23 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL MOTIVATISSIMO TORREGROTTA PRONTO A RESPINGERE L´ASSALTO DEL "GROTTA DI POLIFEMO" - Conclusa la preparazione dei rossoblù al derby contro la terza forza del campionato.

28-02-2014 20:30 -
Come in ogni corsa a tappe che si rispetti, dopo un tratto in falsopiano arriva il tratto in salita e per il Torregrotta di Giannicola Giunta, esaurito il brillante ciclo di gare iniziato con la Fiumfreddese e chiuso con il Randazzo (11 punti in 5 partite), il tratto conclusivo che conduce al traguardo, passa inevitabilmente dalla trasferta nella quale l´undici rossoblù si reca domenica al "Grotta di Polifemo", dove ai piedi del Castello saranno attesi dal Città di Milazzo, terza forza del girone e che non fa mistero di ambire al salto di categoria.

Partita difficile quella del Torregrotta. Difficile per svariati motivi. Prima di tutto la consistenza e la forza d´urto di un ´avversario strutturato sin dall´avvio della stagione allorquando non ha fatto mistero di voler veleggiare nelle alte sfere della graduatoria.
Secondo motivo di difficoltà, la situazione di classifica dei mamertini che con un "-5" da recuperare sulla capolista affrontata domenica scorsa, non concede molte alternative alla compagine di Gaetano Accetta, costretta ad ottenere d´ora in avanti sempre il massimo, confidando nelle disgrazie altrui soprattutto quando c´è ancora uno scontro diretto, quello tra Sporting e Castelbuonese, in programma il 15 marzo alla quartultima giornata, che potrebbe riallargare il discorso anche all´undici milazzese.
Terzo motivo, la rabbia dei locali per essersi visti sfuggire di mano nei secondi di recupero del big-match del "Failla", una vittoria che avrebbe rimescolato le carte e chissà, inciso in maniera determinante nella corsa all´Eccellenza, ma che alla fine ha lasciato alla squadra del presidente Salvatore Costantino, il fardello di tre giocatori (D´Angelo, Rizzo e Filippo Romeo) dei quali il tecnico dei milazzesi dovrà fare a meno essendo incorsi nei provvedimenti disciplinari del Giudice Sportivo.

Ma tant´è, il calendario è questo e propone il derby contro una squadra che in casa non perde un colpo da 4 mesi (l´1-1 del 3 novembre con la Castelbuonese) e che finora in questa stagione, tra le mura amiche, fatta eccezione per il su citato confronto con i madoniti, tra Coppa Italia, (dove peraltro i mamertini sono in piena corsa e mercoledi disputeranno contro il Giarre l´andata dei quarti di finale) e campionato, non ha lasciato neppure le briciole agli avversari (13 vittorie in altrettante partite).

Si sbaglia tuttavia chi immagina un Torregrotta che si rechi sul manto erboso mamertino indossando le vesti della vittima sacrificale. Per il tandem tecnico Giunta-Bonarrigo e per i ragazzi in casacca rossoblù, l´appuntamento è di quelli che stimolano l´appetito soprattutto in un periodo, quello attuale, nel quale la compattezza e la consapevolezza delle proprie qualità, stanno rappresentando il punto di forza di un complesso per nulla disposto a cedere il passo tanto facilmente, per lo più in questa fase della stagione e con una situazione di classifica che permette a Sciliberto e compagni, di presentarsi sul campo degli avversari con una relativa dose di tranquillità e di lasciare tutta la pressione del match in mano dei milazzesi che da questi 90´ viceversa potrebbero avere molto da perdere se commettessero l´errore di sottovalutare il Torregrotta.

E´ evidente come un Torregrotta che vuole uscire indenne dal campo mamertino, debba sbagliare il meno possibile. Questo, Giunta lo sa bene e siamo certi che imposterà una squadra pronta a contrastare le avanzate locali a protezione della difesa, ma pronta altresì a proporsi compatta e veloce, per mettere in crisi gli avversari, chiudendo loro gli spazi e lanciandosi nelle veloci ripartenze.

Insomma, un Torregrotta pronto a difendersi ma senza farsi schiacciare e che non lascerà nulla d´intentato per sovvertire un pronostico che a bocce ferme, inutile negarlo, pende nettamente dalla parte del Città di Milazzo.

Per la partita di domenica pomeriggio, che sarà arbitrata dal siracusano Boscarino, il tecnico torrese dovrà rinunciare in difesa a Salvatore Scibilia, le cui proteste nel corso della gara di domenica scorsa contro il Randazzo, hanno prodotto solo il cartellino giallo che ha determinato la squalifica per un turno del centrale difensivo di origini spadaforesi.
Nonostante qualche lieve malanno, torna disponibile la punta classe ´96 Alessandro Isgrò.
Confermati tutti gli altri che questa sera agli ordini di Giunta e del validissimo preparatore atletico Bonarrigo, hanno svolto la consueta rifinitura prima di dare il rompete le righe con appuntamento alle 13,00 di domenica dinanzi al campo sportivo di Viale Europa da dove si partirà alla volta della vicina località sede dell´incontro.


Queste le convocazioni per Milazzo :

PORTIERI

G.GIUNTA - F.VINCI (96)

DIFENSORI

D.BERTINO (96) - G.BORELLI - A.CUCE´ - V.IMPALA´ - A.IRRERA - A.PIRRONE (94) -


CENTROCAMPISTI

G.CACCIOTTO (96) - G.CAMBRIA - P.LA SPADA - A.MANGANO (94) - T.ROMEO (96)


ATTACCANTI

A.ARICO´ - A.ISGRO´ (96) - A.RUGGERI (95) - R.SAPORITA - G.SCILIBERTO

SQUALIFICATI: S.Scibilia
INDISPONIBILI: G.Battaglia (95) A.Di Giovanni (94)- S.Isgrò (95) - I.Mento (96) - G.Squadrito
DIFFIDATI: G.Borelli


PROSSIMI IMPEGNI

9 marzo TORREGROTTA - CASTELBUONO 1975
15 marzo SINAGRA - TORREGROTTA
23 marzo TORRGROTTA - SPORTING TAORMINA
30 marzo MAMERTINA - TORREGROTTA

Realizzazione siti web www.sitoper.it