23 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

TORREGROTTA SFORTUNATO, LA SCONFITTA ARRIVA NEL RECUPERO - Al "La Carlina", i rossoblù vanno vicini al successo, ma vengono puniti al 91´ da un gol del neo-entrato Platania.

17-09-2017 21:45 -





CAMPIONATO PROMOZIONE 2017/18 GIRONE C – 2^ GIORNATA
TRECASTAGNI (CT) – Stadio Comunale "La Carlina" – domenica 17/09/2017 ore 15,30


SPORTING TRECASTAGNI – 1
TORREGROTTA – 0

MARCATORI: 90´+1 Platania

SP.TRECASTAGNI: Di Bartolo, Scamporrino (46´ Riolo), Ragonese, Tounkara, Rametta, Rundo, Zuccarello (62´ Ben Jouda), Catania, Giummaresi, Garofalo, Grasso (85´ Platania)
a disp.: Crisafulli, Pappalardo S., Marza´, Vadala´
all.: P.Zingherino

TORREGROTTA: Vinci, Mondo, Mamone, Sittineri (72´ G.Sindoni), Iovine, Di Stefano, Manzella, A.Arena, M.Sindoni, G.Arena, Isgrò
a disp.: Foti, Merlino, D´Angelo, La Spada, Borelli, Marchese
all.: G.Borelli

ARBITRO: Gaetano Alessio BONASERA (Enna)
ASSISTENTI: Salvatore RUNZA (Siracusa) e Massimo FALZONE (Acireale)

ANGOLI: 4-3 per il Torregrotta (p.t.1-1)
RECUPERO: 2´ + 4´
AMMONITI: Vinci (TO) alla fine del p.t., 56´ Zuccarello (TR), 76´ Di Stefano (TO), 80´ A.Arena (TO)
OFF-SIDES: 5-3 per lo Sporting Trecastagni (p.t.2-2)


Solo uno sfortunastissimo svarione nel primo dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, condanna il Torregrotta a tornare a mani vuote dalla trasferta di Trecastagni, dove al di là degli episodi che hanno determinato la sconfitta, la formazione di Peppe Borelli ha disputato una buona gara dalla quale, "ai punti" avrebbe meritato certamente di uscire con molto più di quello "strettissimo" pareggio che stava per materializzarsi nel pomeriggio del "La Carlina", che non sarebbe stato affatto un risultato da buttar via ma che probabilmente non avrebbe reso giustizia a Vinci e compagni, il cui unico torto, forse, è stato quello di non aver cercato sin dalle prime battute di gioco con la dovuta convinzione, un successo che per quanto visto in campo, non avrebbe fatto gridare allo scandalo nessuno. Grida ancora vendetta il palo colpito da Isgrò a Di Bartolo ormai fuori causa a poco più di un quarto d´ora dal termine e che già aveva fatto gridare al gol, sia la panchina che la tribuna di fede rossoblù presente per la prima trasferta di campionato.
Da segnalare anche due contropiede torresi non sfruttati a dovere, vuoi per precipitazione, vuoi per poca lucidità in fase di appoggio.


LA CRONACA

1´ Pronti-via e appena il tempo di battere il calcio d´avvio, la palla giunge ai 20 metri circa dalla porta dello Sporting con Isgrò lanciato a rete ma che al momento di entrare in area inseguito da due avversari, perde l´attimo buono, scivolando quasi al momento di calciare.
7´ Manzella scatta sulla fascia sinistra e scodella a centroarea dove la conclusione di Sittineri a rete viene smorzata da un difensore che permette a Di Bartolo di parare senza problemi.
19´ Dal versante opposto, è la volta di Isgrò che prova ad insidiare il portiere etneo, con palla che si perde però sopra l´incrocio.
40´ Il primo vero pericolo corso dalla porta difesa da Vinci, arriva sul finire del primo tempo sugli sviluppi di una punizione calciata da Rundo dalla linea mediana del campo, a pescare in piena area torrese lo smarcatissimo Grasso che di testa gira prontamente mandando la sfera a far la barba al palo alla sinistra del portiere, facendo correre un brivido alla panchina rossoblù.
57´ Giovanni Arena, al termine di un´insistita manovra torrese al limite dell´area dello Sporting, si produce in una conclusione che Di Bartolo blocca centralmente.
60´ Tounkara, per i padroni di casa, sfugge alla marcatura di Mondo e mette in mezzo dove Mamone arriva provvidenzialmente a spazzare la propria area.
61´ Favorevolissimo contropiede del Torregrotta condotto da Manzella ed altri tre giocatori torresi. Il n.7 rossoblù però, sul recupero di alcuni difensori avversari, preferisce la conclusione personale, con un tiro dai 25 metri circa sulla sinistra, che termina sul versante opposto fuori non di molto.
65´ Tounkara prova ad insidiare Vinci, tirando dal vertice alto alla destra del fronte d´attacco etneo, chiamando l´estremo rossoblù ad un plastico intervento con deviazione in angolo.
70´ Di nuovo il Torregrotta in fase offensiva con Sittineri che dall´out di destra serve centralmente per Giovanni Arena il cui esterno destro manda il pallone sul fondo a fil di palo alla sinistra di Di Bartolo
72´ I locali vanno vicini alla marcatura con Rundo che in evidente posizione di fuorigioco "di rientro" non rilevata dal secondo assistente del signor Bonasera, tenta la soluzione dai 20 metri, con palla che finisce fuori tra le proteste torresi per la mancata segnalazione della posizione irregolare del n.6 dello Sporting.
74´ Occasionissima per il Torregrotta per poter sbloccare il punteggio. La manovra parte dal neo-entrato Giuseppe Sindoni, che dall´out di destra porge in area ad Isgrò che all´altezza del primo palo, controlla e da posizione angolatissima indirizza verso l´angolino più lontano. La sfera sembra destinata ad insaccarsi, ma l´urlo del gol viene strozzato in gola da un rimbalzo irregolare del pallone, che sbatte sulla base del palo per poi essere allontanata alla disperata in angolo da un difensore locale.
La fase conclusiva del match è caratterizzata da un pericolosissimo allungamento delle due squadre che produce frequenti capovolgimenti di fronte.
All´88´, il cross di Tounkara nel cuore dell´area tirrenica, viene prontamente sventato da Mondo che davanti alla porta difesa dal compagno Vinci, rischia una clamorosa autorete, ma libera l´area mandando in corner sull´arrivo di due avversari.
Un minuto più tardi, nuovo contropiede del Torregrotta con Isgrò che sulla trequarti avversaria, fallisce l´appoggio per lo smarcato Manzella che sulla sinistra attendeva di involarsi palla al piede verso la porta etnea.

E´ da poco scoccato il 90´ e la lancetta ha appena iniziato il primo dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, quando su una manovra offensiva rossoblù, Giovanni Arena ai 20 metri in posizione centrale, perde ingenuamente la sfera. Immediato il ribaltamento di fronte con lancio in profondità che questa volta trova impreparata la retroguardia torrese, con Platania, subentrato da 5 minuti, che scatta con perfetta scelta di tempo e sull´uscita disperata di Vinci, lo scavalca mandando il pallone ad insaccarsi sotto l´incrocio alla destra del portiere, regalando ai suoi tre punti forse insperati alla luce di quanto si era visto fino ad allora e condannando il Torregrotta ad una sconfitta immeritata contro una formazione che si è confermata ostica ed agguerrita e che forse, rispetto ai rossoblù tirrenici ha avuto il merito di crederci di più.


Realizzazione siti web www.sitoper.it