26 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

GIUNTA: "SALVI, MA NON SAZI" - Intervista al tecnico rossoblù all´indomani di Sinagra e con la capolista all´orizzonte.

18-03-2014 07:00 -
Giunta in fase di rinvio sotto gli occhi di Daro Romeo (a sinistra) e Alessandro Cucè (a destra) durante il match interno col Castelbuono

Non si è ancora chiaramente spenta l´eco per il brillante successo colto sul campo del Sinagra, che ha suscitato senza tema di smentita una seppur contenuta euforia, vuoi per il risultato in sé, fondamentale per la classifica dei rossoblù, vuoi per la prova corale della squadra che dopo Sant´Angelo di Brolo, Mili Marina (sponda Ghibellina) e Milazzo (risultato a parte), ha confermato anche al "Barone Salleo" l´ottima condizione generale e, da non sottovalutare, con grande soddisfazione di tutti, la coesione di un gruppo che anche nelle difficoltà, ha saputo far quadrato, con ciascun giocatore pronto a sacrificarsi per il compagno, aspetto quest´ultimo che sta diventando l´autentico punto di forza di un complesso che vuole concludere in crescendo questa stagione.

Ne parliamo con il tecnico rossoblù Giannicola Giunta con cui analizziamo il momento della squadra e le previsioni per gli ultimi 270´.

Mister, innanzi tutto i doverosi complimenti a te ed ai ragazzi per il risultato portato dai Nebrodi. Era l´acuto che mancava...
"Grazie per i complimenti ma devo elogiare la squadra in blocco per l´ottima interpretazione di gara fatta dal 1´. Non mi voglio soffermare sulle prestazioni dei singoli, perché farei torto a tutti gli altri e perché ognuno dei giocatori scesi in campo, ha rispettato fedelmente le consegne facendo sì che corressimo solo dei rischi calcolati".

Cosa ti ha sorpreso maggiormente della prova della squadra?
"L´approccio e la sicurezza nei propri mezzi, senza alcun dubbio. Sono scesi sul terreno di gioco con il tipico "occhio della tigre" perché sapevano che buona parte del raggiungimento dell´obiettivo, passava da questa trasferta ed hanno saputo colpire al momento giusto. Merito anche di una condizione atletica che ha raggiunto l´apice e che ci ha consentito, grazie al sapiente lavoro di Pippo Bonarrigo, di sopperire alle assenze di giocatori esperti, con l´applicazione e la tenuta fisica."

Raggiunta quota 30. Salvezza in cassaforte?
"Innegabile che a 30 punti e con un margine di +15 dal Riviera e di +17 dal Ghibellina, a tre giornate dalla fine, sarei un ipocrita se non dicessi che mi senta virtualmente in salvo, ma dovendo dare una percentuale, preferisco tenermi su un abbondante 90%, anche perché il calendario delle ultime tre partite non dovrebbe creare eccessivi stravolgimenti."

Dobbiamo quindi aspettarci un Torregrotta con i remi in barca?
"Neppure per idea. La squadra, come detto prima, è in un´invidiabile condizione psico-fisica e vorrebbe regalarsi un bel finale di stagione anche perché lo meritano i ragazzi, lo merita la dirigenza, lo meritano i nostri sportivi che hanno iniziato a seguirci in maniera più consistente e, non dimentichiamolo, per garantire la regolarità del campionato. Del resto, se andiamo a guardare il nostro percorso, nessuno ci ha regalato nulla, anzi..., motivo per il quale, alla stessa maniera non regaleremo nulla anche noi da qui fino al 6 aprile."

Neppure se si tratta dello Sporting Taormina capolista col miglior attacco e la miglior difesa del girone e ospite domenica al Comunale?
"Rispettiamo lo Sporting cui vanno i complimenti per l´ottimo campionato fin qui disputato e coronato col primo posto conquistato sabato. Ma noi andiamo avanti per la nostra strada, convinti di poter dire e dare ancora qualcosa a questo campionato. Non dimentichiamo inoltre che un eventuale risultato positivo domenica, ci consentirebbe con ogni probabilità di chiudere la pratica permanenza anche con il conforto della matematica."

Proiettiamoci a domenica ed alla capolista. Hai in mente qualcosa di particolare?
"Né più né meno lo stesso programma delle altre settimane. Il fatto che l´avversario di turno sia la capolista non deve modificare più di tanto i nostri programmi e la nostra preparazione, per cui manterremo inalterato il calendario di lavoro che si articolerà sulle quattro sedute da martedi a venerdi. Non avrebbe senso forzare i ritmi in questo momento della stagione. I ragazzi sanno ormai cosa devono fare e nonostante la classifica sia più che rassicurante, non sono ancora sazi."

Obiettivi da qui alla fine del campionato?
"Senza dubbio fare più punti possibile per regalare e, consentitemelo, regalarci qualche altra soddisfazione e fare esordire in Prima Squadra qualche altro ´97. I due che ho impiegato finora (Romeo e Merlino...ndr) mi hanno fornito risultati incoraggianti e non è escluso che da qui e fino alla partita col Riviera Messina Nord non ne getti nella mischia qualcun altro."

La squadra frattanto, come anticipato nelle dichiarazioni del tecnico, riprenderà questa sera il normale programma di preparazione stilato dal tandem Giunta/Bonarrigo in vista della delicata sfida di domenica prossima alla capolista.
Atteso il rientro di Salvatore Scibilia, nonchè quello di Valerio Impalà che a Sinagra ha scontato anche la seconda giornata di squalifica. Da verificare le condizioni di Alessandro Isgrò, uscito malconcio dalla trasferta e che sarà costretto a disertare l´impegno di domani (mercoledi) pomeriggio a Messina nell´ultima giornata in calendario della Prima Fase Juniores.
Si proseguirà poi con cadenza giornaliera fino alla rifinitura di venerdi, quando diramato l´elenco dei convocati, inizierà il conto alla rovescia in attesa di un match che alle 16,45 potrebbe consegnare matematicamente la permanenza nella categoria.

Realizzazione siti web www.sitoper.it