02 Agosto 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

IL TORREGROTTA STUDIA PER L’ESAME DI LAUREA… – Riprendono gli allenamenti, mentre la vittoria n.9 lontano dal Comunale, permette alla capolista “virtuale” di restare sulla scia della battistrada.

22-03-2016 16:26 -



Portaci in Eccellenza, Giannicola portaci in Eccellenza…”. Cantano e sognano come ai vecchi tempi i tifosi rossoblù che hanno seguito la squadra in massa come non accadeva da 12 anni, vale a dire dai tempi dell’ultima promozione nel massimo campionato dilettantistico, sostenendola incessantemente fino al triplice fischio del sig.Saccà, dopo la nona “meraviglia” in trasferta di un Torregrotta che dà tutta l’impressione di non volersi fermare più.

Le cifre del girone di ritorno, partito il 6 gennaio, giorno del successo di Mili Marina per 2-1 sul Pistunina, si commentano da sole e parlano di un gruppo capace di procedere a ritmi insostenibili per tutte le altre, posizionando peraltro il team tirrenico in testa secondo la media inglese, con un “+11” che oltre a ricordare al resto della concorrenza che Sciliberto e soci hanno disputato una partita in più lontano dalle mura amiche, assegna inequivocabilmente almeno fino alla ripresa delle ostilità, lo scettro di capolista “virtuale” del girone B.

E’ infatti di 10 vittorie ed il solo pari del “Micale” sponda Acquedolcese, il ruolino di marcia torrese nelle 11 gare della fase discendente del campionato. Trentuno i punti sui 33 disponibili, che collocano il manipolo caro al presidente Nino Sindoni, in vetta al girone della speciale classifica stilata dall’inizio del 2016 ad oggi, con un vantaggio di 5 punti dal Città di Sant’Agata, che dal canto suo paga i passi falsi con Barcellona in casa, Jonica e L’Iniziativa fuori e che rappresenta il punto di riferimento più vicino.

A distanza ragguardevole, quella che al momento e grazie soprattutto ai recenti risultati, è la terza forza del girone di ritorno, il Pistunina con 21 punti in carniere, che precede il Barcellona un gradino più in basso ed il tandem Città di Mistretta-Jonica con 17 punti all’attivo e che devono recuperare mercoledi 30, il loro match sospeso per nebbia il 12 marzo.

Dunque, dopo Merì, Città di San Filippo del Mela, Città di Messina, Città di Sant’Agata, Pistunina, Santangiolese, Messana e Città di Mistretta, a inchinarsi sotto i colpi dei rossoblù per una volta in “versione-Bayern” per la caparbietà con la quale, senza perdere minimamente la calma, hanno saputo ribaltare il doppio svantaggio, è stata una Jonica solida e determinata sul proprio terreno comee ampiamente nelle previsioni, ma evidentemente non abbastanza per sbarrare la strada ad un Torregrotta che proprio nella domenica più difficile di questo scorcio di stagione e proprio nel momento di maggior difficoltà sotto di due reti, ha mostrato il suo lato feroce e con una reazione da “grande” ha rimesso le cose a posto, probabilmente deludendo quanti erano già pronti a recitare il “de profundis” e ribadendo a chiare lettere, che alle latitudini torresi, non c’è la minima voglia di mollare di un centimetro.

Merito indiscutibilmente di una preparazione atletica nella quale si vede la mano esperta e sapiente di Pippo Bonarrigo, sempre più determinante in un finale di stagione del genere e di un Giannicola Giunta che ancora una volta, come era accaduto in altre circostanze, non ha avuto esitazione alcuna ad apportare subito le sostanziali modifiche in corsa al modulo messo in campo dal 1’, mettendo in risalto una volta di più le doti camaleontiche della squadra, capace di raddrizzare un match per l’8^ volta in questo campionato (comprensivo di “ribaltone” in 4 occasioni…ndr) a dimostrazione che il gruppo plasmato dal tecnico sin dal 7 agosto scorso, giorno dell’inizio della preparazione, è granitico e, diciamolo pure, sa già perfettamente ciò che vuole.

E’ del resto il “pensiero stupendo” che si capta in tutta la cittadina, con la gente torrese tornata a vivere il proprio week-end in simbiosi con la sua squadra come testimoniato dal centinaio di presenze registrate a Santa Teresa di Riva, a conferma che anche la piazza ha iniziato davvero a credere in un traguardo sul quale in estate, neppure il più inguaribile tifoso rossoblù avrebbe scommesso e che, fosse stato quotato, avrebbe pagato molto più della vittoria del Leicester di Ranieri in Premier League (1: 50.000…ndr).

