30 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

ESTASI TORREGROTTA. BENTORNATA ECCELLENZA!!! - Nella finalissima di Caltanissetta, i rossoblù domano il Castellammare ai calci di rigore e dopo 11 anni tornano nel massimo campionato dilettantistico

30-12-2019 21:15 -
Il rigore decisivo realizzato da Bonaffini
PROMOZIONE SICILIANA - FINALISSIMA PLAY-OFF GIR.A-B
CALTANISSETTA (CL) - STADIO COMUNALE "M.Tomaselli" - domenica 8/5/2016 - ore 16,30



ASD CASTELLAMMARE CALCIO ´94 - 1
ASD TORREGROTTA - 1

(5-6 d.c.r)

RETI: 80´ Trovato (T), 90´+1 Trapolino (C)

SEQUENZA RIGORI: D´Angelo (C) gol, Rasa´ (T) gol, Trapolino (C) gol, Maisano (T) gol, Di Giuseppe (C) gol, Cuce´ (T) gol, Norfo (C) gol, Nastasi (T) gol, Agueci (C) parato, Leo (T) parato, Vitale (C) parato, Bonaffini (T) gol


CASTELLAMMARE: Costantino (15´ sts Cultrera), Finazzo, D´Angelo, Di Giuseppe, Como (88´ Mancuso), Barone, Pizzolato, (85´ Trapolino S. I), Di Bartolo, Norfo, Agueci, Vitale
A disp.: Turano, Trapolino S. II, Dara, Giuffrè
All.: Fratello

TORREGROTTA: Vinci, Bonaffini, Cucè, Squadrito, Maisano, Leo, Trovato, Falcone (46´ Nastasi), Sittineri (46´ Rasà), Sciliberto, Isgrò (76´ Sgrò)
A disp.: Giunta, Mondo, Campanella, Giorgianni
All.: G.Giunta


ARBITRO: Giuseppe GIRGENTI (Agrigento)
ASSISTENTI: Marco CAMPANELLA e Giuseppe BENTIVEGNA (Agrigento)


ANGOLI: 4-1 per il Castellammare (p.t.1-0, s.t.3-1, pts 0-0, sts 0-0)

RECUPERO: 0´ + 7´ + 4´ + 1´

AMMONITI: 5´ Finazzo (C), 15´ Squadrito (T), 19´ Di Bartolo (C), 59´ Agueci (C), 67´ Como (C), 80´ Trovato (T); 87´ Di Giuseppe (C), 1´ sts Bonaffini (T), 9´ sts Norfo (C)

ESPULSO: 90´+6 Di Bartolo (C)

OFF-SIDES: 3-1 per il Torregrotta (p.t.2-0; s.t.0-1; pts 1-0; sts 0-0)


Le lancette dell´orologio segnano le 19,32 di domenica 8 maggio, quando Angelo Bonaffini posiziona il pallone sul dischetto dopo che Vinci aveva neutralizzato in tuffo sulla sua destra, il primo tiro della serie "ad oltranza", scoccato da Vitale.
La rincorsa è breve e nonostante Cultrera, l´esperto n.12 trapanese fatto entrare allo scadere dei supplementari ne intuisca l´angolo, si insacca a mezza altezza, "baciando" il palo interno alla sinistra, con l´esterno basso rossoblù che inizia la sua corsa sfrenata verso la curva, seguito dal resto della squadra.

Termina così, con i 200 tifosi torresi, tra cui alcuni rientrati per l´occasione da Belgio, Inghilterra, Afghanistan e persino Venezuela, ad esultare insieme ai propri giocatori, mentre i supporters di Castellammare, rapidamente guadagnano l´uscita per fare mestamente ritorno a casa, la finalissima play-off dei gironi A-B disputatasi sul neutro del "Tomaselli" di Caltanissetta, che ha sancito a distanza di 11 anni dal play-out di Taormina perso contro lo Scordia il 15 maggio 2005, il ritorno del Torregrotta in Eccellenza, categoria nella quale, la società del presidente Nino Sindoni, vi approda per la terza volta nella sua quarantennale storia dopo le brevi esperienze targate stagioni 2002/03 e 2004/05.
Onore però al Castellammare, dimostratosi anche nell´ultimo atto nisseno, formazione coriacea e temibile, domata al termine della lotteria dei tiri dal dischetto e "tradita" nella giornata decisiva da quel Norfo, che 18 anni prima aveva "bucato" la porta difesa dall´allora pipelet torrese, Pellegrino, ma che ieri pomeriggio, è stato ipnotizzato da Vinci nel momento in cui ha calciato contro la traversa allo scadere del primo supplementare, il penalty del possibile sorpasso.

