22 Ottobre 2021
NEWS
percorso: Home > NEWS

PLATANIA COME RUSSO, "LA CARLINA" STREGATO PER BORELLI - Anche nel 2014, ma contro l´Aci S.Antonio, la beffa per il tecnico rossoblù arriva al 91´. Le statistiche

18-09-2017 21:48 -
Arena si appresta a calciare una punizione dal limite nelle battute conclusive del match





Stavamo quasi per aggiornare le statistiche, registrando un nulla di fatto ad interrompere una tradizione che vuole Trecastagni e Torregrotta mai concludere sul pareggio i 90´ dei loro confronti diretti, invece ecco che la zampata galeotta di un ´99 entrato da appena 5 minuti e che risponde al nome di Santo (evidentemente di nome e di fatto per i suoi compagni) Platania, lesto nel rubare il tempo alla difesa torrese sul tempestivo lancio del "colored" Tounkara, un´autentica spina nel fianco dei rossoblù per l´intero arco della gara, ha fatto rientrare ogni proposito della nostra redazione, riportando tutto al normale corso degli eventi dal 10 novembre 2002, data del primo confronto, ai giorni nostri.

Settimo faccia a faccia quindi tra le due formazioni, il quarto al "La Carlina", e ancora una volta vietato il segno "X", finora mai apparso.

Con la rete realizzata nel corso del primo minuto di recupero della ripresa, inoltre, lo Sporting Trecastagni ha ridotto il "gap" nel conteggio delle vittorie che adesso è di 4-3 sempre a favore del Torregrotta, che può far ancora pesare il "2 su 2" della stagione di Eccellenza 2002/03, caratterizzato dalla doppia vittoria per 1-0, firmata da Rocco Pino al 79´ del match disputato sul campo etneo all´andata e bissata dal successo con identico punteggio, griffato a metà ripresa dal compianto Arturo Baccarini al "Comunale".

Limitatamente ai match disputati in terra etnea, l´1-0 è senza tema di smentita il risultato più gettonato, figurando in ben tre delle quattro occasioni in cui si sono disputati sul rettangolo di gioco dei catanesi (nel 2002 e nel 2015 a favore dei rossoblù e domenica per la prima volta con successo locale).

Il minuto 91 evidentemente non porta bene a Peppe Borelli quando le sue squadre giocano a Trecastagni.
Il 5 ottobre 2014 infatti, contro l´Aci S.Antonio che causa l´indisponibilità del proprio impianto aveva eletto domicilio proprio al "La Carlina", il Torregrotta anche all´epoca allenato dal tecnico di origini capitoline, stava per mettere a segno un importante colpo corsaro essendosi portato in vantaggio per 3-2 a quattro minuti dal 90´ con Irrera, ma un´invenzione di Russo anche in quel caso nel primo minuto del recupero concesso dall´agrigentino Girgenti, negò la vittoria alla compagine cara al presidente Sindoni, che si dovette accontentare di un 3-3 che faceva seguito alla sconfitta a tavolino rimediata nel confronto interno col Città di Randazzo e apriva una miniserie negativa, culminata con le tre sconfitte consecutive con Forza Calcio Spadaforese, Sporting Taormina e, guarda caso, Trecastagni, che avrebbero determinato il cambio di guardia sulla panchina rossoblù.

Il gol di Platania, ha impedito infine che si spezzasse una spirale negativa: quella delle sconfitte consecutive lontano dal "Gangemi". Tenuto conto infatti che nello scorso campionato di Eccellenza, il Torregrotta è sempre tornato a mani vuote dalle 15 trasferte disputate, la serie prosegue con lo 0-1 di ieri, allungata dunque a 16. Per trovare una trasferta utile in gare ufficiali, bisogna tornare pertanto indietro al 28 agosto 2016 ed allo 0-0 di Milazzo nell´andata del primo turno di Coppa Italia. A ritroso di 4 mesi circa in campionato, per trovare il pari ad occhiali del 10 aprile 2016 a Sinagra alla penultima della stagione regolare.
Vinci e soci non tornano inoltre da una trasferta con l´intero bottino dal 3-2 di Santa Teresa di Riva, campo della Jonica, datato 20 marzo 2016.

Riassumendo quel che è accaduto nel girone C, la giornata ha fatto registrare la netta prevalenza delle formazioni ospitanti, vincitrici dei rispettivi impegni in 6 casi su 8 (solo Giardini Naxos e Messana sono riuscite a tornare a casa indenni).
Il bilancio dopo i primi 180´ disputati, è adesso di 9 successi casalinghi (56,25% del totale), contro le 3 fuori (Atletico Fiumefreddo, Tirrenia e Giardini Naxos, pari al 18,75%). 4 gli incontri conclusi in parità (il 25%), con due 0-0 entrambi nel turno inaugurale.


Realizzazione siti web www.sitoper.it