22 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

L´"ANNUNZIATA" SI CONFERMA CAMPO OSTILE - Mai una vittoria nelle tre partite giocate finora dalla Squadra Maggiore.

17-12-2013 12:00 -
Una panoramica del "Bonanno" dell´Annunziata a Messina


Non porta decisamente bene il rettangolo di gioco dell´Annunziata per i colori torresi. Il 2-2 di sabato col Riviera Messina Nord infatti, per quanto consenta ai rossoblù di compiere un piccolo passetto in avanti, non può far fare salti di gioia laddove, senza con questo voler mortificare l´encomiabile impegno dell´undici di Marco Tomarchio, il Riviera Messina Nord presentava alla vigilia del match, un bilancio casalingo di un solo pari a fronte di 5 sconfitte, l´ultima delle quali maturata mercoledi nel recupero contro la Ciappazzi, pe di più con un punteggio che non ammette discussioni (0-4).

Il "Bonanno" tra l´altro, si conferma campo di gioco inespugnabile per l´undici torrese che nelle due precedenti occasioni in cui la Prima Squadra vi ha fatto visita, non è andata oltre il pari.
E´ stato così nel campionato di Prima Categoria 2007/08, quando le due compagini si trovarono di fronte per la prima volta alla 7^ di andata, episodio già menzionato la scorsa settimana per rievocare l´1-1 firmato da Antonio Sciliberto per i messinesi al 45´e Nino Amato per i torresi all´89´.

Andò peggio negli ultimi 90´ di quella stagione-regolare, quando ancora imbattuto e con due punti di distacco da recuperare sul Città di Monforte, il Torregrotta dovette soccombere contro la Piero Mancuso al termine di una partita rocambolesca ed interminabile, conclusasi con il successo dei padroni di casa per 3-2.
Vantaggio rossoblù al 6´ con Monaco e situazione che alla fine dei primi 45´ poneva torresi e monfortesi (impegnati in contemporanea ad Olivarella contro l´Olimpia San Pietro...ndr) sullo stesso piano e con l´ombra dello spareggio dietro l´angolo.

All´11´ della ripresa, Francesco La Rocca per la Piero Mancuso ristabiliva la parità, imitato 8 minuti più tardi dal compagno di squadra Melìta che ribalta la situazione portando il risultato sul 2-1.
Peppe Sciliberto al 20´ firma il gol del momentaneo quanto inutile 2-2, tanto che quando da Olivarella giunge il risultato finale con l´affermazione (2-1) del Città di Monforte che consegna la promozione all´undici all´epoca allenato da Antonio Alacqua, i rossoblù ormai demotivati, vengono trafitti al 3´ di recupero da Ruggeri che regala ai suoi la vittoria e la permanenza, costringendo per la classifica avulsa in un drammatico arrivo a tre, Riviera dello Stretto e Olimpia S.Pietro al play-out.
Il Torregrotta, chiuderà con 59 punti, 4 in più del Ghibellina terzo, 13 rispetto all´Or.Sa. PdG e addirittura 18 rispetto al Sacro Cuore Milazzo (oggi Città di Milazzo), dovendo disputare un play-out che oggi in virtù della regola dei 10 punti non disputerebbe.

Realizzazione siti web www.sitoper.it