07 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL CEFALU´ METTE LA CAPOLISTA NEL MIRINO - Pericolosa frenata del Rocca. Leader-ship nuovamente in discussione. Per il Torregrotta, colpaccio in chiave salvezza.

11-03-2013 13:30 -


Più che mai incerto il finale di campionato nel girone B di Promozione dove i giochi al vertice, che fino a qualche settimana fa sembravano sul punto di potersi ritenere (quasi) chiusi, vanno riaprendosi di giornata in giornata, con la capolista che continua suo malgrado ad accusare la stanchezza di una stagione condotta ininterrottamente al vertice dalla 9^ di andata, per la gioia delle inseguitrici più immediate che adesso incalzano minacciose.

Meno quattro al "game over", dopo una 26^ che ha fatto registrare 20 reti (9 in casa, 11 fuori) che portano il totale a 578 (344 a 234). Tre le vittorie casalinghe, quattro quelle corsare ed un solo pareggio, quello maturato al "C.Micale" dove il Rocca rischia grosso andando sotto nel punteggio e soltanto nella ripresa riesce a rimediare con Marandano che fissa sul pari il match con il Sacro Cuore cui l´ennesimo avvicendamento tecnico ha evidentemente giovato e ridato motivazioni al clan milazzese.

Continua la sua marcia inarrestabile il Cefalù, che doma anche la Ciappazzi e inanellando l´ottava perla consecutiva (nuovo record stagionale del girone...ndr) mette la capolista a distanza di tiro, leggasi due punti.

Fatica più del previsto, ma alla fine, con il solito Genovese riesce a sfondare il bunker di un disperato Collesano, l´Igea Virtus che riscatta prontamente la scoppola di Terme Vigliatore e torna a sognare.

Col minimo scarto, ma prosegue nella sua striscia positiva la cinica Spadaforese che in chiusura di parziale riesce a trovare lo spiraglio giusto per rimandare a Galati battuta, la coriacea Mamertina.

Sorprende, ma fino ad un certo punto, il terzo scivolone consecutivo del Montemaggiore che quasi ormai privo di motivazioni in campionato, si lascia superare a Cerda dai Delfini che dopo un periodo di magra, conquistano tre punti che consentono loro di restare aggrappati al treno della permanenza.

Vittoria da...9 punti per il Torregrotta (tre in classifica, altri tre virtuali perché conquistati ai danni di una diretta concorrente, più i tre rimediati alla testa dal difensore Rocco Pino), che issa bandiera pirata e nello scontro diretto sul campo del Cus Palermo, sfodera una prestazione di carattere, incamerando tre punti che sanno tanto di salvezza.

Da pronostico, anche se di misura, i successi esterni del Real Calcio che batte a domicilio al termine di un´altalena di reti, l´Equipecomprensorio, così come quello altrettanto risicato ma ugualmente importante del Sant´Agata che imponendosi sul Patti, lascia ancora aperta la porta ad una salvezza che avrebbe il sapore dell´ennesimo miracolo.

In classifica, il Rocca ha adesso solo un "+2" dal Cefalù e quattro lunghezze di margine dall´Igea Virtus, alla vigilia di un turno, l´ultimo prima della sosta di due settimane, che vedrà le tre in corsa per l´Eccellenza, giocare su campi minati, di formazioni in piena bagarre. Per il Rocca, atteso da un doppio turno esterno, c´è l´insidia Mamertina. Le ambizioni di primato del Cefalù, saranno messe alla prova dai colpi di coda di un irriducibile Collesano, mentre i barcellonesi renderanno visita ai per nulla tranquilli Delfini.
Dietro, dalla Mamertina in giù, sono coinvolte tutte le squadre con in particolare il Sant´Agata, atteso dal recupero casalingo col Cus, nella morsa delle palermitane.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account