21 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

LA JUNIORES SI REGALA UNA SERATA UN PO’ STRAVAGANTE – Al “Bonanno” contro lo Sporting Club finisce 7-4 per i rossoblù (poker di Campanella). Mercoledi il gran finale per il primo posto.

08-03-2016 07:00 -



CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES – GIRONE A – CP MESSINA – PRIMA FASE
17^ GIORNATA – 8^ DI RITORNO
MESSINA/Vill.Annuziata – Campo Sportivo “N.Bonanno” – lunedi 7/03/2016 – ore 18,30


SPORTING CLUB MESSINA – 4
TORREGROTTA – 7


MARCATORI: 10’ e 14’ Campanella (T), 44’ Trovato (T), 58’ Campanella (T), 60’ Sturniolo (S), 68’ Rinaldi (S), 71’ Sittineri (T), 74’ Rinaldi (S), 80’ Campanella (T), 88’ Sittineri (T), 90’ Maggio (S)

SPORTING CLUB MESSINA: Bartolone (50’ Picciolo), Cucinotta (53’ Rinaldi), Sturiale, Popolo, Santoro, Maggio, Previti, Princiotta, Papale, Micari, Sturniolo
a disp.: La Fauci
all.: V.Maggio

TORREGROTTA: Marino, Mondo, Isgrò, Gangemi, Giorgianni, Maisano,.Sittineri, Falcone, Marchese (76’ De Vita),Campanella, Trovato
a disp.:Merlino, Irrera
all.: G.Nastasi

ARBITRO: Pasquale Christian NETO (Messina)

ANGOLI: 8-0 per il Torregrotta (p.t.3-0)
RECUPERO: 1’ + 3’
AMMONITI: 41’ Micari (S), 74’ Santoro (S), 75’ Rinaldi (S)
OFF-SIDES: 7-0 per il Torregrotta (p.t.3-0)



Termina con un autentico festival di reti, il posticipo serale della penultima giornata della stagione regolare che nell’ultima trasferta della prima fase, ha visto il Torregrotta imporsi sui pari età dello Sporting Club Messina con un 7-4 che la dice lunga sul tipo di partita cui gli stoici ed infreddoliti spettatori presenti nella collinetta del “Bonanno” loro riservata, hanno potuto assistere, con attacchi scatenati per quanto imprecisi sottoporta contrapposti a difese “allegre” e non sempre impeccabili, tipiche dei match di fine stagione, in una gara che ha confermato una volta di più la tradizione che vuole il confronto tra le due società, caratterizzato da una copiosa girandola di marcature (29 nelle ultime due stagioni tra andata e ritorno con uno “score” di 17-12 per i rossoblù del presidente Sindoni).
Alla fine della “maratona” di reti, il Torregrotta risponde dunque agli antagonisti del Città di Messina, che nel pomeriggio avevano avuto la meglio sullo Sportsoccer Milazzo, uscito dignitosamente dal Garden Sport di Mili, sconfitto per 3-2 e rimanda a mercoledi 16 il verdetto finale della qualificazione alla Seconda Fase, quando sul rettangolo di Viale Europa, ospiterà la capolista, in classifica avanti di una lunghezza.

Il punteggio si sblocca al 10’ quando su punizione calciata da Sittineri, il pallone giunge in area per Falcone frenato al momento di concludere da una pozzanghera. Campanella, che aveva seguito l’azione, sfrutta l’incertezza del portiere e ribadisce in rete da pochi passi.
Al 14’ il raddoppio torrese nasce da un’altra punizione, questa volta calibrata da Falcone in area per la testa di Campanella che si coordina e insacca scavalcando Bartolone.
Al 24’ Papale per lo Sporting Club, si produce in un assolo in slalom tra alcuni avversari e si libera al tiro con palla che esce di poco fuori alla destra di Marino.
E’ il 27’ quando Mondo lancia in lungolinea sull’out di destra Campanella che poco entro l’area tenta il pallonetto sul quale Bartolone salva in angolo con la punta delle dita. Sugli sviluppi del corner la palla giunge sul versante opposto a Sittineri che al volo in corsa chiama in causa il portiere avversario la cui respinta viene raccolta da Falcone, contrastato in angolo al momento del tiro.
Alla mezz’ora Isgrò serve Trovato che in corsa da posizione defilata conclude a lato.
Al 36’ i locali hanno la ghiotta opportunità per accorciare le distanze quando Micari mette in area rossoblù per Sturniolo, che davanti a Marino, fallisce clamorosamente spedendo sul fondo.
Tre minuti più tardi, su una ripartenza dell’undici torrese, Marchese vede smarcato Campanella e lo serve prontamente, ma il tiro al volo della punta classe ’96, trova Bartolone pronto alla respinta in bello stile.
Al 44’ il Torregrotta triplica con una prodezza balistica di Trovato che ricevuta palla in corsa all’ingresso dell’area di rigore avversaria in prossimità del vertice destro, si produce in un “sombrero” di tacco col quale si libera della marcatura per poter battere in diagonale rasoterra l’incolpevole estremo difensore messinese.

