01 Ottobre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

INIZIO STAGIONE CON PARTENZE "AD HANDICAP" – Nelle ultime tre gare ufficiali, Torregrotta sotto di un gol in media dopo 10´. Le statistiche del dopo-Acireale

19-09-2016 19:43 -
Il penalty trasformato all´11 del p.t. dal centravanti acese Contino



Numeri "impietosi" dopo appena due turni per il Torregrotta 2016/17, la cui partenza non è stata di certo facilitata dal calendario che ha posto in avvio di capitan Venuti e compagni, due compagini attrezzate per un campionato di prim´ordine. Nulla di preoccupante pertanto, dopo i 90´ del "Tupparello", considerati unanimemente "proibitivi" per la squadra di mr.Carmelo Mancuso che, come opportunamente sottolineato dallo stesso tecnico nelle recenti interviste concesse ai blog calcistici del capoluogo o alla carta stampata, definisce la squadra un "cantiere aperto" con un organico ancora incompleto soprattutto in un centrocampo "verde" e nel quale "anche lì ci sarebbe da intervenire" (testuale). I dati statistici che vi proponiamo pertanto, sono solo puramente indicativi dell´andamento di una delicata fase della stagione in un torneo insidiosissimo come l´Eccellenza, che lo stesso trainer in sede di presentazione, non a torto definì una sorta di "D2" per la competitività delle squadre e dove, fatta eccezione per le formazioni strutturate per contendersi il salto di categoria, il restante lotto delle concorrenti ha visto innalzarsi il proprio livello medio.
 
A SECCO DI PUNTI DOPO DUE GIORNATE
Fermo "al palo" dopo i primi 180´ di gioco. Era accaduto in precedenza solo nella stagione di Promozione 2009/10, iniziata anche in quella circostanza con il Sant´Agata (2-1 per i nebroidei al "Fresina") e proseguita con l´inatteso capitombolo casalingo dell´undici di Antonio Alacqua contro il Nuovo Falcone (ancora un 2-1, questa volta per i giallorossi di Ciccio Nardi).
La situazione venne sbloccata il turno successivo con il colpaccio esterno nel derby contro la Spadaforese (2-0).
"Quota zero" dopo due turni in Eccellenza è anche il peggior avvio di campionato finora registrato dal team tirrenico nel massimo torneo dilettantistico regionale, considerato che nel 2002/03, dopo la sconfitta a Comiso, il Torregrotta riuscì a imporre al Comunale un pari (1-1) al quotato Modica, passando in vantaggio al 43´ con D´Anna (pari ibleo al 69´ con Barraco).
Ancora meglio si fece nel 2004/05, quando il riscatto dopo la falsa partenza della giornata inaugurale sempre a Comiso (1-3), una doppietta di Manuel Torre al 36´ e all´88´, ribaltò l´iniziale vantaggio della Leonzio (25´ Pino), uscita sconfitta dal rettangolo di gioco di Viale Europa per 2-1.
Purtroppo, nonostante ciò, l´esito della stagione fu in ambo le circostanze infausto (retrocessione al play-out).


ATTACCO "ANEMICO", RETROGUARDIA "COLABRODO"
Resta ancorata a "zero" la casella delle reti realizzate dopo due turni di campionato. Primato condiviso nel girone con Città di Scordia, Real Avola e Sporting Viagrande, nonché Licata, Marsala, Pro Favara, Terranova Gela e Troina del girone A. Si tratta del peggior dato in casa rossoblù dopo due giornate di campionato. Prima di adesso, il record negativo era quello del campionato di Promozione 2003/04, con una rete "pesante", che fruttò il successo sull´Atletico Furci (1-0), poi pareggiata nel turno seguente da quella con cui l´Atletico Pro Mende ebbe la meglio nel derby di Santa Lucia del Mela.
Di contro, abbondano le reti incassate: ben 6 equamente suddivise nell´arco dei due turni disputati. Anche qui, purtroppo, è stato stabilito il nuovo record negativo che apparteneva alle due stagioni precedenti di Eccellenza (2002/03 e 2004/05) ed al 2009/10 (Promozione) con 4 gol incassati.
 

PRIMI TEMPI "LETALI"...
Analizzando le ultime tre partite ufficiali disputate dalla compagine allenata da Carmelo Mancuso dopo l´illusorio pari ad occhiali del "Salmeri" nell´andata di Coppa Italia contro il Milazzo, si evidenzia come ben 7 delle 10 reti subite dal Torregrotta tra ritorno di Coppa e Campionato, siano state incassate nei primi 45´. Alle tre del Milazzo al Comunale (finale 1-4), hanno fatto seguito le due del Città di Sant´Agata all´esordio (finale 0-3) e quelle di Contino su rigore e di Tosto nel recupero della prima frazione ieri ad Acireale, conclusasi con identico risultato di 3-0.

...E PARTENZE "AD HANDICAP"
Piu´ dettagliatamente, i dati numerici di queste ultime tre partite, fanno emergere quasi una sorta di "autonomia limitata" ai primi 10´ di gara. Col Milazzo la rete che ha aperto la serie delle marcature mamertine è giunta al 12´ (Rasà). Col Città di Sant´Agata, il risultato si è sbloccato già dopo 7´ (Scariolo). L´Acireale ha dovuto attendere solo quattro minuti in più (11´ Contino su rigore).


Realizzazione siti web www.sitoper.it