29 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

GLI ALLIEVI SI ILLUDONO,...IL CURCURACI DILAGA - Al "Rogazionisti" di Messina, pesante battuta d´arresto per i rossoblù di Nunzio Midili che piombano in zona play-out.

25-01-2014 22:55 -
12´ Viscuso dagli 11 metri pareggia il conto per il Curcuraci
CAMPIONATO REGIONALE ALLIEVI - GIRONE C - 18^ GIORNATA - 5^ DI RITORNO
MESSINA - Campo Sportivo "Rogazionisti" - sabato 25/01/2014 - ore 15


J.C.CURCURACI - 5
TORREGROTTA - 2


MARCATORI: 7´ Sittineri (T), 12´ rig.Viscuso (JC), 19´ Rinaldi (JC), 25´ Romeo (T), 3´ s.t. Rinaldi (JC), 18´ s.t. Cosio (JC), 21´ s.t. Rinaldi (JC)

J.C.CURCURACI:Guglielmo, Varriale, Parafioriti, Micalizzi (20´ s.t. Marino), Viscuso, Calapaj, Pennizzotto, Cefalo, Rinaldi, Cosio (40´ s.t. Mellini), Manzella
a disp.: Monte, Doddis
all.: G.Di Pietro

TORREGROTTA: Villani, Puleo (18´ s.t.Sapienza), Mamola (16´ p.t. Trovato), Merlino, Cattafi (3´ s.t. Schillaci), Pino, Crimaldi (9´ s.t. Mondo), Falcone, Romeo, Sittineri, Carrozza
all.: N.Midili

ARBITRO: Antonino MOLONIA di Messina

ANGOLI: 6-6 (p.t.4-2 per lo J.C.Curcuraci)
AMMONITI: 11´ Pino (T), 37´ Puleo (T), 26´ s.t. Parafioriti (JC), 32´ s.t. Trovato (T)
ESPULSO: 3´ s.t. il tecnico del Torregrotta. Midili
RECUPERO: 0´ + 5´
OFF-SIDES: 3-2 per lo J.C. Curcuraci (p.t.0-1)

Tutto da rifare per gli Allievi Regionali del Torregrotta che nel confronto diretto sull´insidiosissimo rettangolo di gioco del "Rogazionisti" di Messina, incassano una pesante sconfitta ad opera dello Junior Club Curcuraci, che riapre di fatto i giochi in zona play-out adesso distanti solo un punto.

Merito senza ombra di dubbio alcuno della formazione di casa, particolarmente motivata e che nell´ultimo sabato di campionato del mese di gennaio, sapeva di giocare parecchio del proprio futuro in questa stagione e protagonista di una gara con buone trame di gioco su un terreno dalle dimensioni più congeniali ai messinesi e nella quale ha messo in campo tanta determinazione e soprattutto parecchia concretezza sottorete.

Di contro, i rossoblù di Nunzio Midili, andati in vantaggio troppo presto, hanno finito con il pagare l´approssimazione ed una scarsa incisività negli ultimi 25 metri che unite ad alcune leggerezze in fase difensiva, figlie di una condizione generale non ottimale, hanno finito con il determinare il pesante passivo.

Della maggiore determinazione dei padroni di casa, ne ha fatto le spese al quarto d´ora di gara, il terzino sinistro rossoblù, Salvatore Mamola che in un fortuito scontro di gioco con il messinese Cefalo, sulla trequarti torrese, ha rimediato un vistosissimo e forte trauma cranico per il quale il giovane giocatore classe ´98, è stato posto al rientro in sede sotto osservazione presso il nosocomio di Milazzo dove è stato dimesso nel corso della serata.

