28 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

GIOVANISSIMI AVANTI...ADAGIO... - Pareggio a reti inviolate ad Olivarella e play-off virtualmente conquistati.

20-03-2013 19:30 -
27´ Federico Meo neutralizza il rigore calciato da Formica
CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI - C.P.MESSINA -PRIMA FASE
17^ GIORNATA - 8^ DI RITORNO
OLIVARELLA (ME) - mercoledi 20/3/2013 - h.15


SAN FILIPPO DEL MELA - 0
TORREGROTTA - 0


SAN FILIPPO DEL MELA: Ficarra, Natalini, La Rosa, Brigandì, Mancuso, Pantè (29´ s.t.Lunghitano), Noto, Formica, Venuto, Gitto, Giambò (33´ s.t. Ruvolo)
a disp.: Bajramaj, Pizzurro, Messina, Impellizzeri


TORREGROTTA: Meo (1´ s.t. Trovato), Mondo, Mamola, Villari, Giorgianni, Abate, Crimaldi, Falcone, Basile, Sittineri, Sapienza
A disp.: Irrera Pruiti Ciarello, Sidoti Olivo, Donato, De Vita
All.: P.Pino

ARBITRO: Davide De Domenico (Messina)
ANGOLI: 7-0 per il Torregrotta (p.t. 4-0)
AMMONITI: nessuno
OFF-SIDES: 3-2 per il Torregrotta
RECUPERO: 2´ + 1´

Pari a reti bianche ad Olivarella tra un coriaceo San Filippo del Mela e Torregrotta, nella gara valida per la penultima della stagione regolare e che doveva servire ai padroni di casa per riaprire in extremis il discorso play-off ai danni dei rossoblù in cerca del "pass" aritmetico alla seconda fase.

Alla fine, termina senza vinti né vincitori, un risultato di parità, il primo del Torregrotta Giovanissimi in questa stagione, che scontenta un po´ tutti, soprattutto i padroni di casa che recriminano per un calcio di rigore trasformato al 27´ del primo tempo ma annullato dal direttore di gara tra l´iniziale incredulità generale, dopo la prima respinta di Federico Meo sul tentativo di trasformazione di Claudio Formica.
Pari accolto in maniera meno indigesta, ma comunque con qualche rammarico per le occasioni sprecate soprattutto nella ripresa, tra gli ospiti, che contavano di chiudere ogni discorso già sin da questo pomeriggio.

La graduatoria comunque e soprattutto il regolamento di accesso alla Fase Finale Provinciale, di cui alleghiamo lo stralcio, consentono ai ragazzi di Piero Pino di attendere in assoluta tranquillità il confronto del Comunale, sabato 23 alle 15, in virtù dell´affermazione già colta nella partita di andata sul campo della Giovanile Milazzo e di una differenza reti generale che soltanto in presenza di una colossale debacle interna, manderebbe al secondo turno i milazzesi di Placido Alacqua.

Gara difficile quella di questo pomeriggio, come anticipato dal rendimento stagionale e casalingo di un San Filippo che anche contro l´undici torrese, ha dimostrato di attraversare un ottimo periodo e che nella circostanza ha sfruttato la giornata-no di alcuni elementi in casa Torregrotta, apparsi quest´oggi decisamente sottotono.
La partita si apriva con i filippesi minacciosi dalle parti di Meo con una punizione di Formica, decisamente l´autentica spina nel fianco dei rossoblù che da posizione defilata sulla destra, mandava il pallone a stamparsi sulla traversa.

Il Torregrotta replicava in maniera pericolosa 10 minuti più tardi con Falcone che concludeva una combinazione in velocità con Sapienza e Basile, calciando centralmente per la facile presa di Ficarra.
Al 27´ l´episodio da thrilling della partita, quando Noto superati in dribbling due avversari, penetrava in area dal vertice sinistro dell´area di rigore torrese e veniva atterrato da Abate. Per il signor de Domenico non c´erano dubbi e indicava il dischetto del rigore. Dagli 11 metri Claudio Formica tentava la trasformazione senza angolare il tiro a mezza altezza, consentendo a Meo di respingere e salvare il risultato. Lo stesso n.8 del San Filippo, ribadiva in rete, ma l´arbitro, ravvisando una presunta posizione irregolare di un giocatore locale, annullava, ordinando la ripresa del gioco con un calcio di punizione da entro l´area, scatenando le veementi proteste della panchina filippese.

