24 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

GRAZIE LO STESSO RAGAZZI... - A Trecastagni i rossoblu concludono 2-2 dopo i tempi supplementari e retrocedono in Prima Categoria.

29-04-2018 23:30 -




CAMPIONATO PROMOZIONE - GIRONE C - PLAY-OUT
TRECASTAGNI (CT) - Stadio Comunale "La Carlina" - domenica 29/4/2018 ore 16,30


SPORTING TRECASTAGNI - 2
TORREGROTTA - 2
(Dopo i tempi supplementari)

MARCATORI: 31´ Gennaro (SP), 36´ De Carlo (SP), 57´ Arico´ (T), 73´ Isgro´ (T)

SPORTING TRECASTAGNI: Zannini, De Carlo (74´ Ragonese), Gennaro, Behrami, Pappalardo, Russo, Cunsolo, Boccaccio Fl, Sgarlato (87´ Di Mauro), Finocchiaro (9´ sta Pavone), Riolo
a disp.: Nasisi, Marza´, Pappalardo Seb, Boccaccio Fed.
all.: G.nni Pappalardo

TORREGROTTA: Vinci, Mondo, Manzella, La Spada, Di Stefano, Giorgianni, Aricò, Mamone, Isgrò, Cannistrà, Sittineri (5´ sts Antonazzo)
a disp: Foti, Cuttone, Gambino, Caselli, Di Pietro, Merlino
all.: G.Borelli (squalificato)

ARBITRO: Fabio FRANZO´ (Siracusa)
ASSISTENTI: Mario CHICHI e Walter CIACIA (Palermo)


NOTE: spettatori 250 circa con nutrita rappresentanza torrese.
ANGOLI: 6-4 per lo Sporting Trecastagni (p.t.3-2) (s.t.5-3) (pts 5-3) (sts 6-4)
AMMONITI: 33´ Sittineri (T), 50´ Isgro´ (T), 63´ Pappalardo (Sp), 70´ Mondo (T), 76´ Mamone (T), 77´ Giorgianni (T), Di Mauro (Sp)
OFF-SIDES: 2-1 per lo Sporting Trecastagni (p.t.0-1) (s.t.2-1) (pts 2-1) (sts 2-1)
RECUPERO: 2´ + 4´ + 2´ (pts) + 2´ (sts)


Si sperava che in un sol pomeriggio, ci si potesse riscattare da una stagione mai così tribolata, invece così non è stato. Sono le 19 di una domenica pomeriggio di fine aprile ed il signor Fabio Franzò della sezione arbitrale di Siracusa (direzione al di sopra di ogni sospetto per il fischietto aretuseo, che il 21 ottobre a Giardini aveva destato più di qualche perplessità...ndr) ha emesso dopo 130 interminabili minuti di gioco (i 120 canonici più 10 di recupero assegnati al termine dei vari parziali) il triplice fischio. Da un lato, i giocatori di casa a festeggiare il traguardo raggiunto a conclusione di un finale di girone di ritorno condotto a ritmi pazzeschi; dall´altro quelli tirrenici, alcuni esausti e sconsolati ad accasciarsi sull´erba del "La Carlina", altri immobili in piedi, quasi increduli per un incubo che si materializza, mentre c´è chi si copre per pudore il viso con la maglia, per sfogare la propria delusione e versare lacrime amare in uno dei giorni più bui dell´ultimo ventennio del calcio torrese.
Questa la scena che fotografa quanto accaduto al termine dell´infinito pomeriggio vissuto ai piedi dell´Etna e che ha visto il Torregrotta riuscire nel miracolo solo per metà, recuperando con un sontuoso secondo tempo il doppio svantaggio con il quale era andato al riposo, per poi sfiorare in due occasioni ravvicinate, in prossimità dell´overtime il colpo risolutore che avrebbe sancito un clamoroso ribaltone e mandato in Paradiso l´undici caro al presidente Nino Sindoni.

Trecastagni dunque, come Enna nel 2003, Taormina nel 2005 e Roccalumera nel 2007. Continua la maledizione dei play-out per un Torregrotta che al "La Carlina" paga un primo tempo poco incisivo, praticamente regalato e che al termine di una battaglia agonistica condotta su toni elevati ma improntati alla massima lealtà ed al fair-play, impatta 2-2 in casa dello Sporting Trecastagni che in virtù del miglior piazzamento nella stagione regolare può festeggiare dinanzi al proprio pubblico la permanenza in Promozione, spingendo i ragazzi di Peppe Borelli in Prima Categoria 11 anni dopo la retrocessione del 2007.

