26 Gennaio 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

JUNIORES, UN TERZO POSTO DAI MILLE RIMPIANTI - Le cifre del 2013/14 degli "under" rossoblù.

15-04-2014 07:00 -
Iniziata con la Prima Squadra e proseguita nei giorni scorsi con le squadre Regionali di Giovanissimi ed Allievi, la sintesi in cifre della stagione 2014/15 delle squadre maggiori dell´ASD Torregrotta, si chiude con la finestra sul torneo Juniores, ultimo peraltro a partire in ordine di tempo anche per via della breve durata e che in un percorso che si è dipanato dal 14 ottobre al 17 marzo scorsi, ha visto gli "under" rossoblù scendere in campo per dar vita alle 16 gare previste dal calendario del proprio girone di Prima Fase.

Dopo un biennio di egemonia torrese ed il campionato di transizione della scorsa stagione, il 2013/14 Juniores è stato l´anno della ripresa sul piano dei risultati, anche se la squadra rossoblù non può non recitare un "mea culpa" per alcuni mezzi passi falsi dettati dall´inesperienza che ne hanno condizionato il cammino.

Soprattutto a cavallo del giro di boa, sono stati dilapidati i punti fondamentali per il passaggio di turno. Se infatti il soffertissimo ma entusiasmante successo interno della 5^ giornata in 9 contro 11 con il Città di Milazzo aveva aperto più di uno spiraglio ad un cammino da leader, i risicatissimi pareggi con la Pro Mende fuori e con lo Sporting Club Messina tra le mura amiche, hanno frenato la corsa di una squadra che ha denotato palesi lacune in fase offensiva nel momento in cui, allorquando la stagione è entrata nel vivo, le "bocche da fuoco" sono malauguratamente venute a mancare.
Emblematico su tutte il pari a reti bianche dell´ultima giornata nonostante una generosissima ma sterile prova sul campo della per nulla belligerante Pompei, che pur con un ultimo posto sul groppone, ha finito con l´imporre meritatamente il nulla di fatto alla formazione rossoblù che alla resa dei conti ha finito col pagare qualche peccato di gioventù ma che ha ampissimi margini di miglioramento e già dalla prossima stagione ha tutte le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista.


Ben 35 i giocatori che si sono avvicendati nell´arco delle 16 gare, suddivisi in 3 del ´94, 5 del ´95, 10 del ´96, 9 del ´97 e 8 del ´98.
In termini di minuti giocati, il capolista è stato il terzino destro classe ´94 Antonio Pirrone, che ha giocato 1048´ con una rete all´attivo, 15´ in più rispetto al compagno di squadra Tindaro Romeo, che ha all´attivo 1033 minuti giocati, due realizzazioni e la leadership in fatto di partite disputate, avendo realizzato l´en-plein con il 16 su 16 e che occupa il secondo posto davanti per soli 4´ al portiere Francesco Vinci, a sua volte davanti per un´inezia ad Alessandro Isgrò che con 13 gol segnati, è stato il cannoniere principe della squadra.

Restando sul fronte delle presenze, al secondo posto dietro Tindaro Romeo, troviamo Danilo Previti che ha timbrato il cartellino in 14 delle 16 partite in calendario, seguito dal tandem Isgrò-Morasca immediatamente dietro con 13.

Si accennava prima ai marcatori delle 41 reti messe a segno da 13 componenti la rosa della squadra, una graduatoria che vede la coppia di gemelli del gol (22 reti in due) formata dal già menzionato Alessandro Isgrò (13) e da Antonio Ruggeri (9). Dietro, distanziati tutti gli altri, con in testa Augusto Sittineri (5).

Capitolo sostituzioni: il ´98 Angelo Falcone, con 9 ingressi a partita iniziata, è stato il giocatore più volte subentrato. Spetta invece ad un ´97, Gianluca Cattafi, il primato stagionale di sostituzioni subite.

Sul piano disciplinare, detto del posto (tra le 19 squadre del Comitato Provinciale) "ex-aequo" con il Riviera Messina Nord, sono stati accumulati 25 cartellini gialli e 5 rossi per un totale di 9 giornate di squalifica.
Primatista in materia di ammonizioni, il ´96 Alessandro Isgrò con 4, davanti a Cacciotto e Ruggeri con 3.
Un´espulsione ciascuno invece l´hanno rimediata in ordine di tempo, Ruggeri e Di Giovanni (in occasione del derby casalingo col Milazzo alla 5^ di andata), Simone Isgrò nel recupero della 4^ di andata e, per finire, Cacciotto e Morasca, nel concitato finale di primo tempo del big-match interno col Rometta alla penultima della stagione regolare, che ha di fatto dato il via libera ai romettesi e mandato definitivamente in fumo le ambizioni di passaggio di turno dei torresi, con il giallo dei due giocatori romettesi Riga e Calafati schierati nonostante la squalifica, rimasto irrisolto per un vizio procedurale del ricorso presentato.

Realizzazione siti web www.sitoper.it