24 Settembre 2020

"PORTIAMOLI AL MARULLO"... - Vigilia di Torregrotta-Gescal. Per i rossoblù è l'ultima chiamata per evitare la retrocessione diretta.

30-03-2019 17:50 - PROMOZIONE 2018/19










Ancora 24 ore e il Città di Torregrotta conoscerà il suo destino più immediato; se, in caso di vittoria, sarà riuscito con ogni probabilità nell'impresa di evitare la retrocessione diretta nonostante abbia ritoccato tutti i minimi storici societari oppure se (ci concediamo dieci minuti di tolleranza tra ritardi e recupero…ndr) alle 17,55 circa dell'ultima domenica di marzo, il club rossoblù, fondato nel 1973, al suo 16mo campionato di Promozione dalla rimodulazione dei campionati dilettantistici FIGC e con nel suo palmares, la partecipazione a 3 tornei di Eccellenza (2002/03, 2004/05 e 2016/17), sarà piombato nuovamente in Prima Categoria da dove manca dalla stagione 2007/08, anche se vi ci era giunta già lo scorso campionato al triplice fischio del 2-2 di Trecastagni prima del ripescaggio estivo.
E' la vigilia di Città di Torregrotta – Gescal, gara che a settembre, il cervellone della FIGC si è divertito a collocare alla penultima della stagione regolare, con proprio le due messinesi a contendersi la permanenza.
Decisamente più a portata di mano per i biancoverdi di Di Maria, che hanno a disposizione due risultati su tre dall'alto dei 21 punti attuali nonostante un girone di ritorno disastroso come testimoniato dal ruolino delle 12 gare nelle quali sono stati conquistati 8 punti grazie ai pareggi con Academy San Filippo e Giardini Naxos ed ai successi con Sporting Viagrande e, sorprendentemente, Pedara.
Difficoltoso il compito per l'undici di Borelli, che ha nella vittoria l'unico risultato possibile per rinviare ogni verdetto in coda, dopo una fase discendente ancor più disastrosa di quella fatta segnare dall'avversario, con l'unico successo colto alla prima di ritorno contro il Città di Misterbianco e i due pareggi consecutivi con Sporting Taormina e Villafranca Messana, che avevano illuso su una inversione di tendenza che viceversa, tra ingenuità, errori e…“fughe eccellenti” quando la casa cominciava a bruciare (…), non si è materializzata.

Settimana particolarmente sentita ovviamente in casa rossoblù, per un appuntamento che vale sicuramente una buona fetta della stagione laddove all'ultima giornata, in programma nel primo week-end di aprile, mentre Merlino e compagni si recheranno nella vicina Giammoro per rendere visita all'Academy San Filippo, il Gescal disputerà gli ultimi 90' sul sintetico amico del “Despar Stadium” ospitando un Villafranca/Messana anch'esso senza stimoli di classifica come i filippesi.
Nelle file torresi, per quanto riguarda la formazione che Borelli dovrebbe opporre dal 1' in un “Gangemi” che ospita i rossoblù “dannatamente” a porte chiuse anche nell'ultimo atto casalingo della stagione, rientrano in rosa Daniele Sofia che ha scontato a Mascalucia il turno di squalifica e Mario Battaglia il cui apporto è mancato in tre delle ultime quattro gare in calendario e su di cui il tecnico fa affidamento nella gara più importante della stagione.
Rientra tra i disponibili dopo l'esito positivo del collaudo del venerdi, l'attaccante Roberto Brigandì che infortunatosi in allenamento alla vigilia del match di Aci S.Antonio, torna a disposizione del coach dopo 7 turni di assenza.
L'appuntamento per i convocati è fissato al campo sportivo alle 14,30 per un match che si preannuncia emotivamente intenso e vietato ai deboli di cuore, autentica ultima chiamata per un Città di Torregrotta che se vuole guadagnarsi sul campo l'ultima chance da giocarsi tra due settimane al “Marullo” contro gli stessi avversari di domani, all'insegna dell'ora o mai più dovrà mettere da parte le paure e dimenticare gli errori che hanno caratterizzato un'annata.

Diretta "live" della gara a partire dalle ore 15,55 su questo sito con le formazioni in campo e gli aggiornamenti del tabellino in tempo reale.

Realizzazione siti web www.sitoper.it