03 Dicembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS

PIU´ CHE UN DERBY, UNA CLASSICA - Inizia la preparazione per l´ultima casalinga del 2012. Arriva la Spadaforese.

04-12-2012 08:30 -

Archiviato con moderata ma significativa soddisfazione il secondo successo consecutivo grazie al prepotente finale con il quale il Torregrotta è riuscito a spuntarla sul Sant´Agata, ci si proietta al turno seguente di campionato che propone l´ultima gara del 2012 al Comunale, ospite la Spadaforese, in quella che per certi versi, può definirsi una "classica" del calcio dilettantistico siciliano e messinese in particolare e che, stante l´andamento delle due squadre, torna dopo qualche anno ad attirare l´interesse degli sportivi dei due centri tirrenici e degli addetti ai lavori, per i possibili risvolti in classifica.
Le due squadre peraltro, nelle cui file militano diversi ex (Caragliano, Giglio, Beppe Borelli, Checco Scibilia, Rocco Pino, Romanzo, Grosso ed il tecnico Enzo Borelli nel Torregrotta, Alibrandi, Giovanni Scibilia, Mastroeni, Milazzo ed il tecnico Felice Miceli nella Spadaforese) si sono già affrontate nel pre-campionato in occasione del primo turno di Coppa Italia (nella foto, una fase del match di andata del 26 agosto scorso), con la qualificazione dei gialloneri di Spadafora che ancora in corsa per il trofeo tricolore, domani a Milazzo cercheranno di ottenere il "pass" per i quarti di finale, dovendo difendere il 2-0 dell´andata col Sacro Cuore.

Tornando ai 90´ di domenica col Sant´Agata, il successo sulla formazione di Salvatore Bongiovanni, ha rappresentato una salutare boccata d´ossigeno per i rossoblù che ancora una volta hanno mostrato una buona tenuta per l´intero arco di durata della partita, palesata dalla rimonta con la quale Sciliberto e soci hanno fatto proprio il risultato. A rendere più emozionante la vittoria, ha contribuito certamente anche la condizione climatica nella quale si è giocata l´intera ripresa e che, complici le violente grandinate abbattutesi, aveva reso difficili le operazioni all´interno del rettangolo di gioco.
Gli echi del successo maturato peraltro, si sono immediatamente sentiti anche negli ambienti cittadini, che oltre a commentare favorevolmente il recente rendimento della squadra, fanno prevedere per domenica pomeriggio e auspicando la clemenza del tempo, un discreto afflusso di sportivi sulle gradinate dell´impianto di Viale Europa, per un match che accantonati ormai da tempo i vecchi rancori e le ripicche che avevano contraddistinto le sfide del passato, mantiene tuttavia sempre inalterato il proprio fascino.

In ultimo, ma non meno importante, il riflesso che il risultato maturato ha avuto e che, dando un´occhiata alla classifica, non può non mettere in risalto quello che sarebbe stato lo scenario nell´eventualità di un risultato sfavorevole.

Il campionato però è ancora lungo e, sopiti gli entusiasmi, si pone adesso sulla strada dei rossoblù, l´attuale quarta forza del girone, che arriverà al Comunale reduce dal pari sul campo della capolista e che, per bocca del proprio tecnico (la cui intervista sarà pubblicata domani...ndr), non fa mistero di puntare al bersaglio grosso per restare attaccata al plotoncino delle prime.
Nonostante ciò, in casa Torregrotta si guarda con fiducia all´impegno, forti di una buona condizione generale, confermata dalla striscia positiva di risultati. Tornerà disponibile Alessandro Cucè, il giovane terzino classe ´92, che ha scontato domenica il turno di squalifica. Da valutare le condizioni di Saporita, uscito dal campo con una fasciatura alla coscia sinistra, mentre sul fronte delle squalifiche, dopo qualche settimana durante la quale a turno, si sono avvicendate le squalifiche di quanti avevano raggiunto la quarta ammonizione, nessuno dei giocatori in maglia rossoblù dovrebbe incorrere nelle "ire" del Giudice Sportivo, con il solo capitano Beppe Borelli, che avendo rimediato il settimo cartellino giallo in occasione della concessione del calcio di rigore al Sant´Agata, tornerà sotto diffida.

Realizzazione siti web www.sitoper.it