11 Luglio 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

L´IGEA METTE LA CAPOLISTA NEL MIRINO... - Panettone indigesto...e non solo per il Rocca, mentre dietro, i Delfini tornano a saltare...

07-01-2013 17:00 -
Come nelle tradizioni che si rispettano e come peraltro pronosticato in sede di presentazione della giornata, il rientro dalle festività natalizie è coinciso con un turno nel quale non sono mancate le sorprese, con le cosiddette "pericolanti" che non hanno mancato di dare quegli inequivocabili colpi di coda da cui si comprende come d´ora in avanti, non sarà facile per nessuno andare a fare man bassa contro compagini fino a qualche tempo addietro decisamente più addomesticabili.

Ne sa qualcosa proprio la capolista Rocca Caprileone, che stecca la prima del 2013, racimolando "di rigore" ed in pieno recupero un solo punticino sul campo dell´Equipecomprensorio.
Si fa sotto l´Igea Virtus che sfrutta il risultato maturato al "Fazzino" di Borgonuovo e rosicchia due punti, grazie al successo di misura, con una rete in apertura di gara, sulla Spadaforese che subisce il secondo stop stagionale dopo quello in casa del Sacro Cuore, ma soprattutto perde per un grave infortunio occorso sui titoli di coda (rottura di tibia e perone), lo juniores Gaetano Pedroni, validissimo e promettente attaccante cresciuto nel vivaio rossoblù, cui vanno gli auguri più affettuosi per una pronta ed immediata guarigione da parte dell´ASD Torregrotta e di questa redazione.

Tornando al calcio giocato, la seconda sorpresa della giornata arriva dal Santa Barbara, dove il Cefalù si lascia imbrigliare dal Montemaggiore di Pino Zappìa che imponendo il nulla di fatto, frena la rincorsa cefaludese verso la vetta della classifica ma soprattutto interrompe la propria striscia di sconfitte consecutive madonite, fermatasi a quota 5.
Seppure con qualche patema di troppo, un Sacro Cuore ancora con la mente alle vacanze, sfruttando le indecisioni di un Patti ingenuo, fa suoi i tre punti al termine di una gara nella quale ad aver più da recriminare sono proprio i pattesi di Accetta.
Giornata in chiaro-scuro anche per il Torregrotta che le prova tutte ma non riesce a trovare la via della rete contro l´ostico Collesano (madoniti al terzo pari di fila), collezionando il decimo pari stagionale (primato assoluto in tutte le serie dilettantistiche siciliane) che impedisce all´undici di Enzo Borelli di spiccare il volo, lasciandoli viceversa ancorati al treno diretto verso la permanenza.
Battuta d´arresto in trasferta per la Ciappazzi, cui non è sufficiente il solito Leone, per evitare la sconfitta sul campo del motivatissimo Real Calcio. Pericoloso il pesante k.o. della Mamertina che non riesce ad evitare la sconfitta e il conseguente sorpasso del Cus Palermo, ma ancora più pericoloso, soprattutto sotto l´aspetto psicologico, lo scivolone casalingo del Sant´Agata che sul campo amico, viene superato dai sempre più vitali Delfini (prossimi avversari del Torregrotta domenica 13 al Lo Cicero di Palermo...ndr) che con 8 punti nelle ultime 4 partite giocate e due vittorie consecutive (dietro solo a Igea con 10 e Sacro Cuore con 9 punti), confezionano il risultato più sorprendente della giornata e si ripropongono per una salvezza che fino a poche settimane addietro, appariva soltanto un´utopia.

In classifica, Il Rocca dimezza il proprio vantaggio sulla più immediata inseguitrice (Igea Virtus) e mantiene le 5 lunghezze sul Cefalù (e domenica prossima a Barcellona, è in programma il confronto diretto tra igeani e palermitani. Il Sacro Cuore raggiunge la Spadaforese. Il Torregrotta, col punto conquistato, stacca la Ciappazzi a sua volta raggiunta dal Montemaggiore a centroclassifca.
Dietro, Real Calcio e Cus Palermo, sorpassano la Mamertina, mentre il Sant´Agata piomba in piena zona play-out dove Collesano ed Equipecomprensorio a piccoli passi e Delfini a grandi...salti, danno segni di ripresa.
A tenere il fanalino di coda, adesso è per la prima volta nella stagione il Patti.

Nella classifica cannonieri, a conferma della giornata un po´ particolare e dal panettone rimasto indigesto per parecchi, i primi della classe si ritrovano con le polveri bagnate. Unico ad andare a bersaglio, Tonino Leone che sale a quota 8. Nelle retrovie, si fa largo Salvatore Torre del Sacro Cuore, autore di una doppietta a Patti.
Venti le reti complessivamente realizzate (11 in casa, 9 fuori), che fanno salire il totale a 375 (221 dentro, 154 fuori).
Tre i rigori assegnati e tutti realizzati, con il totale della massime punizioni che è salito a 59 di cui 51 trasformati. Dei tre penalties concessi, uno solo è risultato decisivo, quello con il quale Iuculano ha ristabilito il pareggio tra Rocca ed Equipecomprensorio. Gli altri due sono stati fischiati rispettivamente alla Mamertina ed al Patti (alla nona dal dischetto). Proprio la Mamertina resta l´unica formazione a non aver ancora avuto fischiato contro alcun rigore, mentre il Torregrotta è l´unica squadra a non aver realizzato dagli undici metri (un solo rigore concesso e fallito).
Infine una curiosità riguarda le sette "sorelle" palermitane, per la prima volta nella stagione andate tutte a punti.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account