Torregrotta, che dunque entra di diritto nella storia calcistica, al termine di una stagione superlativa nella quale l´undici di Giannicola Giunta, ha perso solo in un´occasione (1-2 al 90´ 5 mesi e mezzo fa, sul campo del Barcellona...ndr) e che proprio nel match decisivo, ha dovuto fare a meno dal 1´ di quattro pedine del calibro di Battaglia, Bertino, Sgrò e Rasà (questi ultimi due, entrati nella ripresa) e che, se i trapanesi hanno giocato in 10 l´intero "overtime" per l´espulsione di Di Bartolo per doppia ammonizione, di contro, i rossoblù hanno disputato l´intero secondo tempo supplementare, praticamente in 8 uomini, con lo stesso Sgrò e Trovato, vistosamente claudicanti e stoicamente in campo, cui si aggiungeva un Rasà, letteralmente bersagliato alla caviglia già malconcia.

La gara, che vede il Torregrotta entrare in campo con ben 6 "under" (Vinci, Maisano, Trovato, Falcone, Sittineri ed Isgrò), nel primo tempo non riserva occasioni degne di essere inserite nel taccuino, per via di una condotta di gara molto accorta da ambo le parti. La posta in palio del resto è altissima e, dopo il prevedibile ma sterile avvio intraprendente della formazione in completa tenuta azzurra, i ragazzi di Giannicola Giunta prendono le misure e iniziano ad entrare in partita, senza però mai impensierire il portiere avversario.

Il clichè non cambia nella ripresa, nella quale i cambi operati dal 1´ con l´innesto di Rasà e Nastasi, dopo un´iniziale fiammata, non sortiscono gli effetti sperati e, tranne qualche conclusione velleitaria controllata da Vinci e qualche iniziativa torrese che non impensierisce quasi mai Costantino, si deve attendere il minuto 80, quando Sciliberto, ricevuta palla all´altezza della trequarti avversaria, pesca con un assist illuminante lo sgusciante Trovato che penetra in area dal corridoio di sinistra e sull´accenno di uscita del portiere, lo beffa con un felpato tocco di esterno destro che si insacca proprio sotto la curva tirrenica. Mancano 10´ più recupero al termine ed il Torregrotta è in vantaggio.
La partita si infiamma ed il Castellammare si riversa nella metà campo torrese dove Leo e compagni, arginano senza troppe difficoltà le iniziative avversarie, ma pochi secondi dopo il 90´, nel primo dei 7 minuti di recupero comandati dal direttore di gara, sugli sviluppi di una rimessa laterale dalla destra, la palla giunge in area rossoblù dove il neo-entrato Stefano Trapolino, lasciato tutto solo, ha il tempo per coordinarsi e battere di controbalzo col mancino l´incolpevole Vinci.

Il pareggio subito, sembra annebbiare le idee del Torregrotta che allo scadere del primo tempo supplementare, si vede assegnare contro la massima punizione per un contatto all´interno dei 16 metri, Bonaffini-Agueci, ritenuto punibile dal signor Girgenti, nell´occasione apparso oltremodo fiscale.
Dal dischetto, il capitano trapanese Norfo, prova la soluzione sotto la traversa, ma sbaglia la mira, lasciando tutto come prima.
Traversa protagonista anche nel 2´ del secondo tempo supplementare, quando sul colpo di testa di Mancuso, la sfera si stampa contro il montante, ricacciando in gola l´urlo del gol della tifoseria di fede biancazzurra.

Non accade più altro fino alla conclusione. Poi, arriva la serie dei tiri dagli undici metri. I primi quattro vengono realizzati da tutte e due le squadre, poi Vinci neutralizza il tiro di Agueci distendendosi sulla sua destra. Sul dischetto si presenta Leo per quello che potrebbe essere il tiro dell´Eccellenza, ma l´aitante centrale difensivo milazzese, non angola a sufficienza, consentendo a Cultrera di respingere.
Si va ad oltranza e Vitale tira forte sulla destra, ma Vinci, con uno scatto felino, toglie la sfera dall´angolino basso nel quale era indirizzata.
Tocca adesso a Bonaffini, che glaciale manda in rete nonostante il disperato tuffo del portiere.
Sono le 19,32 dell´8 maggio 2016. Il Torregrotta, a degno coronamento di una stagione fantastica, per la terza volta nella sua storia approda in Eccellenza.



LE FOTO DELLA PARTITA, SARANNO PUBBLICATE NEL CORSO DELLA SERATA



Realizzazione siti web www.sitoper.it