La cronaca si apre al 2´ con il Torregrotta a rendersi minaccioso in area del Curcuraci, ma Merlino su spiovente dalle retrovie di Pino, alza la mira.
Al 4´ lo stesso Pino su affondo dalla destra di Manzella, libera l´area piccola con Villani già fuori causa.
Al 7´ il Torregrotta passa con un calcio di punizione dai 30 metri di Sittineri, che sorprende Guglielmo, nella circostanza fattosi trovare decisamente impreparato.
Sembra un pomeriggio finalmente sorridente per i colori rossoblù, ma i locali non si perdono d´animo e al 12´ su uno scambio sulla destra tra Parafioriti e Manzella, beneficiano di un calcio di rigore decretato dal signor Molonia per plateale atterramento del n.11 in maglia gialla ad opera di Pino.
Della trasformazione di incarica il capitano del Curcuraci, Viscuso che con freddezza batte Villani riportando il risultato immediatamente in parità.
Al 16´, l´episodio dell´infortunio occorso a Mamola che viene sostituito con l´ingresso in campo di Emanuele Trovato e conseguente arretramento di Carrozza a supporto della difesa.
Un minuto più tardi, proprio il neo entrato, prova a scaldare le mani al portiere avversario, ma Guglielmino questa volta è pronto alla respinta.
Sbilanciato in avanti, il Torregrotta presta però il fianco ai ficcanti contropiede locali ed al 19´ su una micidiale ripartenza, Rinaldi viene lanciato in corridoio centrale e sul timido accenno d´uscita di Villani, batte il portiere con un delizioso tocco che scavalca l´estremo difensore e manda la sfera ad insaccarsi alla sua destra.
La gara si mantiene vivacissima con continui capovolgimenti di fronte, cosicchè al 25´ , da una manovra partita dal cerchio del centrocampo di Sittineri, la sfera giunge sulla sinistra a Trovato che quasi sul fondo, mette in area per Romeo che inquadra la porta e di prima intenzione insacca con un potente diagonale che non lascia scampo a Guglielmino, portando il risultato sul 2-2 col quale le squadre vanno negli spogliatoi.

Ad inizio ripresa, quando il cronometro non aveva ancora completato il terzo giro, un nuovo lancio dalle retrovie messinesi, innesca Rinaldi che vinto agevolmente il duello in velocità con Cattafi, appena entro l´area lascia partire un fendente sul quale Villani stavolta può ben poco per il nuovo vantaggio del Curcuraci che si porta così sul 3-2.
Al 15´ una punizione di Romeo dalla sinistra, diventa un prezioso invito per Puleo che giunge in corsa sul versante opposto ma il terzino destro rossoblù arriva con un attimo di ritardo sulla sfera che aveva tagliato l´intera retroguardia locale.
La gara continua a snodarsi con un Torregrotta propositivo e che non ci sta a perdere, ma che trova parecchie difficoltà a trovare spazi con fraseggi troppo elaborati nella fitta ragnatela dell´undici di mr.Di Pietro che di contro si affida a fraseggi veloci ed in profondità ed è bravo a capitalizzare ogni minima esitazione rossoblù come al 18´ quando Calapaj dalla sinistra all´altezza dei 10 metri dalla linea del fondo, rimette in area con le mani. Cosio è il più lesto di tutti ed anticipando il diretto avversario gira di testa a mezza altezza verso la porta torrese e sorprende Villani con palla che accarezza l´interno del palo destro e si insacca alle spalle del portiere, portando il risultato sul 4-2.
Tre minuti più tardi, Rinaldi, ancora lui, viene servito in profondità sulla destra e rasoterra manda il pallone ad insaccarsi per la sua tripletta personale e fissando il punteggio sul 5-2.
La reazione torrese, per quanto tardiva è rabbiosa ma non si concretizza nonostante le opportunità di Sittineri al 32´ sul quale Guglielmo riscatta l´erroraccio del gol d´apertura e ci mette una pezza salvando in angolo, di Sapienza al 34´ che colpisce in pieno la traversa con Falcone che sulla ribattuta indirizza debolmente e nel recupero con Romeo e nuovamente Sapienza, che non riescono a sfondare ed a rendere meno amaro il pomeriggio in riva allo Stretto, nel quale dopo tanto tempo, tornano a riaffiorare i fantasmi dei play-out.
Adesso per mr.Midili ed i suoi ragazzi, si prospetta il ritorno al Comunale con il Giardini Naxos sabato 1° febbraio. Urge tornare a far punti per salvare la stagione, prima che sia troppo tardi...

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it