LA CRONACA

Dopo alcune schermaglie iniziali, la prima vera conclusione è dei padroni di casa con Flavio Boccaccio che al 19´ dalla lunga distanza impegna Vinci in due tempi;
24´ Risponde il Torregrotta con Isgrò che si libera in area avversaria e da posizione decentrata sulla sinistra costringe Zannini ad intervenire in uscita, con deviazione di piede sopra la traversa;
31´ Gli etnei passano a condurre con Gennaro che in posizione defilata sulla sinistra, riceve palla nei pressi dell´area di rigore tirrenica e controllata la sfera, anticipa l´intervento della difesa torrese, scaricando un diagonale, che piega i guanti di Vinci per insaccarsi nell´angolo più lontano. La partita del Torregrotta si fa a questo punto in salita.
36´ La situazione si complica ulteriormente cinque minuti più tardi quando Cunsolo dalla sinistra crossa in area sul versante opposto dove ben appostato c´è De Carlo che addomestica il pallone e con l´esterno sinistro insacca tra palo e portiere alla sinistra di Vinci. Per il Torregrotta è quasi notte fonda.
47´ In avvio di ripresa, la squadra di Giovanni Pappalardo cerca il colpo del k.o. andandovi vicinissima con una conclusione dai 20 metri sulla quale Vinci si distende sulla sua sinistra deviando oltre il fondo. Dal corner che ne segue, la sfera giunge sottoporta dove il pipelet torrese salva sul "tap-in" di un attaccante avversario a due passi dalla linea di porta.
53´ A cercare la via della rete è anche il capitano dei locali, Finocchiaro, che smarcato calcia al volo mandando il pallone fuori di un niente alla sinistra di Vinci apparso fuori causa.
57´ Il Torregrotta ha un primo sussulto e dimezza lo svantaggio quando La Spada si impossessa della sfera sulla trequarti etnea nei pressi della panchina torrese e mette in mezzo dove Aricò, sfruttando un disimpegno avventato di un difensore, si incunea nella traiettoria, anticipa il portiere e mette dentro, riaccendendo le speranze torresi.
60´ L´undici di Borelli vede la luce in fondo al tunnel ed aumenta il numero di giri, cosicchè Isgrò si produce in un affondo sulla corsia di sinistra e mette sottoporta per l´accorrente Sittineri che giunge con un attimo di ritardo sul pallone. Nel prosieguo dell´azione, il n.11 rossoblù tenta la conclusione col mancino ma si vede respingere il tiro in extremis.
73´ La caparbietà della formazione tirrenica, viene premiata poco prima della mezz´ora della ripresa quando Aricò, ricevuta palla da La Spada, prolunga sulla corsia di sinistra per lo scatto di Sittineri che giunto quasi sul fondo si produce in un traversone basso e teso sul quale come un falco, Isgrò tocca mettendo fuori causa il portiere avversario. 2-2 e discorso salvezza totalmente riaperto.
80´ Scossi dal veemente ritorno di un indomito Torregrotta, i padroni di casa provano a creare qualche insidia alla porta difesa da Vinci. E´ Flavio Boccaccio a tentare riprendendo una corta respinta della difesa torrese, ma la mira non è delle migliori.
90´+3 Sul finire dei tempi regolamentari, nell´ultimo dei 4 minuti di recupero concessi dal signor Franzò, i rossoblù hanno un clamoroso doppio match-ball, ma Isgrò prima scivola al momento di concludere da posizione favorevolissima entro l´area, mentre subito dopo, sugli sviluppi di un corner, la sfera giunge a Mondo che da una manciata di metri non trova l´angolino alla destra di Zannini, mandando sul fondo di un soffio la palla del possibile sorpasso.
Nel primo tempo supplementare non si segnalano particolari azioni degne di nota, con le squadre che rifiatano in vista dell´ultimo quarto d´ora durante il quale con il Torregrotta vanamente proteso alla ricerca del colpo risolutore, si liberano ampi varchi per i giocatori di casa che sfiorano il nuovo vantaggio ambedue le volte con Cunsolo che al 7´ dopo uno slalom tra le maglie rossoblù conclude alto dal limite ed al 13´ si presenta a tu per tu dalle parti di Vinci che è abile a chiudere lo specchio salvando in angolo ed evitando il 2-3 che avrebbe punito oltremodo un Torregrotta generoso ma sfortunato che non trova più la forza per tentare l´ultimo assalto.
E´ il 2´ minuto di recupero del secondo tempo supplementare: Franzò dice che può bastare. Sono le 19 in punto del 29 aprile 2018. Il Torregrotta, seppure a testa alta, è in Prima Categoria.





Realizzazione siti web www.sitoper.it