20 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL CONVALESCENTE TORREGROTTA PENSA GIA´ AL GHIBELLINA - Tonificati dal successo di Villafranca, i rossoblù iniziano la preparazione al match di domenica.

22-10-2013 07:00 -

Obiettivo centrato in pieno per il Torregrotta di Enzo Borelli che ha conquistato il primo brindisi stagionale lontano dal "Comunale. Un Torregrotta forse meno agile e manovriero di altre occasioni, ma indiscutibilmente più concreto e cinico, capace di capitalizzare al meglio quanto prodotto sul campo di una squadra già con l´acqua alla gola e pertanto più difficile di quanto la classifica potesse far immaginare, tanto più che dalle fonti locali, era giunta palpabile nel corso della settimana, la naturale e comprensibile intenzione di dare il tutto per tutto nel derby, per operare il sorpasso ai danni dei rossoblù e avviare una fase di rilancio.

Così non è stato, in virtù di una prova con pochi fronzoli dell´undici torrese, che dopo quella per certi versi imbarazzante di sette giorni prima e seppur in condizioni non ottimali per via delle concomitanti assenze di Beppe Borelli e Salvatore Scibilia al centro della difesa e di Giovanni Cambrìa a centrocampo, ha fatto di necessità virtù, trovando negli effettivi schierati in campo, le risorse necessarie per uscire dal "Fagnani" con una vittoria sofferta ma meritata perché ottenuta contro un avversario che ha lottato fino all´ultimo istante e giocando la classica partita da "coltello tra i denti", per di più in inferiorità numerica per metà ripresa, a causa di un´espulsione a Cucè, apparsa ai più oltremodo affrettata , tanto più se si considera la correttezza estrema che caratterizza il difensore spadaforese, al secondo anno in maglia rossoblù.

Il "rosso" esibito a Cucè inoltre, dal punto di vista disciplinare rappresenta un fatto inusuale alle latitudini torresi, trattandosi della quarta partita consecutiva che la compagine del presidente Nino Sindoni chiude con un uomo in meno. Era accaduto in casa con la Castelbuonese (La Spada), si è ripetuto a Fiumefreddo (Impalà) e ancora una volta al Comunale con la Santangiolese (Scibilia). Sabato, come detto, è toccato a Cucè.

Tre punti che certamente non risolveranno come d´incanto tutti i problemi della compagine rossoblù, ma che fanno indubbiamente morale alla vigilia di un turno casalingo cui guardare con particolare attenzione e che se sfruttato a dovere, potrebbe consentire ad Enzo Borelli ed ai suoi ragazzi, di operare un discreto allungo in graduatoria, tenendo conto altresì che il Torregrotta è tra le poche squadre dal centro-classifica in giù, ad aver già riposato (le altre sono solo Sinagra e Castelbuono 1975...ndr).

Si sfata inoltre qualche piccolo tabù che vedeva in questo inizio di stagione i rossoblù tirrenici con zero vittorie lontano dal pubblico amico e mai a punti sul campo bianco-verde, dove tra campionati di Eccellenza e Promozione e Coppa Italia, era uscito sempre battuto.

Fatto il debito preambolo ed archiviato quindi con giusta ma pur sempre moderata soddisfazione, il beneaugurante successo nell´anticipo, Enzo Borelli ed il suo gruppo, avvieranno da questa sera la preparazione finalizzata al prossimo turno di campionato che mette sulla strada di Sciliberto e soci, domenica 27 (con fischio d´inizio alle 14,30) un Ghibellina che stenta ancora a trovare l´assetto ideale per affrontare un campionato insidioso come quello di Promozione e che fuori dalle mura cittadine ha collezionato solo sconfitte essendo l´unica vittoria maturata sul campo del Riviera Messina Nord.

Avversario quindi da tenere nella debita considerazione e che proprio in virtù della propria situazione di classifica, un Torregrotta ancora convalescente non può permettersi di snobbare se vuole uscire dal tunnel del tutto.
Per l´appuntamento di domenica, il tecnico dovrà fare a meno ancora una volta di due pedine, vale a dire Scibilia che sconterà la seconda ed ultima giornata di squalifica e Cucè che verosimilmente dovrebbe pagare con un turno di stop, la sanzione riservatagli dal signor Restuccia.
Si dovrà stabilire altresì l´entità dell´infortunio che ha costretto Giovanni Cambrìa ad assistere alla partita dei compagni dalla panchina, mentre è al rientro capitan Beppe Borelli che quindi tornerà a guidare la difesa dopo la squalifica per somma di ammonizioni.

Realizzazione siti web www.sitoper.it