20 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA PARTE AD HANDICAP...ED E´ NOTTE FONDA - Anche il Città di Milazzo passa al Comunale (2-4)

10-11-2013 19:30 -


CAMPIONATO PROMOZIONE SICILIANA 2013/14- GIRONE B - 10^ GIORNATA DI ANDATA
TORREGROTTA - "Comunale" - domenica 10/11/2013 - h.14,30


TORREGROTTA - 2
CITTA´ DI MILAZZO - 4


MARCATORI: 5´ Bartuccio (M), 10´ aut. Ruggeri (M), 29´ rig. Bartuccio (M), 58´ Parisi (M), 61´ Cambrìa (T), 77´ rig.Rasà (T)

TORREGROTTA: Vinci, Pirrone (77´ Isgrò), Ruggri, Impalà, Iannello (50´ Boemi), Borelli, Cambrìa, Nanìa, Rasà, Saporita, Cucè
A disp.: Schepis, Donia, Morasca, T.Romeo
all.: E.Borelli

CITTA´ DI MILAZZO: Bucca, Salmeri, Fleri, Rizzo, Addamo (60´ Giglio), Parisi, Bartuccio, Micale, Torre (68´ D´Angelo), Hien, Maisano (70´ Miroddi)
A disp.: Lombardo, Iovine, F.Romeo, Vento
all.:G.Accetta

ARBITRO: Marco MIRABELLA di Acireale
ASSISTENTI: Salvatore GIACALONE e Giuseppe VISALLI di Messina

NOTE: spettatori 150 circa con larga rappresentanza ospite
AMMONITI: 26´ Iannello (T), 32´ Nanìa (T), 67´ Cucè (T), 76´ Giglio (CM), 87´ Impalà (T)
ESPULSO: Impalà (T) al 91´ + 1´ per doppia ammonizione

ANGOLI: 5-4 per il Torregrotta (p.t.3-0)
RECUPERO: 2´ + 3´
OFF-SIDES: 3-1 per il Torregrotta (p.t.1-0)

Continua a non girar bene la ruota per il Torregrotta di Enzo Borelli che deve cedere nuovamente l´intera posta in palio al Comunale. A beneficiarne stavolta è il Città di Milazzo che con un primo tempo molto pratico e di cinsmo estremo, mette in cassaforte il risultato, poi viaggia di conserva durante la ripresa, quando a risultato praticamente acquisito, il Torregrotta sale in cattedra, reagisce in maniera veemente ma non riesce nel miracolo di raddrizzare in extremis una partita che era evidentemente scritto che si risolvesse già nei primi 45´.
Non è stata certamente una giornata felice neppure per la terna arbitrale, incappate in alcune macroscopiche sviste che avrebbero potuto indirizzare il derby verso tutt´altro destino, ma per rispetto dell´onorabilità dell´intera categoria arbitrale, sempre difesa e tutelata da queste righe e da questa società, preferiamo scegliere una rigorosa linea del silenzio, limitandoci a raccontare la cronaca dei 90´.
Pronti via ed al 5´ la gara si sblocca con una calcio di punizione magistralmente battuto da Bartuccio che da distanza notevole, trova l´angolino alla destra di Vinci vanamente proteso in tuffo.
Quasi neppure il tempo di annotare la rete del vantaggio, arriva come una mazzata il raddoppio ospite su innocuo traversone dal fondo dell´ivoriano Hien, sul quale Vinci e Ruggeri non si intendono e deviazione fatale di quest´ultimo che corregge in rete, per la più classica delle autoreti.
Il Torregrotta abbozza la reazione che si concretizza al 13´ con un fendente di Rasà dal limite che leggermente corretto da un difensore mamertino, sibila alla destra di Bucca disteso in tuffo. Un minuto più tardi, è il rientrante Cambrìa a mandare di poco alto sulla traversa della porta difesa dall´ex pipelet torrese.
Al 19´ ci prova Saporita, ma il suo tentativo risulta centrale e facile preda del portiere ospite che blocca.
A metà della frazione, in uno dei tanti duelli che carraterizzeranno il loro pomeriggio, Saporita e Parisi entrano in contatto in area di rigore milazzese con vistosa spinta ai danni dell´attaccante torrese che finisce a terra. Per il signor Mirabella è tutto regolare e lascia correre. Peccato che non sia dello stesso parere pochi minuti più tardi, quando sanziona una fallo al limite del veniale, commesso da Pirrone su Hien poco all´ingresso dei 16 metri locali. Stavolta il direttore di gara ravvisa gli estremi del calcio di rigore, che Bartuccio trasforma spiazzando Vinci e portando i suoi al riposo dl possibile 2-1 al punteggio di 3-0.
Ad inizio ripresa, Enzo Borelli tenta la carta dell´innesto dell´ultimo arrivo in casa rossoblù, Boemi, ma sul primo corner a favore, il Città di Milazzo trova la quarta rete con Parisi che si fionda in area piccola sullo spiovente teso di Bartuccio e manda la palla in fondo al sacco al minuto 58.
Il Torregrotta non ci sta a perdere anche la faccia e organizza immediatamente una tambureggiante reazione, favorita anche dal vistoso calo fisico degli ospiti. Arriva così al 61´ il gol di Giovanni Cambrìa che riceve un prezioso assist in area da Rasà e in diagonale trafigge Bucca.
Il gol realizzato rivitalizza l´undici di casa che al 65´ va vicinissimo alla seconda marcatura su angolo calciato da Cucà e velo di Beppe Borelli che mette in enorme difficoltà Bucca costretto a salvarsi come può.
La generosa reazione torrese apre però ampi varchi al contropiede mamertino. In uno di questi, al 72´ Hien ha l´opportunità per chiudere il discorso, ma il suo tentativo di "tap-in" da distanza ravvicinata su corta respinta di Vinci susseguente al tiro di D´Angelo, si perde clamorosamente a lato.
Al 73´ su calcio di punizione battuto da Saporita, Rasà in procinto di calciare a rete, viene vistosamente trattenuto e trascinato a terra, ma evidentemente anche qui, a giudizio del direttore di gara, non sussistevano gli estremi del calcio di rigore, estremi che per ironia della sorte riscontra in un contatto molto più leggero al 76´, concendendo la massima punizione che Rasà, al settimo centro stagionale in sei gare disputate, trasforma centralmente.
All´85´ lo stesso Rasà in posizione vantaggiosissima entro l´area di rigore, viene incredibilmente fermato per un fuorigioco inesistente, segnalato dal signor Giacalone.
Nei minuti di recupero, il Torregrotta è sempre sbilanciato in avanti e rischia la capitolazione con D´Angelo cui Vinci chiude lo specchio della porta. C´è spazio anche per l´espulsione (l´ennesima in casa torrese) per Impalà che già ammonito all´85´, si vede sventolare il secondo giallo per atterramento dello stesso D´Angelo al limite. La punizione che ne scaturisce, calciata da Bartuccio si stampa sul palo alla sinistra del portiere.
Poi arriva il triplice fischio che mette fine al derby che consegna al Città di Milazzo tre punti importantissimi per la corsa alla promozione, mentre lascia inguaiato il Torregrotta che sabato dovrà recarsi nella tana del Castelbuono oggi bloccato dal maltempo in quello che avrebbe dovuto essere l´infuocato derby con la capolista Castelbuonese.
Si torna in campo martedi per l´allenamento in vista della Coppa Italia che propone il secondo round di questa serie di confronti ravvicinati con la squadra di Gaetano Accetta.


PER VEDERE LE FOTO, CLICCA QUI

Realizzazione siti web www.sitoper.it