Al 51’ contropiede rossoblù congegnato da Isgrò che lancia Campanella lungo l’out di sinistra e cross basso dal fondo di quest’ultimo per l’accorrente Marchese che tutto solo in area dello Sporting, non impatta a dovere, indirizzando a lato da pochi metri.
Al 57’ doppia occasione per i rossoblù con Sittineri e Campanella, al termine di un’iniziativa di Trovato, ma Picciolo, subentrato tra i pali al collega Bartolone, si salva alla meglio.
Un minuto dopo però, il neo-entrato portiere, non può far nulla sulla correzione di testa in corsa di Campanella susseguente a una punizione forte e tesa calciata dalla destra da Sittineri.
Allo scoccare dell’ora, la retroguardia torrese si lascia sorprendere da Sturniolo che batte Marino accorciando le distanze per i suoi.
Al 62’, ancora Sittineri, dopo una respinta della difesa locale, mette in mezzo per Falcone che da pochi conclude debolmente per la facile parata di Picciolo.
Al 66’ pregevole azione tutta in verticale, che parte da Isgrò e si sviluppa con Campanella che porge in profondità sulla sinistra per Sittineri che giunto sul fondo calibra un traversone basso per Trovato che in area “sbuccia” la sfera mandandola sul fondo.
Il Torregrotta fallisce le nitide occasioni da rete e paga nuovamente dazio al 68’ con il neo-entrato Rinaldi che raccoglie al limite una corta respinta difensiva e trova la traiettoria giusta per accorciare ulteriormente le distanze, portando il punteggio sul 2-4.
La squadra di Peppe Nastasi ristabilisce le distanze al 71’ quando Campanella dalla trequarti spostato sulla sinistra, vede smarcato Sittineri che poco entro l’area controlla la sfera e sull’uscita del portiere piazza un dosato pallonetto che si insacca per il 5-2 nonostante il disperato tentativo di recupero di un difensore.
Al 74’ i padroni di casa riducono nuovamente lo svantaggio con Rinaldi che con la retroguardia torrese scriteriatamente sbilanciata in avanti, ne approfitta per involarsi sulla destra e battere Marino con una staffilata da entro l’area, che si insacca sotto l’incrocio dei pali, portando così il punteggio sul 3-5.
Con tutte le marcature saltate ed i repentini cambi di fronte, le occasioni per segnare fioccano da ambo le parti. Si giunge così all’80’ quando Sittineri viene messo giù nei pressi del limite dell’area di rigore dello Sporting, in posizione decentrata sulla destra. Il mancino torrese, batte a sorpresa la conseguente punizione a vantaggio di Campanella che in beata solitudine ha il tempo per prendere la mira e trafiggere in diagonale l’estremo messinese, firmando il personale poker di segnature.
A due minuti dal termine del tempo regolamentare, Sittineri riceve palla all’ingresso dell’area di rigore e controllatala si fa largo tra le maglie della difesa messinese, presentandosi davanti a Picciolo che respinge il primo tentativo di conclusione a rete, ma è sfortunato sul rimpallo che favorisce la punta torrese che può controllare ed insaccare da pochi passi.
A fissare il punteggio ci pensa Maggio allo scadere, che lasciato anche’egli libero di calciare a rete, sorprende i difensori e dai 18 metri insacca il pallone del definitivo 7-4. Le squadre infatti tirano i remi in barca, attendendo il triplice fischio del sig.Neto.

L’appuntamento adesso è rinviato alla giornata conclusiva ed al big-match di mercoledi 16 contro il fortissimo Città di Messina, contro cui ci sarà in palio il pass per gli ottavi di finale.

Realizzazione siti web www.sitoper.it