26 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

JUNIORES, ALL´INFERNO E RITORNO...- Sotto di due reti contro lo Sporting dopo 17´, i ragazzi di Nastasi ribaltano il risultato e mantengono la testa del girone a punteggio pieno.

16-12-2015 22:32 -



CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES – FASE PROVINCIALE – DP MESSINA – GIR.A
8^ GIORNATA DI ANDATA
TORREGROTTA (ME) – Campo Sportivo Comunale – mercoledi 16/12/2015 – ore 15



TORREGROTTA – 4
SPORTING CLUB MESSINA – 2


MARCATORI: 12’ Doddis (SC), 17’ Micari (SC), 23’ Isgrò (T), 35’ e 57’ Campanella (T), 60’ Isgrò (T)

TORREGROTTA: Marino, Isgrò, Merlino, Giorgianni, Maisano, Irrera, Pruiti Ciarello, Trovato, Marchese, Campanella, Sittineri
A disp.: Gangemi, Falcone, Nastasi R., D’Andrea
All.: G.Nastasi

SPORTING CLUB MESSINA: Russo, La Fauci (46’ Santoro), Cucè (73’ Taccone), Doddis, Sturiale, Maggio, Cucinotta S.ne (46’ Cucinotta S.gio), Natale (61’ Bonanno), Papale, Micari, Gazzara (46’ Rinaldi)
A disp.: Princiotta
All.: V.zo Maggio


ARBITRO: P.Frassica di Messina

ANGOLI: 3-0 per il Torregrotta (p.t.3-0)

AMMONITI: 83’ Santoro (SC), 90’ Doddis (SC)

OFF-SIDES: 2-0 per il Torregrotta (p.t.0-0)

RECUPERO: 1’ + 4’

La squadra Juniores del Torregrotta supera agevolmente molto più di quanto non dica il risultato, un volitivo ma inesperto Sporting Club Messina e con la settima vittoria su altrettante gare, torna al comando del proprio girone, davanti al Città di Messina contro cui lunedi 21 a Mili Marina, metterà in palio il platonico titolo di “Campione d’Inverno”.

Lo fa dopo un avvio di gara “choc”, nel quale dopo 17’ di gioco i ragazzi di Peppe Nastasi si erano improvvisamente ritrovati sotto di due reti. La pronta reazione di Isgrò e compagni però, ha evitato il peggio, riuscendo ad andare al riposo sul risultato di parità, per poi agguantare la vittoria con un prepotente primo quarto d’ora che ha fissato il punteggio sul 4-2.

Parecchie le emozioni vissute nel pomeriggio del Comunale, dove oltre alle sei marcature, sul taccuino del cronista si conta almeno una dozzina di nitide occasioni da rete mancate dai rossoblù torresi, una traversa piena colta da Marchese nella ripresa ed un paio di sporadiche opportunità per gli ospiti che solo nel quarto d’ora conclusivo, quando il Torregrotta ormai pago del vantaggio raggiunto ha tirato un po’ i remi in barca, hanno provato ad accorciare le distanze, andandovi vicini col solito Doddis, vera anima della formazione peloritana.

La cronaca si apre al 4’ quando Sittineri dalla linea di centrocampo, serve Trovato che scatta con perfetta scelta di tempo e si presenta davanti a Russo in beata solitudine, ma sull’uscita del portiere ospite, conclude malamente con palla che si perde sul fondo, alla sinistra dell’estremo difensore.

Al 7’ Marchese conquista caparbiamente palla sul fondo al termine di un duello con un difensore avversario e dalla sinistra mette prontamente a centroarea per Campanella che viene anticipato al momento del tiro.

Al 9’ un’articolata e ben congegnata manovra offensiva torrese, vede Trovato porgere in profondità per Marchese che costringe Russo a salvarsi in corner in uscita dalla propria porta.

Al 12’, dopo l’arrembante avvio del Torregrotta, sono però gli ospiti a sbloccare il punteggio sul primo tiro indirizzato verso lo specchio della porta locale. A realizzare il vantaggio messinese è Doddis che su punizione dai 18 metri circa, sorprende Marino con un tiro che rimbalza davanti al portiere e si insacca centralmente.

Al 16’ il Torregrotta potrebbe già pervenire al pari, con Marchese che servito dalla destra da Trovato, si vede chiudere lo specchio dall’attento Russo che neutralizza la conclusione ravvicinata della punta classe 2000.

Dal gol mancato si passa repentinamente a quello subito ed è quel che accade un minuto più tardi quando un lancio dalla trequarti locale, trova impreparata la retroguardia rossoblù consentendo a Micari di insaccare con un pallonetto appena accennato sull’incerta uscita di Marino. E’ il 17’ del primo tempo e nonostante la netta superiorità, il punteggio è di 0-2.

