20 Marzo 2019

LA TERZA VOLTA DEL TORREGROTTA A PEDARA - I precedenti rossoblù prima dell'anticipo di sabato

10-01-2019 13:00 - PROMOZIONE 2018/19



Ancora con la società etnea in attesa della ratifica della nuova denominazione per quanto già comunemente utilizzata da parecchio tempo dai media e tra gli addetti ai lavori, Sporting Trecastagni – Città di Torregrotta in programma sabato pomeriggio in uno degli anticipi della seconda di ritorno, propone la trasferta nell’ampio ed accogliente impianto di Pedara, eletto a nuovo domicilio del club etneo che prima di trasferirsi armi e bagagli, disputava le sue gare interne al “La Carlina” dove peraltro le due formazioni si sono affrontate il 29 aprile 2018 nel play-out che terminando col punteggio di 2-2, decretò la retrocessione rossoblù.

Per il Città di Torregrotta, si tratta della terza visita sul campo di Via Etnea, dopo i due infruttuosi precedenti risalenti alla stagione di Promozione 2014/15 ed a quella di Eccellenza 2016/17.
Indolore la sconfitta nella prima circostanza, in calendario il 12 aprile 2015 (cui si riferisce la foto) alla giornata di chiusura della stagione regolare, quando l’undici del presidente Nino Sindoni, con già in tasca un brillante sesto posto finale dopo un’entusiasmante rimonta dal penultimo che occupava dopo 8 giornate, dovette recarsi sul campo del locale Atletico Pedara, per dar vita a 90’ all’insegna dei gol e dello spettacolo, durante i quali, le larghe maglie difensive e la vena realizzativa degli uomini di punta delle due squadre, confezionarono un pirotecnico 5-3, caratterizzato dalle triplette di Manca per i locali (che così potè superare nella classifica marcatori, il “taorminese” Rasà) e del rossoblù Sciliberto.
Di ben altra portata invece il match disputato il 2 ottobre 2016 per la 4^ di andata del campionato di Eccellenza, quando il Torregrotta cedette di misura (1-0) al cospetto del Pedara San Pio X, cui bastò una rete in avvio di gara per ottenere i tre punti.
A siglarla fu il n.9 locale, Cortese, che finalizza di testa su cross di Maimone mettendo alle spalle dell’incolpevole Vinci. Vano il forcing operato nella seconda parte della ripresa dalla formazione tirrenica, con Isgrò, Sittineri e Sofia unici superstiti di quella sfida tra le file torresi, che tuttavia lascia il Comunale etneo a testa alta.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata