19 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

JUNIORES SFORTUNATA ED EVANESCENTE, PRO MENDE CINICA E SMALIZIATA - Un rigore di Cirino a metà del primo tempo, decide il big-match della giornata.

18-11-2014 18:45 -
Cirino trasforma il penalty che decide il derby juniores a favore della Pro Mende


CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES - FASE PROVINCIALE - DP MESSINA - GIRONE A - 5^ GIORNATA
TORREGROTTA (ME) - Campo Sportivo Comunale - martedi 18/11/2014 - ore 15



TORREGROTTA - 0
PRO MENDE - 1


MARCATORE: 24´ rig. Cirino (PM)

TORREGROTTA: Villani, Previti (84´ Irrera), Puleo, Mondo (67´ Giorgianni), Mamola (57´ Bellamacina), Falcone, Cacciotto, E.Trovato, Sapienza (90´ Crimaldi), Sittineri, E.Romeo
a disp.: Vinci, Abate, Cutugno
all.: M.Santoro

PRO MENDE: Manna, Andaloro, Iarrera (79´ Stracuzzi), Messina, Mazzù, Lipari, Schepisi, Crea, Cirino, Mancuso, Impalà (46´ Coco)
a disp.:
all.: B.Granata

ARBITRO: Giovanni Paratore (Messina)

ANGOLI: 4-4 (p.t. 4-1 per la Pro Mende)

AMMONITI: 27´ Mamola (T), 45´ Romeo (T), 46´ Cacciotto (T), 57´ Schepisi (PM), 58´ Cirino (PM), 78´ Andaloro (PM), 83´ Previti (T), 88´ Trovato (T), 94´ Stracuzzi (PM)

RECUPERO: 0´ + 6´

OFF-SIDES: 1-0 per il Torregrotta (p.t.0-0)

Il Torregrotta juniores, insolitamente nervoso e incappato nella giornata-no dei suoi attaccanti, dilapida almeno una mezza dozzina di nitide palle-gol, dando via libera ad una Pro Mende cinica e concreta che grazie ad una discreta organizzazione e col minimo sforzo, porta via dal Comunale l´intera posta in palio, capitalizzando al massimo delle possibilità un calcio di rigore concesso al 24´ della prima frazione di gioco dal direttore di gara per fallo di mano di Mamola su conclusione in area torrese, trasformato con freddezza dallo smaliziato Cirino che spiazzando Villani sulla sua destra, metteva dentro quello che si sarebbe rivelato il gol-partita.

I tre punti dunque prendono la strada di Santa Lucia del Mela, regalando ai giallorossi di Benedetto Granata, ancora a punteggio pieno dopo quattro gare disputate, la vetta della classifica del girone, sia pure in condominio col Città di Messina, fermo per il turno obbligatorio di stop imposto dal calendario.
Ai rossoblù di Melchiorre Santoro, resta il rammarico per un risultato bugiardo e che penalizza oltre ogni effettivo demerito la formazione torrese che ha gestito la gara quasi per l´intero arco del match, producendo nel generosissimo serrate finale, uno sforzo che avrebbe meritato sicuramente miglior fortuna.

A decidere le sorti dell´incontro, come detto, il penalty concesso dal signor Paratore al 24´ quando su un´iniziativa degli ospiti sulla sinistra, dal fondo giungeva in area un pallone sul quale Mamola, scivolato a terra, arrivava maldestramente con un braccio. A nulla sono valse le vibranti proteste di capitan Cacciotto e compagni, con il signor Paratore irremovibile nel concedere la massima punizione ai luciesi.

Il resto del match è stato un inutile, arrembante assalto alla metà campo degli ospiti, con il risultato che non cambierà più fino al triplice fischio che allo scadere del 6´ di recupero, manda le squadre negli spogliatoi e rinvia il Torregrotta all´appuntamento di martedi prossimo al "Terre Forti", dove ci sarà da riscattare lo scivolone odierno contro un Città di Villafranca su di giri dopo la netta vittoria di ieri sullo Sporting Club Messina. Nelle altre due partite del girone A disputate lunedi, affermazione piena ma contenuta del Milazzo sui cugini del San Filippo del Mela (4-1), mentre alla "Pinetina" di Rometta Superiore, la Ramet compie la sua impresa stagionale, battendo i "resti" della Forza Calcio Spadaforese per 2-1.

Realizzazione siti web www.sitoper.it