Il doppio colpo subito, non demoralizza l’undici di Peppe Nastasi che riprende a gestire a proprio piacimento la gara senza però trovare la stoccata vincente.
Sembra cosa fatta al 21’ quando Sittineri vede smarcarsi Isgrò che scatta sul filo del fuorigioco e serve un pallone che il capitano torrese indirizza debolmente tra le braccia di Russo.

Lo stesso Isgrò però, si fa perdonare l’errore precedente due minuti più tardi quando ricevuta palla in posizione defilata sulla sinistra, vede Russo fuori dai pali e lo beffa con uno spiovente dai 30 metri che finisce la sua corsa esattamente nel sette alla sinistra dell’estremo messinese, accorciando così le distanze per i suoi.

Al 29’ il pari sembra cosa fatta quando Trovato, lanciato da Isgrò davanti al portiere, eccede stavolta in altruismo e seppur da posizione vantaggiosa per battere a rete, porge palla a Marchese che appostato sul secondo palo viene anticipato in corner.

Al 31’ tocca a Campanella cercare il bersaglio grosso, ma la sua conclusione pregevole per rapidità e coordinazione, finisce alta di poco.

Gli sforzi profusi per rimettere tutto in discussione, vengono finalmente premiati al 35’ quando al termine di un’incursione sulla sinistra, giunto sul fondo Isgrò porge a centroarea per Trovato che calcia a colpo sicuro ma trova la respinta di un difensore. La sfera arriva a Campanella poco più spostato sulla destra, che inquadra lo specchio e insacca nonostante l’estremo tentativo di un altro difensore appostato nei pressi della linea di porta. Squadre che dunque si trovano sul 2-2.

Il Torregrotta a questo punto vuole completare subito la rimonta e al 38’ Sittineri dal fondo serve Isgrò in area, ma la conclusione di quest’ultimo, solo davanti a Russo, risulta ancora una volta debole e facile preda del portiere.
Un minuto più tardi lo stesso Sittineri salta in slalom alcuni avversari e giunto all’altezza dei 18 metri, porge per Campanella che costringe il portiere avversario a rifugiarsi in angolo.

Il tempo si chiude con Isgrò che al 44’ viene lanciato sul filo dell’off-side ma si lascia ipnotizzare ancora una volta da Russo con un tiro che viene agevolmente controllato dal pipelet peloritano.

La ripresa continua sulla falsariga del primo parziale e al 51’ una ben orchestrata manovra in area messinese, mette Trovati ancora una volta a tu per tu con Russo. L’esterno torrese chiude troppo l’angolo e vede svanire l’invitante opportunità.

Al 54’ gli ospiti tornano a fare capolino dalle parti di Marino con Doddis che si libera al tiro dai 25 metri, con palla che esce di poco a lato alla sinistra del portiere.

Al 55’ il Torregrotta potrebbe passare con Campanella che servito da Sittineri viaggia verso l’area di rigore ospite ma al momento di concludere, cincischia troppo con la palla.

Un minuto dopo, su perfetto cross di Isgrò dalla destra, la sfera giunge a Marchese che sottomisura e appostato sul palo più lontano, di testa manda la sfera a stamparsi contro la traversa.

Il vantaggio è ormai nell’aria e si concretizza al 57’ quando al termine di una concitata azione offensiva in area messinese, la sfera giunge a Campanella che di giustezza trova il varco giusto per portare il risultato sul 3-2.

Lo Sporting sembra ormai all´angolo e tre minuti più tardi, arriva il quarto gol torrese, firmato da Isgrò che ra0ccoglie una corta respinta di Russo su una prima conclusione di Marchese e ribadisce in rete.

Al 68’ per gli ospiti ci prova Maggio con un rasoterra da fuori che lambisce il palo alla sinistra di Marino disteso in tuffo.

Al 71’ Trovato parte in velocità dalla trequarti ospite e serve Isgrò il cui tiro viene smorzato da Russo primo che un difensore liberi allontanando la palla dalla linea di porta.

Al 78’ lo Sporting potrebbe accorciare ma Papale, smarcatosi in area rossoblù, arriva scoordinato sul perfetto assist dalla destra e in scivolata non riesce ad inquadrare la porta.

Nei restanti minuti, i ragazzi di Nastasi abbassano sensibilmente il proprio baricentro e consentono agli avversari di proporsi più frequentemente dalle parti di Marino, ma la difesa rossoblù riesce a fare buona guardia e permette di mantenere il risultato fino al triplice fischio del signor Frassica che manda le squadre negli spogliatoi.

Realizzazione siti web www.sitoper.it