24 Settembre 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

ENZO BORELLI: "NOI SALVI CON LE NOSTRE FORZE" - Intervista al tecnico rossoblù alla fine del campionato.

25-04-2013 07:30 -
Enzo Borelli

Mister, campionato concluso e salvezza raggiunta senza eccessivi patemi...

E.B.: I numeri parlano chiaro e l´andamento stesso del nostro campionato, dice che si è trattato di un torneo per noi tutto sommato tranquillo ma nel quale poteva andare meglio per i nostri colori. In ogni caso, si è trattato senza tema di smentita alcuna, di una permanenza stra-meritata con una fase finale della stagione che con 13 punti conquistati sui 18 disponibili, ci ha visto chiudere senza difficoltà.

Quale la partita chiave della stagione del Torregrotta?

E.B.: Secondo me sono state due e più di preciso quelle a cavallo delle festività natalizie, quando i due pareggi con Ciappazzi fuori e Collesano in casa, soprattutto per il modo in cui sono arrivati, ci hanno privato di un en-plein che avrebbe potuto dare una svolta in positivo alla nostra stagione, finendo invece col tarparci le ali.

Trentotto punti in classifica, uno in più rispetto alla scorsa stagione ed un 8° posto finale (l´anno scorso la squadra concluse al 7°).

E.B.: Potevano certamente essere qualcosina in più se fossimo stati più accorti, ma mi ritengo ugualmente soddisfatto dei miei ragazzi perché so che i 38 punti della nostra classifica, sono farina del nostro sacco e se siamo qui a parlare di una permanenza è perché l´abbiamo raggiunta con le nostre forze e perché possiamo dire a voce alta che nessuno ci ha regalato nulla.

Sembrerebbe un discorso rivolto a qualcuno in particolare...

E.B.: Ma no. E´ semplicemente una mia constatazione che scaturisce dai risultati che si sono registrati nell´ultimo mese e mezzo di campionato e che a parer mio hanno finito col falsare la stagione.

Opinione condivisibile, ma cosa proporresti per evitarlo?

E.B.: Di certo un correttivo per incentivare anche le formazioni "stagnanti" a centro classifica, ma sulle modalità, preferisco siano gli organi preposti a trovare le soluzioni del caso.

Corsa per l´Eccellenza conclusa all´ultimo minuto del campionato...

E.B.: Un epilogo emozionante...sicuramente un ottimo "spot" per tutto il movimento dilettantistico siciliano...Va meritatamente in Eccellenza l´Igea Virtus, ma non credo di fare torto ad alcuno se dico che per quanto fatto, anche il Rocca avrebbe meritato altrettanto.

Diamo uno sguardo in famiglia dove tuo figlio Beppe che ha ormai messo radici a Torregrotta, è prossimo ai 42 anni...

E.B.: Immagino dove tu voglia arrivare. Non sarò certo io a condizionare le sue scelte. Fisicamente è in buone condizioni e il fatto di essersi calato con relativa facilità nel suo nuovo ruolo nel reparto avanzato, potrebbe essergli congeniale per un prolungarsi della sua carriera.
In ogni caso, spetterà a lui prendere le decisioni più opportune.


Domanda civetta...prevedi una terza edizione della premiata ditta Enzo & Beppe Borelli in rossoblù?

E.B.: E chi lo può sapere?! Allenare per il Torregrotta, non lo scopriamo adesso, è un piacere. Si è sempre detto che qui non c´è pressione alcuna e i fatti lo hanno dimostrato. La società è sempre presente e vicina a giocatori e tecnici e ciò è quanto di meglio possa augurarsi chi allena in questa piazza dove c´è un presidente competente e lungimirante come pochi, seguito da un gruppo di dirigenti sempre presente e che ci fa sentire a nostro agio, creando ogni volta le condizioni per affrontare il campionato con la massima serenità.

Martedi sera frattanto (vedi foto allegate), la squadra si è ritrovata per l´ultima volta nella stagione al Comunale, per dar vita ad una breve rimpatriata a due giorni dalla conclusione delle "fatiche" di campionato, con un ridotto contingente della rosa a darsi ancora battaglia in un improvvisato torneo di calcio-tennis, cui ha fatto da spettatore anche Peppe Sciliberto, lo sfortunato attaccante 22enne che al 90´ del match di domenica, in uno scontro di gioco in area avversaria ha rimediato un forte trauma discorsivo dei legamenti del ginocchio sinistro che costringerà il giocatore all´uso delle stampelle per almeno un mese prima della fase riabilitativa.
Tra gli altri, spiccava un Nanni Cambrìa versione "all black" che fa sempre tendenza...
Il resto della comitiva, è andato ingrossandosi man mano che si avvicinava ora di cena, quando Danilo Giglio e compagni, con Enzo Borelli e Pippo Bonarrigo, si sono ritrovati presso un noto locale della zona, per trascorrere alcune ore spensierate con la visione della Champions League.
Giocatori, tecnici e dirigenti, si ritroveranno poi per la tradizionale cena sociale di fine campionato, nella quale con in tasca il nulla-osta per la partecipazione alla Promozione 2013/14, verrà ufficialmente dato l´ultimo "rompete le righe" della stagione.


Realizzazione siti web www.sitoper.it