29 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA "FELICE E VINCENTE" VEDE LA SALVEZZA E PUNTA AL TRIS - Squadra da ieri sera al lavoro per il ritorno al Comunale, ospite l´Aci San Filippo.

25-02-2015 16:51 -


Con l´asticella del morale in deciso rialzo, le difficoltà della prima parte del 2015 ormai alle spalle e soprattutto, superata in scioltezza anche la boa dei 30 punti attestandosi agli attuali 32 a 6 turni dalla conclusione della stagione regolare, il Torregrotta "felice e vincente", come è stata simpaticamente battezzata dalla Gazzetta del Sud, la compagine del presidente Nino Sindoni, ha ripreso da ieri sera ad allenarsi in tutta serenità e lontani dai clamori dei recenti exploit, in vista del nuovo turno in calendario, che propone alla truppa di Giannicola Giunta nell´ultimo sabato di febbraio, il ritorno al Comunale dopo due trasferte consecutive, per ospitare l´Aci San Filippo che ha rifilato un sonoro ceffone alla versione "juniores" dell´"ammutinato" Trecastagni, spezzando un digiuno di 11 turni della formazione filippese.

Merito del doppio blitz che, senza enfatizzare eccessivamente ma pur sempre al di là dei luoghi comuni di chi magari tende a sminuire la portata dei risultati, è stato realizzato contro squadre dalle opposte ma sempre validissime motivazioni.
E se a Trecastagni, l´undici torrese, con una prova ordinata e disinvolta, è stato bravo a sfruttare il momento di confusione generato dalla crisi societaria degli etnei, domenica a Castiglione, contro un Randazzo praticamente all´ultima spiaggia e che, come sempre avviene per le pericolanti nel girone di ritorno, pur essendo impelagata mani e piedi nelle sabbie mobili della zona retrocessione, ha dato tutto per uscire dal campo con una vittoria contro Irrera e compagni, Giannicola Giunta è riuscito a dare ad una formazione di emergenza, un volto ed una disposizione tattica che hanno pagato pesante, piegando un avversario proteso all´attacco ma fulminato dal letale contropiede finale.

Classifica dunque che con i nuovi scenari improntati all´ottimismo, comincia a strizzare l´occhio, con la quota permanenza diretta, orientativamente attestata al momento sui 37-38 punti, quasi a portata di mano.
Giunta tuttavia, che è abbastanza "navigato" per vendere la pelle dell´orso prima del dovuto, preferisce andare sul sicuro fino a che non avrà il conforto dell´aritmetica e indossati i panni del pompiere, non concede sconti alla squadra che ha ripreso ad allenarsi a pieno ritmo e con il programma settimanale che verrà ultimato con la rifinitura del venerdi, a meno di 24 ore dal match contro una formazione che a prescindere dalla posizione in graduatoria, merita rispetto e non deve essere sottovalutata con un approccio mentale di assoluta sufficienza.

Sul fronte della squadra, assenti ieri alcuni dei convalescenti non partiti domenica mattina per Castiglione, il resto del gruppo, con grande concentrazione ha ripreso a lavorare sotto le direttive tecniche. Nota stonata in vista della gara di sabato, l´assenza per squalifica del marcatore del primo gol contro il Randazzo, Nicolò Bertino, incappato nel quarto cartellino giallo stagionale e che tornerà pertanto a disposizione sabato 7 nel derby in esterna col San Filippo del Mela. Viceversa ha scontato al "San Giacomo" e torna disponibile dopo la giornata di stop inflitta dal Giudice Sportivo, il centrale difensivo Salvatore Leo, così come è rientrato nei ranghi dopo aver saltato per motivi personali l´ultima trasferta alle falde dell´Etna, il trequartista Peppe Sciliberto.

Realizzazione siti web www.sitoper.it