01 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA SCOSSO ED IN EMERGENZA PENSA ALLO "SPAREGGIO" DI DOMENICA - In arrivo al Comunale il Castelbuono di Ciccio Nardi. Giunta con gli uomini contati

05-03-2014 07:00 -

Amaro risveglio questa mattina in casa rossoblù all´indomani del Carnevale e dopo aver usufruito di un riposo "extra-large" (come il recupero di domenica scorsa a Milazzo...ndr) complici le manifestazioni organizzate in paese per la colorita festività.

Ma, proprio mentre nella cittadina torrese Re Carnevale impazzava allietando fino a tarda sera la moltitudine proveniente anche dai centri viciniori, nelle stanze del Giudice Sportivo si consumava l´ultimo atto, quello più temuto ma sul quale si nutrivano segrete speranze di un´obiettiva valutazione di fatti e misfatti, di una rappresentazione iniziata al 95´ del derby del Grotta di Polifemo, proseguita dopo la trasformazione del penalty (inesistente, come confermato dalle immagini ed ammesso a caldo dagli stessi giocatori mamertini) e conclusa con la pioggia di squalifiche ai danni di dirigenti e giocatori rossoblù.

Si cerca, anzi, si deve però parlare di calcio giocato ed in attesa di imminenti decisioni dagli uffici della sede del sodalizio, il Torregrotta scosso dalle pesantissime sanzioni disciplinari tornerà in campo questa sera agli ordini di Giannicola Giunta e Pippo Bonarrigo, per iniziare una nuova settimana di allenamenti, possibilmente lontano dalle polemiche di questi giorni e concentrandosi quanto più possibile sull´avversario di turno, con il calendario che propone il delicatissimo scontro al Comunale con il Castelbuono 1975, che viaggia appaiato con i rossoblù a quota 27.

Si tratta del classico confronto diretto con una compagine reduce anch´essa da una sconfitta di misura (1-2) nella stracittadina di domenica scorsa e che all´andata, si impose sulla formazione del presidente Nino Sindoni, con il punteggio di 3-2 al termine di una gara caratterizzata da una falsa partenza rossoblù culminata con il doppio svantaggio iniziale, l´immediata rimonta a ridosso dell´intervallo, cui fece seguito immediatamente dopo il gol del pari giunto su autorete propiziata da una sua conclusione, l´espulsione di Saporita, l´estroso attaccante reo di un fallo di reazione su un avversario che non aveva gradito l´eccesso di esultanza del 20enne giocatore torrese.
Nella ripresa, con il Torregrotta in inferiorità numerica, la squadra di casa ha poi iniziato un pressante lavoro ai fianchi, fino al vantaggio siglato da Marandano.

Che fosse una settimana fuori dai cànoni tradizionali, lo si poteva intuire facilmente sin da domenica sera. A renderla più inusuale del solito, ha contribuito la situazione disciplinare, con ben 5 giocatori appiedati (il terzino ´96 Bertino per 8 turni, il centrale difensivo Irrera ed il centrocampista-metodista Sciliberto per 6, il centrale difensivo Impalà per 2 ed il jolly Ruggeri per una giornata) che costringeranno il tecnico rossoblù a rivedere e rivoltare come un calzino la squadra.

E´ vero infatti che torneranno disponibili Salvatore Scibilia (che al "Grotta" ha scontato il turno di squalifica per somma di ammonizioni), Beppe Borelli ed Andrea Mangano, ma è altrettanto vero che la rosa attuale a disposizione non consente alcun tipo di turn-over, costringendo il tecnico a raschiare il fondo del barile, attingendo dal parco Juniores-Allievi per presentare contro la forte compagine madonita uno schieramento in grado di contrastare Marandano e soci che, con un calendario che d´ora in avanti si farà in discesa (nelle ultime due partite l´undici di Nardi affronterà Atletico Villafranca e Ghibellina, presumibilmente allora già retrocesse) vede nella trasferta in riva al Tirreno, l´occasione più unica che rara di chiudere anzitempo la propria pratica-salvezza.

Realizzazione siti web www.sitoper.it