24 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA OSA, MA IL TRECASTAGNI E´ SPIETATO - Dopo un buon primo tempo, i rossoblù devono arrendersi nel finale agli etnei. Adesso si fà dura.

25-10-2014 19:18 -


CAMPIONATO PROMOZIONE 2014/15 - GIRONE C - 8^ GIORNATA
TORREGROTTA "Comunale" - sabato 25/10/2014 - ore 15,30


TORREGROTTA - 0
TRECASTAGNI - 2


TORREGROTTA: Bucca, Merlino, A.Cucè, T.Romeo, G.Cucè, Irrera (88´ Impalà), Aricò, La Spada, Trovato, Sciliberto (81´ Scibilia), Saporita
a disp.: Vinci, Bombaci, E.Romeo, Borelli, Bertino
all.: G.Borelli

TRECASTAGNI: Caruso, Ardita, Balsamo, Di Rienzo, Campanella, Orofino, Zuccarello (63´ Majdove), Giardina (90´ De Luca), Bracciolano (88´ Suriano), Viglianisi, Arena
a disp.: Ravasco, Piuma, Pistorio, S.Romeo
all.: A.Barbagallo

ARBITRO: G.M.Griffo di Palermo (Farina e Di Franco di Palermo)

RETI: 80´ Balsamo (TR), 85´ Giardina (TR)

ANGOLI: 4-3 per il Torregrotta (p.t.1-1)

RECUPERO: 1´ + 3´

OFF-SIDES: 5-3 per il Torregrotta (p.t.2-0)

AMMONITI: 59´ Trovato (TO), 71´ Sciliberto (TO), 73´ Di Rienzo (TR), 86´ G.Cucè (TO), 90´ Scibilia (TO)

Non è stato sufficiente un Torregrotta caparbio, coraggioso, a tratti anche commovente per il piglio con cui è sceso in campo, ad evitare la quarta sconfitta consecutiva (la terza sul campo...ndr) giunta contro un sornione e cinico Trecastagni che confermandosi anche al Comunale di Viale Europa squadra di rango, passa con un letale uno-due nel finale di gara, proseguendo nella striscia consecutiva di vittorie, giunta a quota cinque e isolandosi per almeno ventiquattro ore in attesa del match di Mascalucia tra Jonica e Pro Mende, al comando della graduatoria provvisoria.
Per i rossoblù di Peppe Borelli, si tratta dell´ennesimo k.o. giunto nelle battute conclusive di una gara nel corso della quale avevano tenuto egregiamente il campo al cospetto di una delle formazioni meglio attrezzate del girone, insidiando in più di un´occasione la porta difesa da Caruso.
L´inizio del match vede un Trecastagni determinato e propositivo, marcare una leggera supremazia territoriale su un Torregrotta inizialmente contratto e che, non dimentichiamolo, mancava quest´oggi di Bonaffini, Cacciotto, Cambrìa, De Salvo e Ruggeri e con Irrera non al meglio delle condizioni fisiche per via di una contrattura rimediata in allenamento mercoledi.
Dopo alcune iniziative di marca ospite però, la più pericolosa delle quali, al 16´ con Arena, costringeva Bucca a respingere a pugni uniti, i rossoblù torresi salivano di tono e cominciavano a spingere sull´accelleratore, presentandosi in più di una circostanza dalle parti dell´estremo etneo. Cosicchè, dopo un primo tentativo in area ospite al 22´ al termine di un´azione concitata avviata da Emanuele Trovato (positivo il debutto del giovane classe ´98) e sulla quale Saporita in fase conclusiva non trovava la porta, un minuto più tardi lo stesso Saporita si liberava in slalom di alcuni avversari e giunto in area davanti a Caruso, al momento di tirare veniva vistosamente agganciato da dietro da un difensore.
Il direttore di gara, tra le vibranti proteste della panchina torrese, negava un penalty apparso "solare", optando per un intervento sulla sfera che graziava di fatto la squadra di Barbagallo.
Il Torregrotta cerca di sfruttare il buon momento riversandosi con maggior rabbia nella metà campo etnea ed al 29´ una manovra in velocità avviata da Trovato e proseguita da Sciliberto, metteva Saporita nelle condizioni di battere a rete dal vertice destro dell´area ospite, ma la conclusione del n.11 rossoblù finiva solo col sibilare sulla traversa della porta difesa da Caruso.
L´ultimo sussulto del primo tempo, è ancora di marca torrese ed arriva nel corso dell´unico minuto di recupero concesso, quando al termina di un´elaborata manovra negli ultimi 25 metri, la sfera giunge a La Spada che da buona posizione centrale manca la porta con una conclusione sbilenca che si perde abbondantemente sul fondo.
Il tempo si chiude su un nulla di fatto che in realtà però non ha annoiato per nulla gli spettatori presenti nell´impianto torrese finalmente riaperto al pubblico e nel quale, Stefano Bucca, l´estremo rossoblù, chiude i primi 45´, pressocchè inoperosi.

La ripresa si apre al 48´ con un angolo di Saporita sul quale Caruso deve prodursi in un intervento risolutore sulla sua sinistra per evitare l´arrivo di Romeo sul secondo palo.
Allo scoccare dell´ora di gioco, si rivede il Trecastagni con una punizione ben calciata da Bracciolano che di potenza costringe Bucca a respingere ancora una volta con i pugni.
Col trascorrere dei minuti, l´undici di Barbagallo avanza nuovamente il baricentro della propria manovra, mentre il Torregrotta si affida a delle sporadiche ripartenze condotte con scarsa fortuna dai propri avanti.
Il pari sembra profilarsi all´orizzonte, tanto più che al 77´ tocca a Sciliberto cercare di insidiare la porta etnea con un tiro che si perde alto di poco.

La svolta della partita giunge però all´80´, quando su azione condotta dalla sinistra, Viglianisi porge in area a Balsamo che tutto solo da posizione angolata, trova il diagonale rasoterra che trafigge Bucca insaccandosi nell´angolo più lontano.
I rossoblù accusano il colpo e non trovano più spazio per la reazione. Sono anzi gli ospiti che vedendo l´avversario in chiara difficoltà e sfiduciato, cercano di piazzare il colpo del k.o., trovandolo cinque minuti più tardi con Giardina che affonda definitivamente i rossoblù facendosi trovare pronto sull´invito di Campanella, lesto a recuperare una corta respinta del portiere rossoblù.

Su questa azione, scendono definitivamente i titoli di coda sulla partita che a questo punto non ha più nulla da dire. Lo capisce il pubblico che compostamente abbandona la gradinata in silenzio. Non resta che attendere adesso il match di sabato prossimo col Randazzo nel quale Borelli ed i suoi ragazzi saranno davvero al bivio della stagione.


Realizzazione siti web www.sitoper.it