30 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA A PEDARA SEI ANNI DOPO IL 4-3 - Altalena di gol nella primavera del 2009, nell´unico precedente di campionato sul campo di domenica prossima.

08-04-2015 07:00 -


Il Torregrotta torna a Pedara per una partita ufficiale di campionato, a distanza di 6 anni dall´unico precedente in Promozione. Precisazione doverosa questa, dal momento che anche nel 2005, all´indomani della sconfitta nel play-out di Taormina contro lo Scordia, salutata per ´ultima volta l´Eccellenza, la formazione del presidente Sindoni, all´epoca allenata da Massimo Bontempo, "celebrò" il ritorno in Promozione, sul campo etneo, all´epoca "quartier generale" del Catania, con un´amichevole ormai già programmata da tempo e della quale, per quanto prestigiosa, probabilmente l´entourage torrese, vista la circostanza avrebbe fatto volentieri a meno, terminata con il punteggio di 7-1 per i rossazzurri sulla cui panchina sedeva il "totem" Nedo Sonetti.

Tornando alla Promozione ed al precedente di campionato, appare curioso, per non dire singolare, che il calendario nelle tre occasioni più recenti in cui i rossoblù ed una squadra di Pedara sono state collocate nello stesso girone, abbia proposto il confronto all´ultima giornata e sempre con il Torregrotta già approdato al porto della permanenza.

Era già accaduto alla 15^ di ritorno della stagione 2008/09, per poi ripetersi a campi invertiti nel campionato 2010/11, entrambe le volte contro la Spar. L´unica variante riguarda il campo, che se il 12 dicembre 2010 (risultato 4-1 per la Spar) fu il Comunale di Aci Bonaccorsi, il 29 marzo 2009, nel primo "faccia a faccia" era proprio il rettangolo di gioco che sarà teatro domenica pomeriggio alle 16, dell´atto conclusivo di questa stagione.

Si giocò dunque a Pedara, in un turno conclusivo di campionato che per quanto riguarda i colori rossoblù aveva già sancito la salvezza aritmetica da due settimane (ai play-out quell´anno finirono Troina, Gravina, Garden Sport e Gioventù Zafferana, queste ultime due a fare compagnia alle già retrocesse Sacro Cuore Milazzo e Rocccese...era il campionato che vide il trionfo del Città di Monforteai danni del Belpasso).
Tutto già deciso anche per i padroni di casa della Spar, che con 5 punti di distacco dalla seconda (il Belpasso) e altrettanti dalla quarta (il Città di Acireale), alla pari con il Torregrotta non aveva più nulla da chiedere al torneo.

Gara quindi condotta senza eccessivi tattiscismi, con i reparti offensivi delle due formazioni, decisamente a proprio agio nel penetrare all´interno delle larghissime maglie delle opposte difese schierate da Sciuto ed Alacqua.

Dopo un primo decisivo intervento del portiere rossoblù Nicolò Leone su Russo lanciato a rete da un passaggio smarcante di Messina, al 12´ era lo stesso Russo ad "aprire le danze" , facendo fuori mezza difesa torrese ed insaccando alle spalle del giovane pipelet tirrenico.
I continui capovolgimenti di fronte costituiscono la costante di un match gradevole e nel corso del quale il gol è sempre nell´aria.
Trascorrono 15 minuti dall´iniziale vantaggio etneo, quando Gabriele Piccolo su servizio di Sgrò, libera un diagonale rasoterra di sinistro, sul quale Calabretta, il portiere avversario, può solo osservare la sfera dirigersi verso l´angolo opposto a quello di tiro.
Lo stesso attaccante rossoblù, al 42´, appostato all´interno dell´area piccola degli avversari, correggeva in rete da pochi passi il tentativo di conclusione di Borelli, portando il Torregrotta sul di 2-1. Il vantaggio sarebbe durato poco, perché a ridosso dell´intervallo, su uno spiovente dalla destra, Leone usciva a vuoto, consentendo ad Ardizzone, in agguato nelle vicinanze, di depositare in rete a porta sguarnita.

Al 55´ i locali tornano a condurre dopo su iniziativa di Russo che incuneatosi tra due difensori torresi, cerca il gol con un pallonetto sul quale Leone interviene alla meglio ma non impedisce a Messina di appoggiare di testa in rete da distanza ravvicinata.
I padroni di casa prendono il largo al 75´ con il neo-entrato Piuma che rende amaro l´esordio in Promozione del 17enne Emanuele Bonarrigo, insaccando comodamente dopo aver eluso l´uscita del portiere, al suo debutto nella categoria.
Il giovanissimo guardiapali originario di Gualtieri Sicaminò, avrebbe comunque dato un saggio delle sue capacità all´83´ quando chiudeva lo specchio della porta a capitan Scuto, evitando il quinto gol etneo.
Allo scadere del 90´, Alibrandi, per il Torregrotta, accorciava le distanze, prima che il siracusano Boscarino mandasse tutti sotto la doccia e calassero definitivamente i titoli di coda sulla stagione che il Torregrotta avrebbe chiuso al 9° posto finale, davanti alla Nuova Linguaglossa che non sarebbe andata oltre l´1-1 interno con la già condannata Roccese.

Vi proponiamo il tabellino di quel pomeriggio di fine marzo da autentica "festa del gol":

PEDARA (CT) - 29 marzo 2009 - ore 16
PROMOZIONE GIRONE C - 30^ GIORNATA - 15^ DI RITORNO


SPAR CALCIO - 4
TORREGROTTA - 3


RETI: 12´ Russo (S), 27´ e 42´ G.Piccolo (T), 45´ Ardizzone (S), 55´ Messina (S), 75´ Piuma (S), 90´ Alibrandi (T)

SPAR: Calabretta, Scuto, Viglianisi, Fassari (56´ Monaco), Sanfilippo, Grasso, Arena (79´ Milanese), Messina, Russo (66´ Piuma), Di Benedetto, Ardizzone
A disp.: Strano, Bonforte, Recupero, Allegra
All.: Sciuto

TORREGROTTA: Leone (72´ Bonarrigo), Previti, Saia (46´ Cappuccio), Sgrò, Alibrandi, Cocozza, A.Piccolo, G.Piccolo, Borelli (61´ Iannello), Mento, Monaco
A disp.: Raffa, Augusta
All.: A.Alacqua

ARBITRO: Boscarino di Siracusa
ASSISTENTI: Runza e Donzello
AMMONITI: 49´ Cocozza (T), 64´ Alibrandi (T), 87´ Iannello (T)
RECUPERO: 1´ + 3´
ANGOLI: 3-0 per la Spar (p.t.0-0)

Realizzazione siti web www.sitoper.it