sabato) pomeriggio sul campo del Venetico, si tornerà al lavoro lunedi sera per avviare la preparazione al match casalingo contro l´Equipecomprensorio. La settimana di allenamenti, proseguirà martedi e, in concomitanza con l´ultimo impegno della squadra Juniores, in campo mercoledi a Monforte Marina contro l´Acr Messina, riprenderà giovedi e si concluderà venerdi, quando al termine della rifinitura, il consueto rito delle convocazioni farà scattare il virtuale count-down al turno di campionato domenicale.

Realizzazione siti web www.sitoper.it