Due curve e poi il rettilineo finale del 17 aprile e programma invariato in casa torrese dove ormai il piacevolissimo tormentone dice che serve vincere sempre per alimentare il sogno, ad iniziare dal turno successivo alla sosta pasquale nel quale, se il Torregrotta dovrà ricevere un Camaro con l’acqua alla gola, il Città di Sant’Agata potrebbe parimenti non avere vita così facile sul campo del Città di Messina che per quanto approdato in porto proprio domenica grazie alla sorprendente vittoria di Sinagra, punta a chiudere in crescendo e con parecchi dei suoi effettivi a caccia di conferma, una stagione rivelatasi contraddittoria per il rientrante Nello Basile ed il suo gruppo.

Frattanto, come ogni martedi, inizia stasera ed in barba allo stop del torneo, una nuova settimana di allenamenti coordinati dall’inossidabile duo Bonarrigo/Giunta, il cui compito sarà quello di condurre la squadra nelle migliori condizioni per affrontare il trittico conclusivo della stagione regolare.
Le occasioni inoltre per mantenere sulla corda l’intero gruppo e tenere alti i giri del motore, non mancheranno, tenuto conto che è in fase di allestimento per giovedi pomeriggio un’amichevole contro il Saponara (Prima Categoria – gir.D) e che la foltissima colonia juniores, arricchita dal nutrito contingente di ’99 e 2000 già aggregatosi da diverse settimane alla Squadra Maggiore, sarà impegnata sabato pomeriggio alle 15, nel posticipo dell’ultimo turno del proprio girone contro i pari età del Città di Messina, che stabilirà quale delle due compagini accederà all’affascinante Fase Regionale ad eliminazione diretta, prevista dal torneo ed in programma a scadenze ravvicinate, durante l’intero mese di aprile.

Terminato questo confronto, ci saranno i canonici due giorni di riposo in coincidenza con la Pasqua, prima di tornare in campo martedi 29 in funzione al campionato ed al match interno col Camaro con cui si aprirà un mese di aprile al cardiopalmo e che sembra avviarsi verso un crescendo rossiniano di emozioni.
Il tutto mentre riecheggia di giorno in giorno sempre più possente, il canto dei tifosi che contagia lo spogliatoio e si trasforma in scariche di adrenalina per tutta la squadra: “Portaci in Eccellenza…Giannicola portaci in Eccellenza…”.-



LA CLASSIFICA DEL GIRONE DI RITORNO

31…TORREGROTTA
26…CITTA’ DI S.AGATA
21…PISTUNINA
20…BARCELLONA PG
17…CITTA’ DI MISTRETTA* e JONICA FC*(**)
14…CITTA’ DI MESSINA, CITTA’ DI S.FILIPPO DEL MELA e L’INIZIATIVA
12…ACQUEDOLCESE, CAMARO 1969 e SINAGRA
11…MERI’** e SANTANGIOLESE
0….MESSANA**

*:CITTA’ DI MISTRETTA e JONICA FC una partita da recuperare (30/3)
**: MERI’, JONICA FC e MESSANA devono osservare il turno di riposo


LE 8 RIMONTE DEL TORREGROTTA

1^ g…TORREGROTTA – PISTUNINA – 1-1 (20’ Campo, 86’ Sittineri)
2^ g…L’INIZIATIVA – TORREGROTTA – 1-1 (38’ Svezia, 90’+6 Bertino)
6^ g…CITTA’ DI S.FILIPPO DEL M. – TORREGROTTA – 2-4 (17’ Cariolo, 19’ rig.Battaglia, 33’ Sciliberto, 66’ e 74’ Rasà, 87’ De Salvo)
9^ g…TORREGROTTA – CITTA’ DI MISTRETTA – 1-1 (7’ rig.Paone, 22’ rig.Battaglia)
18^ g.:.SANTANGIOLESE – TORREGROTTA – 1-3 (36’ Spinella, 78’ e 81’ Rasà, 88’ Campanella)
21^ g…TORREGROTTA – CITTA’ DI S.FILIPPO DEL M. – 3-1 (45’ Cariolo, 60’ e 62’ Rasà, 86’ aut.Gitto)
22^ g…ACQUEDOLCESE – TORREGROTTA – 1-1 (11’ rig.Di Bartolo, 72’ rig.Battaglia)
27^ g…JONICA FC – TORREGROTTA – 2-3 (15’ Amante, 26’ Lu Vito, 36’ e 79’ Sgrò, 39’ Isgrò)

Realizzazione siti web www.sitoper.it