12 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL CAMBIO DELLA GUARDIA - Il Rocca Caprileone mette la freccia e passa al comando mentre le altre frenano. Avanza la Mamertina. La nona giornata nel Girone B

05-11-2012 13:30 -

Il sorpasso in vetta del Rocca Caprileone ai danni del Cefalù, la prima sconfitta di campionato per la Spadaforese, il primo cin-cin in trasferta della Mamertina. Queste le note salienti della nona giornata nel girone B di Promozione, dove sono state realizzate 16 reti (7 in casa, 9 fuori), che portano il totale a 183 (con due partite ancora da recuperare).
Due le vittorie casalinghe (Sant´Agata e Sacro Cuore), tre pareggi e altrettante vittorie delle squadre viaggianti (Cus Palermo, Mamertina e Rocca). Due le massime punizioni concesse, entrambe a segno, ma una soltanto decisiva, quella trasformata da Marandano e che ha consentito al Rocca Caprileone di imporsi a Collesano. Il totale dei calci di rigore, sale così a 30, 28 dei quali realizzati. In questa speciale classifica, è sempre il Patti leader indiscusso con 6 penalty trasformati (5 da Antonio Catalfamo), seguito da Delfini e Spadaforese con 3. Ciappazzi, Real Calcio e Torregrotta, le uniche formazioni a non aver ancora beneficiato del tiro dagli undici metri.

Passando in rassegna le gare del turno appena trascorso, nel primo dei due anticipi del sabato, il Patti incassa la terza sconfitta consecutiva tra le mura amiche, battuto da un gol di Reina che regala alla mezz´ora del primo tempo, il primo successo in campionato del Cus Palermo. Un gol per tempo invece al Grotta di Polifemo, dove nel big-match della giornata, il Sacro Cuore rimanda battuta la Spadaforese che chiude in 9 un derby nel quale, stando alle cronache, poco o nulla è stato concesso allo spettacolo.
La domenica era incentrata sull´appuntamento del Comunale di Torregrotta, dove la formazione di Enzo Borelli, al termine di una gara "ad inseguimento", impatta 2-2 con il Cefalù, costretto a frenare per il secondo turno consecutivo, ritrova Fabio Scibilia nel ruolo del bomber che "rischia", è proprio il caso di dirlo, di trovare allo scadere del recupero, il jolly da tre punti.
Del pari ai piedi dei Peloritani, ne approfitta il Rocca Caprileone che con un calcio di rigore in chiusura di parziale, piega il Collesano.
Riesce a strappare un buon pari l´Igea Virtus, che a Termini Imerese va sotto di un gol a 20´ dalla conclusione e seppure in inferiorità numerica, agguanta il risultato a 5´ dal termine, conservando l´imbattibilità in campionato.
Pari a reti bianche a Terme Vigliatore, dove la Ciappazzi non riesce ad avere ragione del Montemaggiore, al termine di un match ben giocato da ambo le parti e nel quale unico assente è stato proprio il gol.
Primo successo lontano dal "Ducezio" per la Mamertina che espugna il campo della Delfini Vergine Maria con una prova senza sbavature al cospetto di un avversario arrendevole e dopo essere passata in vantaggio nel primo tempo, legittima la propria superiorità, con l´uno-due in chiusura del match.
Ha dovuto infine sudare parecchio il Sant´Agata per portare a casa i tre punti contro un Equipecomprensorio (prossimo avversario del Torregrotta) tutt´altro che arrendevole e che sotto di due reti, riapre la gara con un tiro dal dischetto, ma vede infrangersi nel muro santagatese, il disperato tentativo di rimonta.

In classifica, in attesa dei due recuperi di mercoledi 7(Mont emaggiore-Real Calcio e Delfini-Collesano), il Rocca sfrutta la giornata opaca delle rivali ed opera il sorpasso in vetta, allungando anche su Igea e Spadaforese. Si rifà sotto il Sacro Cuore (10 punti nelle ultime 4 partite disputate) che affianca il Montemaggiore. La Mamertina, grazie al secondo successo consecutivo (il terzo negli ultimi su 4 incontri), si colloca nella "pancia" della classifica insieme al Sant´Agata ed alla Ciappazzi. Dietro, il Torregrotta che precede di una lunghezza il Real Calcio. Più staccate Patti, Equipecomprensorio e Cus Palermo, prossime avversarie dei rossoblù nei tre turni che verranno. Attardate invece, appaiono già Delfini e Collesano, anche se questi ultimi ci hanno già abituato a prepotenti gironi di ritorno culminati con la permanenza diretta.

UNO SGUARDO AGLI ALTRI GIRONI


GIRONE A

Insiste il Pro Favara che batte (2-0) lo Strasatti e allunga sulla più immediata inseguitrice che è adesso lo Sciacca che imponendosi con identico risultato nel confronto diretto col Serradifalco, si colloca al secondo posto davanti allo stesso Serradifalco ed al Canicattì che sommerge (4-1) il Partinicaudace. Salemi (1-0 sul Cianciana) e Dattilo (3-0 contro l´Aragona) si propongono per la zona play-off. Nelle retrovie, rinviata per nebbia la partita del Mussomeli col Campobello, si registrano piccoli passi avanti del Carini e dello Skandenberg Piana (1-1 nello scontro diretto).

GIRONE C

Il Belpasso, superando di misura la Fiumefreddese nell´anticipo di sabato, raggiunge in vetta i cugini della Real Belpassese che non vanno oltre il nulla di fatto a Santa Teresa di Riva (e sabato è in programma il derbyssimo del "San Giacomo"). Real Giarre bloccato sull´1-1 nella difficile trasferta di Calascibetta (San Sebastiano). Importante vittoria esterna del Viagrande a Nicosia, mentre a Nissoria, l´Agira deve attendere il secondo tempo per avere ragione del Riviera dello Stretto. Il Pistunina si fa prendere dai nervi e con una rissa con il Randazzo, perde la possibilità di fare un bel balzo in avanti. Nelle retrovie, il Troina passa di misura a Santa Venerina, mentre nel match tra le due di coda, è l´Enna ad avere agevolmente la meglio, passando (2-5) sul campo dello Scommettendo.


GIRONE D

Non fa sconti la Gymnica Scordia, che tocca quota 20 in classifica grazie al perentorio 2-0 al S.Angelo Licata. Risponde la San Pio X che non ha difficoltà a fare in pieno il suo dovere contro l´Aquila Caltagirone (4-1). Costretto a rallentare l´Atletico Catania (0-0 sul campo dell´Aci San Filippo). Cade invece rovinosamente il Città di Augusta (5-2 a Scicli), raggiunto in classifica dall´Enzo Grasso che si impone sul campo del Real Niscemi. Nella parte bassa della classifica, l´Hellenika si sbarazza del Città di Mascalucia con un 5-0 che non ammette discussioni, mentre la Rari Nantes coglie un´importante vittoria (2-0) ai danni del Santa Croce, collocandosi ad immediato ridosso delle formazioni che la precedono (Caltagirone e Real Ragusa).

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account