Ripreso il gioco, il primo tempo va avanti senza particolari sussulti. L´unico degno di nota è dato da Basile che sugli sviluppi di un corner allo scadere del tempo, alza la mira do ottima posizione.

Nel secondo tempo, il Torregrotta avanza decisamente il baricentro della propria manovra e già dopo 30 secondi di gioco, coglie un palo con Basile che dopo aver controllato la sfera e fatto fuori un difensore, indirizza verso la base del montante alla sinistra di Ficarra ormai battuto.
I ragazzi di Piero Pino, si riversano nella metà campo alla ricerca del gol risolutore, andandovi vicinissimi al 16´ con Sapienza che arriva con un attimo di ritardo all´appuntamento sottorete con la sfera proveniente da destra e pochi minuti più tardi con Falcone che a pochi passi dalla linea di porta, devia debolmente, permettendo al portiere di accartocciarsi sulla sfera e sventare l´insidia.

Al 20´ è Adriano Abate, a girare di testa un traversone di Sittineri dalla bandierina e costringere il portiere avversario ad alzare il pallone che stava per insaccarsi appena sotto la traversa.
I minuti scorrono inesorabili, con i rossoblù generosamente protesi in avanti ma che colti dalla frenesia del risultato, si lasciano andare a qualche errore in fase di disimpegno o nell´ultimo passaggio.
Emblematica l´occasione nella quale alla mezz´ora, Crimaldi da posizione defilata, preferisce cercare la soluzione personale, piuttosto che porgere a centro-area per un Totò Basile solitario.
Finisce 0-0 con i filippesi che confermano l´ottima stagione, ma restando attardati cinque lunghezze dalla seconda posizione, salutano anzitempo e chiuderanno domenica mattina a Lipari per l´ultima della stagione.

Il Torregrotta conclude il doppio turno esterno (Gi.Fra.-San Filippo) con il punticino che cercava. L´ufficialità dell ´ingresso ai play-off per Piero Pino ed i suoi ragazzi, arriverà sabato pomeriggio.
Nelle altre partite in programma in questo turno infrasettimanale del Girone A, l´altro big-match della giornata ha visto la sorprendente vittoria della Giovanile Milazzo che sul campo di San Pietro infligge il primo stop stagionale al Gi.Fra in condizioni rabberciate e già certo del primo posto, con un perentorio 3-1.

Vince di rimonta il Venetico che sul campo del Ciantro, conclude sotto 0-3, per poi ribaltare il punteggio e aggiudicarsi 4-3 il match che lo vedeva opposto all´Oratorio Cutropìa.
Vittoria a suon di gol anche per la Ludica Lipari, che a Santa Lucia del Mela rifila una cinquina alla malcapitata Pro Mende.



PERCHE´ IL TORREGROTTA E´ VIRTUALMENTE SECONDO

Il discorso qualificazione ai play-off, fuori corsa il San Filippo del Mela rimasto a 5 punti con una sola giornata da disputare, resta aperto tra Torregrotta e Giovanile Milazzo, che distano tra loro 3 lunghezze (34 a 31 per il Torregrotta) e che nel match di andata, giocato sul campo dei milazzesi, ha visto il preziosissimo successo torrese col punteggio di 2-0.

La differenza reti generale inoltre, vede il Torregrotta nettamente avanti con +60 (71-11), contro il +42 della Giovanile Milazzo (56-14).

A termini di regolamento, come pubblicato sul C.U. n.16 del 7.11.2012 (vedasi stralcio allegato, clicca qui) del Comitato di Messina, in caso di parità di punteggio, non è previsto spareggio e per l´attribuzione delle posizioni in classifica, varranno i seguenti criteri:
- maggior numero di punti conseguiti negli incontri diretti;
- miglior differenza reti (intera stagione sportiva);
- maggior numero di reti attive (intera stagione sportiva);
- sorteggio.

Alla luce di quanto sopra, un´eventuale sconfitta interna del Torregrotta, per quanto possa mettere le due squadre sullo stesso piano per quanto riguarda i confronti diretti, dovendosi ricorrere alla differenza reti dell´intera stagione sportiva, l´undici di Milazzo dovrebbe prevalere al Comunale con almeno 10 reti di scarto per operare il sorpasso.

Da ciò consegue che il Torregrotta accede alla seconda fase se:
vince, pareggia o addirittura perde fino a 9 reti di differenza.



PER VEDERE LE FOTO, CLICCA QUI


Realizzazione siti web www.sitoper.it