24 Novembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

MISTRETTA A TORREGROTTA DOPO 12 ANNI - Il pallone racconta: ripercorriamo gli unici due precedenti al Comunale tra le due società

05-11-2015 13:30 -



Dopo alcune sfide assolutamente inedite (L´Iniziativa, Merì, Messana, Acquedolcese e Città di Messina) ed altre più o meno recenti (Pistunina, Santangiolese e Città di San Filippo del Mela), il calendario propone alla 9^ giornata il primo confronto tipicamente "da amarcord" per i colori rossoblù.
Il Torregrotta torna infatti ad ospitare il Mistretta a distanza di poco più di 12 anni dall´ultimo incrocio in terra torrese tra due società che negli anni seguenti hanno militato in categorie o, come la scorsa stagione, gironi differenti.

Due sono i precedenti al Comunale e si riferiscono ai campionati di Promozione 2001/02 e 2003/04, che in ambo le circostanze hanno visto il Torregrotta disputare tornei di vertice conclusi rispettivamente con l´approdo in Eccellenza nel primo caso sotto la guida tecnica di Salvuccio Rao e con il primo posto "ex-aequo" con la Pro Mende nell´anno della prima panchina di Antonio Alacqua.

All´andata, in tutte e due le occasioni come quest´anno, si giocò sul rettangolo di gioco di Viale Europa con gli ospiti costretti a tornare sui Nebrodi a mani vuote sia pure al termine di match dall´andamento decisamente differente.

Il primo risale al 14 ottobre 2001 in un Comunale ancora in terra battuta, 6^ giornata di andata, con il Torregrotta che ancora imbattuto, sgomitava in alta quota con l´Interclub di Santa Teresa di Riva e, anche quella volta, con il Sant´Agata e che reduce dall´1-1 di Castell´Umberto con la Sfarandina, si impose sugli amastratini allenati da Dolcemaschio passati inizialmente in vantaggio al 12´ con una punizione calciata da Basile che lasciava di sasso il portiere rossoblù Panarello. Nella ripresa e seppure in inferiorità numerica per l´espulsione di Scibilia poco dopo la mezz´ora del primo tempo, la squadra di Rao ribalta la situazione pervenendo al pari al 62´ con Fanini che raccogliendo un invito di Alosi, si coordinava trafiggendo Amato con un preciso destro e operando il sorpasso 11´ più tardi con Salvo che ricevuta palla da Russo, inquadrava lo specchio della porta, insaccando con una splendida e potente traiettoria indirizzata nell´angolo dove Amato non poteva nulla.

Si arriva al 26 ottobre 2003, con l´impianto di Viale Europa che presentava un invidiabile sintetico "fresco" di appena due mesi (il secondo in ordine di tempo dopo il "Merendino" di Capo d´Orlando) e per la 7^ di andata, il Torregrotta di Alacqua che già duellava con la Pro Mende e con il Real Messina terzo incomodo in attesa della risalita del Sant´Agata, "arrabbiato" per la sconfitta per 1-0 subita sul campo della Mamertina, tornò prontamente ed in maniera perentoria al successo in una partita che dopo la prima mezz´ora con gli ospiti ben coperti e che badavano prima di tutto a non prenderle, vedeva il Torregrotta prendere saldamente in mano il comando delle operazioni e accelerare i tempi cercando più profondità e concretezza.
Il risultato si sblocca solo poco prima dell´intervallo, su calcio di rigore concesso dal messinese Lembo al 44´ della prima frazione, a conclusione di una percussione di Paladino sulla sinistra e slalom dentro l´area con atterramento dello stesso fantasista rossoblù ad opera del difensore ospite Serovo. Casella dal dischetto non falliva e spiazzava il portiere avversario spezzando l´equilibrio della gara.
Nella ripresa, l´offensiva del Torregrotta si faceva più insistente ed al 59´ un perfetto invito di Paladino dalla sinistra, trovava pronto Andaloro che scaricava la botta sotto la traversa firmando il bis torrese.
Nel finale, con il Mistretta in inferiorità numerica per l´espulsione di Melidone, Paladino coronava la sua prestazione raccogliendo l´assist di Cocozza e piazzando il destro nell´angolino lontano sull´uscita del portiere e cinque minuti più tardi, con un tiro al volo di rara bellezza su traversone dalla destra di Lombardo, che fissava il punteggio sul definitivo 4-0 col quale la squadra di Alacqua rispondeva 24 ore dopo alla vittoria della Pro Mende sul Patti (3-1), mantenendo il secondo posto con 15 punti in 7 gare, uno in meno della capolista luciese.

Rileggiamo i tabellini di quei due confronti:

TORREGROTTA - 14/10/2001 - 6^ GIORNATA

TORREGROTTA - MISTRETTA - 2-1

MARCATORI: 12´ Basile (M), 62´ Fanini (T), 73´ Salvo (T)

TORREGROTTA: Panarello, Fanini (86´ Bucca), Previti, Molino, Alosi, Salvo, Saia, Scibilia, Russo, Papalia (80´ Torre M.), Grasso (53´ Di Fina).
a disposizione: Vulcanico, Trio, Duca, Torre S.
All.: S.Rao

MISTRETTA: Amato, Lipari, Di Salvo (75´ Marinaro), Melidone, Sergio, Testa (68´ Ansaldi), Vaccaro, Pispicia, Giunta, Baglione, Basile
a disposizione: Pezzicari, Ribaudo, Dolcemaschio.
All. Dolcemaschio

ARBITRO: Cucè di Barcellona Pozzo di Gotto (Maccaus e Restuccia di Messina)

TORREGROTTA - 26/10/2003 - 7^ GIORNATA

TORREGROTTA - MISTRETTA - 4-0

MARCATORI: 44´ rig.Casella (T), 59´ Andaloro (T), 80´ e 85´ Paladino (T)

TORREGROTTA: Panarello, Chill´, La Rosa, Piccolo, Scibilia, Gerbino, Cocozza, Lombardo, Casella (75´ Mangano), Paladino, Saporita (30´ Andaloro)
All.: A.Alacqua

MISTRETTA: Catanzaro Fausto, Catanzaro F.sco, Lavia, Melidone, Serovo, Di Salvo, Auria (75´ Ansaldi), Giangardella, Vaccaio S., Minneci (57´ Todaro), Paone
All.: Dolcemaschio

ARBITRO: Lembo di Messina
ESPULSO: Melidone (M) al 60´

Realizzazione siti web www.sitoper.it